71esimo Festival di Cannes: vince il Giappone, ma anche l’Italia

‘Da piccolo quando ero a casa mia e pioveva sopra le lamiere chiudevo gli occhi e mi sembrava di sentire gli applausi, adesso è vero ed è come essere in famiglia. Il cinema oggi è la mia famiglia e ogni granello della sabbia di Cannes è una meraviglia. Grazie a Matteo ”. Queste parole, di Marcello Fonte, sono quelle più forti e rappresentative, soprattutto per Italia, registrate al 71esimo Festival di Cannes. Fonte ha vinto il premio come miglior attore per il film ‘Dogman’ del regista Matteo Garrone, cui l’attore ha rivolto il ringraziamento mentre riceveva il premio da Roberto Benigni. Il film, ispirato liberamente alla vicenda del Canaro della Magliana, racconta un’Italia diventata terra di nessuno con abbrutimento culturale e sociale. L’uomo-simbolo di quel degrado è un bullo locale, l’ex pugile Simone, che intimidisce, taglieggia e umilia i negozianti del quartiere. 

Alla Croisette, altro riconoscimento al cinema italiano per la migliore sceneggiatura anche ad Alice Rohrwacher, per il film ‘Lazzaro felice’.

La Palma d’oro più prestigiosa è per il film “Un af...

Read More

Harry & Meghan, il royal wedding 2018

L’appuntamento nella cappella di St George, al Castello di Windsor: sabato 19 maggio è il giorno di un altro royal weeding, tra il principe Harry e Miss Meghan Markle.

A officiare il rito (anglicano), il reverendo David Conner, decano di Windsor, con l’arcivescovo di Canterbury Justin Welby. 600 invitati.

I LOOK

Meghan, neo Duchessa di Sussex,  ha meravigliato tutti al suo ingresso (solitario) in chiesa con il suo abito minimal in cady di seta firmato Givenchy Haute Couture, come anche le scarse e i look delle sei damigelle. La tiara Queen Mary , appartenuta alla regina Maria, moglie di Giorgio V e nonna della regina Elisabetta, a trattenere il velo. Di Cartier, orecchini e bracciale rigido tempestato di diamanti.

La Regina Elisabetta sempre protagonista, con un completo gial...

Read More

Un nuovo singolo per Giovanni Caccamo e una clip nata grazie a un contest

Dopo “Eterno” presentato a Sanremo, ecco “Bisogno di tutto”, nuovo singolo del cantautore siciliano Giovanni Caccamo.

Con videoclip frutto di un innovativo format: “Sì, nasce da un contest web in cui ho voluto offrire un ruolo da protagonista ai miei fans. Così ognuno di loro ha inviato un playback filmandolo in un posto significativo della propria vita. Credo che sia la prima volta che in Italia si realizzi un prodotto musicale in questo modo. Oggi interagire direttamente con il pubblico, anche attraverso i social, è fondamentale, consente di parlare a tutti, annulla le distanze e il rapporto diventa anche più confidenziale. E’ pure vero che con i social viene meno quell’alone di mistero che un tempo possedevano gli artisti, oggi è tutto a portata di mano. Resta comunque un’ottima opportunità per creare un link diretto con il pubblico”.

Parliamo di questo tuo recente brano, dal titolo “Bisogno di tutto”: in che senso?

“Costituisce una sorta di elenco di tutte le cose di cui pensiamo di aver bisogno, ma che in realtà invece rappresentano la futilità. Queste ci allontanano dall’essenza dell’animo facendoci perdere il significato di una quotidianità fatta di emozioni, di parole, di sguardi. Il punto è che spesso siamo distratti da molte cose che ci portano lontano dalle persone che amiamo”.

Read More

57° Salone del Mobile: Milano capitale del design

Edizione numero 57 del Salone del Mobile di Milano, che accoglie 2000 espositori in oltre 200mila metri quadrati. Sei giorni che trasformano la capitale meneghina. L’edizione 2018 abbraccia il Salone Internazionale del Mobile e il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, EuroCucina, il Salone Internazionale del Bagno, il SaloneSatellite (dedicato alle giovani promesse nel campo del design) e poi il Fuorisalone, con moltissimi eventi, installazioni e novità dislocate in tutta la città.

“Non esiste Milano senza Salone e non ci può essere un Salone del Mobile senza Milano” recita (non a caso) il Manifesto del Salone. Quanto citato nel Manifesto è “Milano al centro“, la capitale meneghina che diventa caputale del design per quasi una settimana.

Le sezioni

EuroCuc...

Read More

Vinitaly 2018, trend in crescita per i vini siciliani

Al Vinitaly 2018 è un trionfo per i vini siciliani. Un trend in crescita. A Verona c’era un’intera area dedicata al mondo del vino etneo, tra Carricante e Nerello Mascalese. Con un successo da “tutto esaurito”. Al tasting, 16 etichette di altrettanti produttori, che hanno raccontato tutte le “sfumature” di bianco del Vulcano più alto d’Europa, in grado di regalare vini con una spinta acida notevole e una spiccata nota minerale. “L’interesse per i bianchi è cresciuto come mai prima d’ora. Tanto che i produttori esauriscono le scorte prima della nuova vendemmia -dichiara il presidente del consorzio Etna Doc Giuseppe Mannino-. La stragrande maggioranza di nuovi impianti sono a Carricante. Siamo ancora agli inizi e ne sapremo di più nei prossimi anni”.

Etna DOC, Fischetti wine

Soddis...

Read More

Moda primavera/estate 2018 per uomo e donna: denominatori comuni il denim e il colore rosa

Profumo di primavera. Le giornate sono finalmente più lunghe e luminose. E si cambia guardaroba. Oltre al cambio dell’armadio mettiamo qualcosa di nuovo. Le tendenze?  Si alternano, spaziando da una palette intensa di colori alle sfumature più pallide e dai dettagli ultrafemminili ad altri più maschili.

Il glicine la fa da padrone e va bene in tutte le sfumature e per tutti gli incarnati: MISSONI lo propone, per esempio, sia per l’uomo che per la donna...

Read More

Alessio Boni: “Ho scelto di fare l’attore, recito in molti thriller e adoro i set dove la natura che mi circonda è protagonista”

di AGATA PATRIZIA SACCONE

Nei thriller Alessio Boni si rivela sempre straordinario interprete, da appassionato lettore di libri gialli. E il successo riscosso di recente al cinema con “La ragazza nella nebbia”, tratto dal romanzo di Donato Carrisi, al fianco di Toni Servillo e Jean Reno, conferma il suo spessore di attore che entra nel personaggio e ammalia il pubblico. Nel film è stato il professore che, trasferitosi ad Avechot con moglie e figlia, finisce nella lista dei sospettati. In televisione invece è stato Fausto Morra, protagonista dell’intrigante fiction “La strada di casa”, che potrebbe tornare con una seconda serie su Rai 1 per il riscontro avuto di critica e di ascolti. Sul grande e piccolo schermo comtemporaneamente a fine 2017, sempre al cinema è arrivato in coincidenza anche “Agadah”, pellicola storica ambientata nel Regno di Napoli.

Adesso Boni è sul set per altri thriller, “Non sono un assassino” e “Tutte le mie notti”. Un momento esaltante per l’attore di Sarnico, un paese in provincia di Bergamo, formatosi all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico: “Si è verificata questa favorevole congiuntura che mi riempie di gioia perché rappresenta un riconoscimento al mio lavoro. Vivo il momento con grande serenità e soddisfazione, mi piace il rapporto con la gente, e ora mi appresto a portare avanti i progetti del 2018”.

– Quali, se vogliamo citarne alcuni?

“Int...

Read More

I luoghi di Montalbano, trend in Sicilia

In Sicilia è record di presenze turistiche nei luoghi del commissario Montalbano. La fiction figlia dei romanzi scritti dalla penna di Andrea Camilleri, ha fatto conoscere borghi, spiagge, paesini della Sicilia carichi di fascino che tutti ormai, visitatori stranieri e locali, vogliono ammirare. A confermarlo i numeri del sistema aeroportuale del sud-est Sicilia: i passeggeri di Catania e Comiso sono passati dai 5 milioni del 2014 ai 6,4 milioni del 2017 (+28%). Nelle strutture ricettive della provincia di Ragusa sono stati superati gli 1,2 milioni di pernottamenti e le prenotazioni sono in crescita. Le scene principali della fiction hanno fatto emergere le bellezze di Ragusa Ibla, Scicli e Modica. Uno dei posti più visitati è la frazione di Santa Croce Camerina, Punta Secca, dove si trova la casa del commissario Montalbano. Si affaccia sul mare e ora è un bed&breakfast dove provare l’ebbrezza di dormire nelle stanze in cui vive il commissario più famoso d’Italia.

Intanto il ragusano, con la regia di Alberto Sironi e protagonista Luca Zingaretti, si trasforma di nuovo set per le nuove puntate del COMMISSARIO MONTALBANO.

IMG_7761

A Scicli il set è approntato nella piazza del Municipio, dove il palazzo comunale nell’occasione si trasforma, in esterno, nel commissariato di Polizia di Vigata. Qui, nei pressi, Salvo Montalbano parcheggia la sua inconfondibile Fiat Tipo

Scopriamo così Vigata, la cittadina siciliana nata dalla fantasia di Andrea Camilleri dove vive e lavora MONTALBANO. Nell’idea dello scrittore, Vigata è una proiezione di Porto Empedocle, sua città natale; nella ricostuzione televisiva è invece un mix di luoghi della Sicilia meridionale, tra chiese barocche, pietre bianche, palazzi storici, quartieri arabi, rigogliosi giardini e spiagge lunghe e sabbiose. Ma Vigata è soprattutto il cuore barocco patrimonio dell’Unesco, da Scicli -appunto- alla splendida Ragusa Ibla. E’ questo l’universo in cui agisce il più famoso dei commissari (in tv interpretato da Luca Zingaretti, ormai vero volto di Salvo Montalbano, o nella versione giovane da Michele Riondino).

La casa di Marinella abitata da Montalbano in realtà si trova a Punta Secca, frazione di Santa Croce Camerina: quando non vi è allestito il set, è un bed & breakfast con al primo piano la terrazza che si affaccia sul mare. Nella piazzetta limitrofa, vicino al faro, un’insegna indica, inoltre, che a pochi passi si possono gustare gli “arancini di Montalbano”: non saranno quelli famosi del libro, ma la trasposizione è fonte di business.

Il turismo ha tratto vantaggi notevol...

Read More