Category

Simone Susinna, al top per l’Isola dei Famosi

di Agata Patrizia Saccone

L’isola è nel destino di Simone Susinna. In una c’è nato (la Sicilia), in un’altra (nel mare dell’Honduras) è andato per un’avventura che lo potrà consacrare tra i nuovi personaggi televisivi. Il top model catanese, tra i più richiesti in passerella, è infatti tra i partecipanti dell’edizione 2017 de “L’Isola dei Famosi”, trasmessa da Canale 5. Con lui Massimo Ceccherini, Raz Degan, Giulio Base, Nathalie Caldonazzo, Nancy Coppola, Samantha De Grenet, Eva Grimaldi, Malena, Andrea Marcaccini, Dayane Mello, Moreno, Giacomo Urtis e Giulia Calcaterra.

IMG_9791

Per il modello nato all’ombra del vulcano si tratta non soltanto di una nuova esperienza ma dell’esordio nel piccolo schermo: “Ho deciso di partecipare perché lo considero un altro passo vers...

Read More

Toni Pellegrino, la creatività dell’hair stylist diventa brand

© Cristian Castelnuovo

© Cristian Castelnuovo

Un background che lo rende oggi indubbiamente uno degli hair stylist più conosciuti in Italia. Il siciliano Toni Pellegrino (nella foto a sinistra) ha messo in pratica la sua creatività e, con il suo carisma, si è imposto all’attenzione di stilisti affermati che lo hanno scelto per le fashion week di Londra e Milano firmate Miu Miu, Calvin Klein, Missoni, Prada, Antonio Marras e Vivienne Westwood. E come tutor è tra i protagonisti più ricercati del programma di Rai2 “Detto Fatto” condotto da Caterina Balivo. Lo scorso febbraio, a Bologna, il debutto, in occasione del “Wella Collection Show”, con il suo brand “TONIPELLEGRINO Art and Science”.

Toni Pellegrino, esci da una realtà come quella di TonyandGuy e lanci il tuo brand. Un passo importante dettato da…?

“Dettato dal coraggio suggerito da un sogno, la naturale conseguenza di un processo evolutivo, di tanti passi in avanti fatti fino a oggi per arrivare a questo determinante. Certo, come ogni fase importante della vita è in parte accompagnato da remore e dubbi, fanno parte dell’essere umano e io non vorrei nemmeno farne a meno. Ma non vivo però questo momento con pesantezza, piuttosto è come quando, dopo un corso di studi, sei laureato e inizi un tuo percorso. Magari rimani col cuore legato a quella realtà che ti ha formato, ma vien fuori la felicità di una nuova esperienza personale che trova un suo merito anche nel passato”.

Dove porta il viaggio che hai appena intrapreso, forse a una catena di franchising con il tuo nome?

“Il mio sogno è divulgare il brand quanto più possibile, creare più posti di lavoro e persone felici di fare questo mestiere; anzi trasformare il mestiere in professione per coloro che ambiscono ad essere parrucchieri completi”.

_MG_5638- Toni Pellegrino

In che senso? I competitor non mancano… certamente hai in serbo una carta da giocare?

Read More

One city, one girl: Calu Rivero sulle rues de Paris in Stella McCartney

S16_OCOG_STELLASW_4_72_RGBCalu Rivero -attrice, DJ e attivista argentina – è la protagonista dell’ultimo capitolo della serie One City One Girl . Calu indossa gli abiti della collezione Summer 2016 di Stella McCartney a Parigi, città che ama: “Passeggiare per le strade, sedermi e osservare le persone è la cosa che qui più adoro fare -racconta- come anche visitare il negozio di libri Shakespeare and Company in Rue de la Bûcherie, dove potrei passarc delle ore. Qui è un trionfo dell’arte. Sarebbe un peccato, per chi viene, non vedere poi le esposizioni al Palais de Tokyo e al Louvre, i bellissimi Jardin des Tuileries e ovviamente il Pompidou!”

Donna dal molteplice talento, ha scelto di diventare vegana: “Recitare mi regala tante soddisfazioni -spiega-. Interpretare un personaggio che poi prende vita è davv...

Read More

Francesco Cafiso: “Il sax ha scelto me”

Francesco Cafiso - photo © rosellina garbo.

Francesco Cafiso – photo © rosellina garbo.

“Non sono io che ho scelto il sax, ma il sax che ha scelto me”. Lo dice e addirittura lo scrive nel cofanetto cd il jazzista Francesco Cafiso, che ha inserito tra le tappe del tour la sua Sicilia per presentare 3, un’ opera composta appunto da ben tre dischi, Contemplation, La Banda, 20 Cents per note.

“Anch’io come Gesualdo Bufalino desidero regalare al mio pubblico sedici minuti di felicità, io con il nuovo brano Sixteen minutes of happinnes”. In realtà i minuti di felicità che l’artista omaggia con la sua imponente e coraggiosa produzione musicale sono ben più di 16 e costituiscono il lavoro di 3 anni: uno di arrangiamenti e registrazioni e due di preparazione...

Read More

Luca Vullo, ambasciatore della gestualità italiana nel mondo

E’ l’America il punto di partenza di Luca Vullo in questo 2016. Il regista siciliano, da anni trapiantato a Londra, in California da circa due mesi per le riprese a Los Angeles di un documentario made USA, presenterà il suo docufilm “La voce del corpo” seguito da workshop in italiano e inglese in diverse Università tra California, Kansas e Mississippi. Le università americane ed europee sono sempre più interessate alle lezioni didattiche di Vullo, che, già noto filmaker, si è trasformato in insegnante nel mondo del gergo italico per gesti. Per la genialità italiana non ci sono confini…

IMG_1011

“Quando cresci in una società dove la filosofia predominante è l’arte di arrangiarsi, sviluppi una grande creatività ed una straordinaria flessibilità che ti aiutano a cercare sempre vie alternative e originali per raggiungere i tuoi obiettivi.  Io mi sento un guerriero ninja culturale e dopo aver vissuto e lavorato per diversi anni in Italia  mi sento in grado di sopravvivere con le mie passioni in ogni tipologia di giungla. In tutto ciò, non posso omettere il fatto che sono figlio di una donna estremamente creativa, ingegnosa e determinata che di certo mi ha lasciato in eredità queste doti e di un padre con grandi capacità nell’intrattenere un pubblico e con una spiccatissima gestualità. Inoltre alla genialità deve essere sempre collegata la mia grande perseveranza e il duro lavoro di squadra. Senza l’aiuto di mia sorella non sarei arrivato dove sono adesso”.

– Ma è vero, quindi, che gli ...

Read More

Marco Liorni, l’uomo del pomeriggio in tv

foto marco liorni 2E’ il volto maschile televisivo oggi più amato dagli italiani. I record di ascolti per il programma televisivo da lui condotto “La vita in diretta” in onda ogni pomeriggio su RAI UNO lo consacrano conduttore dell’anno. Classe 1965, di origini siciliane (la nonna era di Favignana), Marco Liorni vanta un ricco bagaglio professionale che spazia dalla televisione alla radio. “La radio – tiene a sottolineare Liorni – è la mia più grande passione sin da quando ero ragazzino!”.

Padre di tre figli e compagno della sua adorata Giovanna, Marco Liorni si porge sempre con grande discrezione e cordialità, anche nei confronti dei colleghi. Non ama i conflitti e al massimo regala solo dei bei sorrisi, talvolta celati –se ne accorge chi lo conosce meglio- da un alone di timidezza.

Marc...

Read More

IL VOLO a Taormina: doppia data a luglio per le tre voci che entusiasmano il mondo

il-volo-billboard-latin-music-awards-650-430Nel mondo sono conosciuti come IL VOLO, nome d’arte di un trio di voci uniche, quello composto dai giovanissimi Piero Barone, Gianluca Ginoble e Ignazio Boschetto.

Da ex bambini prodigio di Antonella Clerici a ragazzi che hanno spiccato… il volo (guarda caso!) e che oggi per l’ unica tappa italiana del loro tour mondiale scelgono Taormina

“All’inizio eravamo un po’ titubanti -dichiara Piero Barone, agrigentino di Naro- ma il fatto che io e Ignazio siamo siciliani, lui di Marsala mentre Gianluca è abruzzese, e quindi due su tre, abbiamo accettato l’idea e oggi la scommessa può già dirsi vinta, visto che per la data del 20 luglio si è registrato il sold out quindi bisseremo l’indomani, il 21 luglio”.

Read More

Antonio Gallo guida lo sprint Pirelli P Zero

SGP Reference: ShootID=1679279 EventID=59997 Date=20/09/11Lungimiranza e creatività sono i due elementi che caratterizzato uno degli esperti di comunicazione più apprezzati in ambito internazionale. Antonio Gallo, mamertino di origine, oggi è colui che sta a capo del progetto Pirelli P Zero. La sua si può considerarla un’escalation di prim’ordine. Appena laureato in economia e commercio a Messina ha spiccato il volo per la capitale meneghina dove ha conseguito un master all’università Bocconi; da lì a breve ecco la proposta di lavoro in Swatch che gli permette di acquisire una formazione ad ampio raggio e  di contribuire, negli anni ’90, al grande successo del brand. Quell’esperienza, durata cinque anni, ha rappresentato per lui il giusto input per scoprire la sua vera grande passione professionale, la comunicazione. “Oggi più ch...

Read More