tagged posts

Piccione Piccione, passione e moda

E’ tra gli stilisti italiani contemporary più apprezzati, con una carriera in piena escalation e grandi ambizioni: Salvatore Piccione, insignito del Tao Award la scorsa estate a Taormina e di recente protagonista alla Milan Fashion Week, fashion designer natìo di Donnalucata, nel ragusano, si prefigge tra gli obiettivi a breve scadenza anche l’estensione delle licenze del brand Piccione Piccione nell’universo kids con la linea bimba e poi panorama shoes. Strizzando inoltre l’occhio alla linea home. Intanto la sua collezione è approdata all’interno delle boutique The Best Shop e alla Rinascente Milano dove è stato aperto un pop-up store, importante link anche per i buyers.

“La passione per la moda l’ho sviluppata all’età di quattro anni quando, per dar sfogo alla mia creatività, disegnavo le mie maestre vestite in maschera oppure da sposa o da principesse. In età adolescenziale, poi, frequentando il liceo artistico ho sviluppato il disegno di fiori, volti e frutti. Il passaggio successivo alla maturità è stato lo IED; subito dopo il trienno in fashion design posso dire di essere stato baciato dalla fortuna vincendo il concorso realizzato in sinergia tra Vogue e IED supportato da Franca Sozzani. Nel 2008, grazie a Mariella Burani, ho potuto presentare la mia prima collezione durante la settimana della moda. Nello stesso anno ho vinto Riccione Moda Italia sezione ricami. Poi ho voluto continuare la mia esperienza professionale in Inghilterra, sino a quando nel 2012 ho avviato il progetto Piccione Piccione”.

Piccione è il suo cognome, perché ha scelto di ripeterlo due volte nella denominazione del suo brand?

“Perché in realtà ho iniziato l’esperienza con mio fratello ma già dalla seconda edizione della presentazione della nostra collezione le nostre strade si sono divise poiché lui ha scelto di fare l’illustratore grafico vantando peraltro importanti collaborazioni con Pitti, Elle, Grazia…Nonostante la scissione ho comunque voluto mantenere il nome con cui è nato il brand”.

Quando in entra in scena Camera Moda?

“Il concorso Who is on next? è stato il mio passepartout per arrivare a Camera Moda. Allora Franca Sozzani insieme ad altri esponenti di Alta Roma scelsero di decretarmi vincitore cosi, nel 2015, mi è stata data l’opportunità di sfilare all’interno del calendario ufficiale della CNMI”.

A proposito...

Read More

COUTŪ & Francesca Vaccaro, stelle nascenti

di AGATA PATRIZIA SACCONE

COUTŪ sta alla moda come Francesca Vaccaro sta alla creatività. Un‘equazione perfetta per il brand stella nascente dell’universo fashion le cui collezioni sono disegnate, appunto, dalla stilista Francesca Vaccaro.

img_9718
Francesca Vaccaro

La linea nasce dal connubio con la maison Claudio Cutuli, che si scommette con intuito e innovazione prima tenendo a battesimo il marchio con la collezione spring-summer 2017 presentata lo scorso settembre nella capitale meneghina in occasione di Milano Moda Donna  (outfit in pelle che spaziano dai capi spalla ai mini dress, con tagli e incisioni a laseraggio assolutamente perfetti, degni di un lavoro di munuziosa ricercatezza) e poi con la collezione autunno-inverno 17/18 BARK & RUST (con la corrosione della ruggine e le crepe irregolari delle cortecce come ispirazione). 

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Claudio e Mariagrazia Cutuli sono stati fondamentali per la realizzazione del mio progetto” – spiega la stilista- “L’idea è un’evoluzione del desiderio di volersi allontanare dall’omologazione e concretizzata con la creazione di una linea in pelle molto bon ton”.

La donna...

Read More

L’avvolgente abbraccio delle sciarpe della maison Claudio Cutuli

claudio-cutuli
Claudio Cutuli

di AGATA PATRIZIA SACCONE  Leader mondiale nella produzione di sciarpe e stole, dopo il successo di THE CRAFT FUTURE curato dell’indimenticata Franca Sozzani lo scorso settembre al Mudec di Milano, la maison Claudio Cutuli presenta il 14 Gennaio, in occasione della Milan fashion week, la preview della collezione fall winter di COUTU, il nuovo marchio disegnato da Francesca Vaccaro.

Intuizione, innovazione, creatività coniugati all’utilizzo di tessuti e tinture naturali sono gli elementi che caratterizzano da ben 178 anni il brand che con i suoi accessori “avvolge” non solo le celebrities più affermate ma anche gli uomini più potenti del pianeta.

Di origine calabrese, l’esteta (come lui stesso ama definirsi) e imprenditore Claudio Cutuli circa trent’anni fa decide di dare una svolta all’azienda di famiglia trasferendola in Umbria, luogo per lui rivelatosi di grande ispirazione.

“Claudio Cutuli è un brand che coniuga sociale, cultura e fashion. Creiamo le nostre sciarpe non come un semplice accessorio di abbigliamento ma pensando all’eleganza sensuale, un’onda di tessuto che accarezzi e avvolga amabilmente una parte sensibile e significativa del nostro corpo”.

claudio-e-maria-grazia
Claudio e Maria Grazia Cutuli

Suo alter ego è la moglie Maria Grazia, che lo sostiene in ogni progetto, vedi quello legato al sociale che ha visto la maison supporter dell’Associazione ONLUS IL PELLICANO.

“Mariagrazia per me è un centro di gravità, la famiglia sta alla base dei grandi progetti. afferma Claudio Cutuli –Abbiamo voluto sostenere l’Associazione Il Pellicano poiché sin da subito la loro mission mi ha catturato. Poter offrire, attraverso il nostro sostegno professional,e la possibilità di guarire a coloro che sono affetti da disturbi alimentari credo costituisca la gratificazione più grande. Nel 2016 abbiamo supportato il sogno/progetto di Marianna Spagnoli, una delle pazienti del centro che grazie al nostro aiuto, attraverso il lavoro di fashion designer, non solo è riuscita a guarire dalla malattia ma ha anche realizzato il suo sogno di diventare stilista disegnando delle sciarpe dedicate che abbiamo deciso di produrre in filato di ortica, pianta nobile scelta non casualmente quale simbolo di vita e di speranza”.

Il proget...

Read More

ELEVENTY apre a Catania alla vigilia della Milan Fashion Week

Il Gruppo Eleventy apre  in Sicilia e inaugura a Catania, in Corso Italia 48-50, il primo monomarca per uomo e donna, in collaborazione con Claudio Miceli. La nuova boutique a Catania, nella via della moda, accoglie le collezioni uomo, donna e home su una superficie di centocinquanta metri quadri. Eleventy e Miceli si incontrano uniti dallo stesso obiettivo: “Vogliamo salvaguardare la manifattura italiana, sartoriale attraverso un concetto di lusso responsabile e fare sentire bene chi indossa i nostri capi in qualsiasi momento della giornata”.

Eleventy promuove da sempre il concetto di un neo-lusso responsabile; l’azienda Claudio Miceli nasce nel  1981 con un progetto preciso: portare in Sicilia, la qualità e l’esclusività dei marchi di alta moda nazionale ed internazionale.

14344708_10209250019921672_5148181698504133510_n

Eleventy si distingue attraverso il concetto di un neo-lusso responsabile, con una proposta ampia di look per l’uomo e per la donna (75% – 25%), che include anche accessori e piccola pelletteria.

Il brand è stato fondato nel 2007 da Marco Baldassari, amministratore delegato e direttore creativo collezione uomo; Paolo Zuntini, ceo-fondatore e responsabile vendite e direttore creativo collezione donna; Andrea Scuderi, ceo-fondatore e responsabile di logistica e produzione. Nel dicembre 2014, nella sua compagine azionaria è entrato Vei Capital, operatore di private equity a cui attualmente fanno capo il 51% delle quote.

Il risultato raggiunto, in soli 9 anni,  premia la scelta strategica dell’azienda che, in controtendenza, ha investito su un sistema produttivo outsourcing con l’obiettivo di  salvaguardare e valorizzare le eccellenze locali, attive in settori specifici, creando un network di 94 micro imprese selezionate, dalla Puglia al Veneto, secondo specializzazioni e mestieri.

schermata-2016-09-14-alle-11-25-21

E’ recente...

Read More

LANCIA premia i finalisti del “Time Award” al White

LANCIA, sponsor di Time, progetto internazionale rivolto alle aziende e ai marchi della moda contemporary, è stata protagonista della premiazione del “Time Award”. Anche in questa edizione il concorso ha coinvolto giovani artisti, con l’impegno di far emergere e sostenere il talento, mettendo in primo piano lo stile del Dress in Italy. Il concorso è stato organizzato da White, la rassegna milanese espressione della cultura contemporary e da Camera Italiana dei Buyer della Moda, con il patrocinio del Comune di Milano. In questa circostanza è stata esposta la Ypsilon personalizzata dall’artista Erika Calesini, che per l’occasione ha ricoperto la vettura di farfalle in eco pelle e borchie, insieme alla serie speciale Mya.

160620_Lancia_HP-2

Tra dieci finalisti, il premio LANCIA è stato assegnato a Federica Tosi, un brand creato dall’omonima designer romana che esprime la sua visione innovativa ed estremamente contemporanea del vestire femminile in un nuovo concetto di Made in Italy. Supportate da una visione ampia e attenta del prodotto e delle esigenze di mercato, le collezioni Federica Tosi mediano tra artigianalità e design, trovando concreta espressione in un look minimal e sofisticato con capi eclettici dalla forte connotazione urbana.

Contesto urbano dove si esprime al meglio anche Lancia Ypsilon, la Fashion City Car che scrive da più di trent’anni una storia di grande successo. È la più venduta del segmento B, con una quota del 14,6% da inizio anno, venduta in quasi 34.000 unità con un incremento del 29% rispetto allo stesso periodo del 2015. A esprimere al meglio eleganza, stile e attenzione ai gusti del pubblico femminile tipicamente Lancia è arrivata negli showroom la nuova serie speciale Mya, che ha riscosso un immediato successo in soli due mesi dal lancio.

Read More

Fuorisalone, oltre l’evento…il design è mood!

Stella McCartney lancia la nuova collezione Rainbow Pop Falabella in occasione del Salone del Mobile 2016, per gli eventi del Fuorisalone. La collezione sarà disponibile in anteprima mondiale a Milano nello store Stella McCartney di Via Santo Spirito  e nel corner in Rinascente a partire dal 12 di Aprile 2016. Per celebrare l’estate e i suoi vivaci colori l’iconica mini tote Falabella in shaggy deer con la riconoscibile catena intrecciata viene declinata nei sette colori dell’arcobaleno: azzurro, blu acceso, viola brillante, rosa shocking, ciliegia, arancione e giallo. Ogni colore rappresenta un mood diverso: azzurro per la serenità, blu acceso per la fiducia in se stessi, viola brillante per il divertimento, rosa shocking per l’amicizia, ciliegia per l’amore, arancione per l’allegria e giallo per la gioia. Abbinati alle mini tote Falabella sono disponibili cover per Iphone6, portafogli e porta carte.La nuova collezione Rainbow Pop Falabella di Stella McCartney è  realizzata in una particolare nappa eco-sostenibile prodotta da risorse rinnovabili rispettando la filosofia cruelty free della designer.

Read More

Toni Pellegrino, la creatività dell’hair stylist diventa brand

© Cristian Castelnuovo

© Cristian Castelnuovo

Un background che lo rende oggi indubbiamente uno degli hair stylist più conosciuti in Italia. Il siciliano Toni Pellegrino (nella foto a sinistra) ha messo in pratica la sua creatività e, con il suo carisma, si è imposto all’attenzione di stilisti affermati che lo hanno scelto per le fashion week di Londra e Milano firmate Miu Miu, Calvin Klein, Missoni, Prada, Antonio Marras e Vivienne Westwood. E come tutor è tra i protagonisti più ricercati del programma di Rai2 “Detto Fatto” condotto da Caterina Balivo. Lo scorso febbraio, a Bologna, il debutto, in occasione del “Wella Collection Show”, con il suo brand “TONIPELLEGRINO Art and Science”.

Toni Pellegrino, esci da una realtà come quella di TonyandGuy e lanci il tuo brand. Un passo importante dettato da…?

“Dettato dal coraggio suggerito da un sogno, la naturale conseguenza di un processo evolutivo, di tanti passi in avanti fatti fino a oggi per arrivare a questo determinante. Certo, come ogni fase importante della vita è in parte accompagnato da remore e dubbi, fanno parte dell’essere umano e io non vorrei nemmeno farne a meno. Ma non vivo però questo momento con pesantezza, piuttosto è come quando, dopo un corso di studi, sei laureato e inizi un tuo percorso. Magari rimani col cuore legato a quella realtà che ti ha formato, ma vien fuori la felicità di una nuova esperienza personale che trova un suo merito anche nel passato”.

Dove porta il viaggio che hai appena intrapreso, forse a una catena di franchising con il tuo nome?

“Il mio sogno è divulgare il brand quanto più possibile, creare più posti di lavoro e persone felici di fare questo mestiere; anzi trasformare il mestiere in professione per coloro che ambiscono ad essere parrucchieri completi”.

_MG_5638- Toni Pellegrino

In che senso? I competitor non mancano… certamente hai in serbo una carta da giocare?

Read More

60 brand alla Shanghai Fashion Week

Al via la Shanghai Fashion Week. Nei sette giorni di manifestazione, in cinque location, in programma le sfilate di 60 marchi oltre a 12 presentazioni. La manifestazione, giunta alla quattordicesima edizione (la settimana della moda è stata istituita nel 2003), è divenuta negli anni un punto di riferimento per la moda asiatica. Da un lato, essendo riuscita a coinvolgere una serie importante di griffe internazionali (Salvatore Ferragamo, Lanvin, Paul & Shark, Vivienne Westwood, Vivienne Tam, Vera Wang, Dsquared2,Alberta Ferretti, Blumarine, Aigner, Jean Paul Gaultier, i migliori brand di Karl Largerfeld). Dall’altro, avendo centrato l’obiettivo di valorizzare lo stile cinese. Partita con sfilate unicamente straniere, i cinesi hanno iniziato a sfilare nel 2005 (4 stilisti per una sola sfilata). Oggi, il 60% dei marchi presenti saranno designer indipendenti cinesi, spesso formatisi nelle scuole inglesi o alla Marangoni che ha aperto oltre Muraglia due anni fa.

Models presents creations by We Couture during Shanghai Fashion Week April 11, 2014. REUTERS/Carlos Barria (CHINA - Tags: FASHION) ORG XMIT: CB12

Oltre a questo, l’ente organizzatore, il Shanghai International Fashion Center (Sifc, organizzazione no-profit autorizzata dal governo municipale di Shanghai), ha affiancato alle sfilate un importante appuntamento commerciale, la fiera Mode Shanghai Fashion Trade Show. L’esposizione, giunta alla terza edizione, ha registrato la presenza di circa 20 showroom che porteranno oltre 450 brand (erano 350 nell’aprile 2015; 400 lo scorso ottobre). Alla scorsa edizione, i visitatori sono stati circa 6.000 di cui 30 per cento buyer.

Sha...

Read More