tagged posts

Milan Fashion Week, l’evergreen sono le top model regine

Le vere protagoniste alla MFW di settembre per la SS18 sono state le top model evergreen Naomi Campbell, Cindy Crawford, Claudia Schiffer, Carla Bruni e Helena Christensen. Loro, le regine delle passerelle degli anni 90, non hanno lasciato la corona e insieme hanno celebrato Gianni Versace nel ventennale della scomparsa. Le amiche di Gianni, splendide e inarrivabili per bellezza, stile, carisma, eleganza. Quest’edizione della Milan Fashion Week, che ha registrato l’assenza di importanti griffe –non hanno sfilato in calendario, tra gli altri, Dsquared ed Emporio Armani- sarà ricordata specialmente per lo show di queste cinque protagoniste.

A Milano si rivede il green panel proposto nello scorso luglio da Taomoda. Anche alla Milan Fashion Week, com’era stato la scorsa estate a Taormina, l’ecosostenibilità trova il suo spazio in un’edizione contraddistinta dal green nella domenica vigilia della giornata finale.

Poi un susseguirsi di sfilate, dentro e fuori calendario.

Un binomio creativo che si conferma in perfetta armonia è quello tra il designer pugliese Mario Dice e l’hai stylist siciliano Toni Pellegrino, uniti dall’amore per l’arte, per la storia, per la letteratura. A ispirare la collezione di Mario Dice  è stata la figura di Lucrezia Borgia. Con i suoi abiti lo stilista  racconta di una femminilità forte e magnetica, romantica e sensuale. Per celebrare la dualità e la bellezza dell’unione degli opposti, nella collezione convivono volumi ora ampi e ariosi, ora lineari e castigati. Lunghi vestiti asimmetrici arricchiti da inserti a contrasto. Ancora una volta lo stilista pugliese (che proietta la propria creatività su un doppio binario, il proprio omonimo brand e Capucci) aggiunge preziosità agli abiti. I tessuti – unici, pensati e creati su antichi telai – e gli accessori gioiello da indossare anche sul viso. L’ArtTeam di Toni Pellegrino con la direzione di Salvo Binetti (nel backstage della sfilata hanno lavorato Alessandro Galetti, Ivana Ilijeva, Leo Libardi, Antonello Lotito, Gessica Maltese, Luca Morellato e Salvo Peluso) abbina, per i capelli, chignon e soggolo nero. Linee pulite e un dettaglio d’ispirazione rinascimentale che rimanda al mondo monastico e accentua la sensualità. Grazia e purezza, eleganza e santità. L’hair stylist modicano spiega: «Per Mario Dice abbiamo scelto delle acconciature che rappresentano una perfetta graficità e geometria».

Tra i nomi di cui si sentirà sempre più parlare, quello di Salvatore Piccione«Sono soddisfatto per il lavoro che abbiamo portato in passerella – afferma- e  ringrazio Camera Moda, che già mi supporta da quattro stagioni, per la mia sfilata ci ha messo a disposizione una sala molto prestigiosa. Per la Spring-Summer 2018 ho concentrato la mia creatività sulle terre esotiche del Sud America, ho creato diverse combinazioni attraverso cui traspare la flora e la fauna di questi ambienti con sovrapposizioni di tessuti paillettes che sovrastano tulle ricamati con dei fiori. Uno stile garbato che spazia dall’Occidente all’Oriente».

Dalle emozioni passiamo al brio di Hello Kitty special guest di Anteprima, maison fondata da Izumi Ogino, che per la SS 2018 propone una stagione di luce con la sensualità dello specchio. Pannelli irregolari, texture, motivi mixati per distinguersi. Tinte vivaci e spontanee esaltano la bellezza e la luce femminile con un tocco di PVC che ritroviamo sui capispalla primaverili. Tessuti che scorrono e splendono, strip morbide, silhouette asimmetriche, tinte vivaci e spontanee esaltano la bellezza e la luce femminile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Izumi Ogino e Hello Kitty per Anteprima

Atmosfera parigina quella percepita durante la...

Read More

La Camera Nazionale della Moda Italiana a supporto di Operation Smile Italia Onlus

L’universo fashion sempre più vicino alla Fondazione umanitaria Operation Smile Italia Onlus presieduta da Santo Versace. Dopo il successo dell’evento “WINE FOR SMILE” – l’asta benefica dei vini organizzata da Operation Smile lo scorso dicembre al circolo canottiereri Aniene di Roma e supportata tra gli altri anche dal Presidente di TAOMODA Agata Patrizia Saccone – anche la Camera Nazionale della Moda Italiana in occasione della imminente Milan Fashion Week entra in scena a supporto di Operation Smile Italia attraverso Charity Stars, una piattaforma di fundraising che coinvolge tutti gli associati della Camera Nazionale della Moda Italiana tra questi le maison Moschino, Fay, Alberta Ferretti, Etro, Trussardi, Anteprima, Byblos, Genny, Ferragamo, Versace e tanti altri che hanno messo all’asta alcuni inviti per i loro fashion show in programma all’interno del calendario di Milano Moda Donna dal 22 al 27 febbraio. L’85% dell’intero ricavato sarà devoluto all’attività umanitaria della Fondazione. Fino al 22 febbraio tutti gli appassionati di moda potranno aggiudicarsi all’asta i biglietti per assistere alle sfilate, per partecipare https://www.charitystars.com/mfw

“Sono contento che il mondo della moda abbia deciso di supportare con entusiasmo la causa di Operation Smile – afferma Santo Versace. I bambini che nascono con malformazioni al volto facilmente correggibili, soprattutto nei Paesi più poveri ed in via di sviluppo, sono soggetti ad esclusione sociale, discriminazioni, isolamento ed episodi di bullismo, anche scolastico. Per curare chi nasce con queste patologie, è necessario un intervento chirurgico che dura circa 45 minuti. Operation Smile sostiene chi ha bisogno di essere operato e non ha accesso ad assistenza chirurgica sicura, tempestiva ed efficace”.

“Ringrazio Santo Versace, Presidente di Operation Smile Italia Onlus, per aver coinvolto CNMI in un progetto bello e meritevole ovvero donare il sorriso ai bambini, come fa lui da molto tempo con generosità e passione – afferma Carlo Capasa, di Camera Nazionale della Moda Italiana. I protagonisti della moda italiana sono, ancora una volta, orgogliosi di partecipare tutti insieme ad un efficace progetto di solidarietà, cha già ridato il sorriso a più di 240.000 bambini nel mondo”.


– Qual è la mission che si p...

Read More

COUTŪ & Francesca Vaccaro, stelle nascenti

di AGATA PATRIZIA SACCONE

COUTŪ sta alla moda come Francesca Vaccaro sta alla creatività. Un‘equazione perfetta per il brand stella nascente dell’universo fashion le cui collezioni sono disegnate, appunto, dalla stilista Francesca Vaccaro.

img_9718
Francesca Vaccaro

La linea nasce dal connubio con la maison Claudio Cutuli, che si scommette con intuito e innovazione prima tenendo a battesimo il marchio con la collezione spring-summer 2017 presentata lo scorso settembre nella capitale meneghina in occasione di Milano Moda Donna  (outfit in pelle che spaziano dai capi spalla ai mini dress, con tagli e incisioni a laseraggio assolutamente perfetti, degni di un lavoro di munuziosa ricercatezza) e poi con la collezione autunno-inverno 17/18 BARK & RUST (con la corrosione della ruggine e le crepe irregolari delle cortecce come ispirazione). 

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Claudio e Mariagrazia Cutuli sono stati fondamentali per la realizzazione del mio progetto” – spiega la stilista- “L’idea è un’evoluzione del desiderio di volersi allontanare dall’omologazione e concretizzata con la creazione di una linea in pelle molto bon ton”.

La donna...

Read More

La bellezza ispira la ss17 di Ermanno Scervino

woman_ss17-5La collezione Ermanno Scervino Donna per la primavera/estate 2017 è percorsa da una tensione continua verso la bellezza oggettiva, ottenuta attraverso una meticolosa cura per i dettagli nella costruzione dei capi e nella scelta dei materiali. Manualità sartoriale, contemporanea e affinata da un continuo processo di sperimentazione, al servizio del bello. La bellezza, prima di tutto e sopra tutto. Una bellezza incontestabile, sempre riconoscibile, mai nostalgica. Non solo attuale, ma addirittura proiettata nel futuro.

Tutto è nuovo. Il pizzo plissettato – tratto iconico della Maison – è più moderno, lavorato a nido d’ape con tecniche sartoriali d’avanguardia. Le righe, accostate verticali e orizzontali, creano nuovi effetti optical...

Read More

ELEVENTY apre a Catania alla vigilia della Milan Fashion Week

Il Gruppo Eleventy apre  in Sicilia e inaugura a Catania, in Corso Italia 48-50, il primo monomarca per uomo e donna, in collaborazione con Claudio Miceli. La nuova boutique a Catania, nella via della moda, accoglie le collezioni uomo, donna e home su una superficie di centocinquanta metri quadri. Eleventy e Miceli si incontrano uniti dallo stesso obiettivo: “Vogliamo salvaguardare la manifattura italiana, sartoriale attraverso un concetto di lusso responsabile e fare sentire bene chi indossa i nostri capi in qualsiasi momento della giornata”.

Eleventy promuove da sempre il concetto di un neo-lusso responsabile; l’azienda Claudio Miceli nasce nel  1981 con un progetto preciso: portare in Sicilia, la qualità e l’esclusività dei marchi di alta moda nazionale ed internazionale.

14344708_10209250019921672_5148181698504133510_n

Eleventy si distingue attraverso il concetto di un neo-lusso responsabile, con una proposta ampia di look per l’uomo e per la donna (75% – 25%), che include anche accessori e piccola pelletteria.

Il brand è stato fondato nel 2007 da Marco Baldassari, amministratore delegato e direttore creativo collezione uomo; Paolo Zuntini, ceo-fondatore e responsabile vendite e direttore creativo collezione donna; Andrea Scuderi, ceo-fondatore e responsabile di logistica e produzione. Nel dicembre 2014, nella sua compagine azionaria è entrato Vei Capital, operatore di private equity a cui attualmente fanno capo il 51% delle quote.

Il risultato raggiunto, in soli 9 anni,  premia la scelta strategica dell’azienda che, in controtendenza, ha investito su un sistema produttivo outsourcing con l’obiettivo di  salvaguardare e valorizzare le eccellenze locali, attive in settori specifici, creando un network di 94 micro imprese selezionate, dalla Puglia al Veneto, secondo specializzazioni e mestieri.

schermata-2016-09-14-alle-11-25-21

E’ recente...

Read More

L’etnicità colorata di STELLA JEAN per l’a/i 2016-17

Stella Jean torna con la sua etnicità, stavolta eclettica. Cappotti con stampe di uomini in uniforme, ripresi su alcuni pantaloni decisamente stravaganti. Il taglio è sempre a palazzo con decori e stampe tribali mixate al denim. Sfilano mantelle extra large, gonne fluide accostate a camicie a quadri e cardigan in lana, nonchè longuette con applicazioni multicolor. Camicie e tute hanno le ruches. Non mancano giacche in pelle e sovrapposizioni di gonne e pantaloni che fanno molta scena.

Colori: Blu, nero, rosso, giallo. Must Have: Longuette e stampe tribali. Accessori: Tracolla con frange, occhiali tondi, borsa a mano con stampe, sandali in plastica trasparente, sandalo con piume, anelli vistosi, bracciali rigidi in oro e rame.

FullSizeRender

Il coro gospel e la sfilata fw 2016/17 di Stella Jean all...

Read More

The Apartment, la proposta a/i ULTRACHIC

La nuova collezione autunno-inverno 2016-2017, “The Apartment” di Ultràchic, per la prima volta nel calendario ufficilale della Camera Nazionale della Moda Italiana, racconta le atmosfere di una casa ricca di colori e memorie. L’ispirazione è tratta da oggetti di tutti i giorni presenti nelle nostre case, che prendono vita in stampe, jaquard e ricami. Carte da parati, accessori dalla cucina alla camera da letto, raccolte di dischi vintage, lampadine, boccette di profumo animano tessuti preziosi come seta, viscosa, cotone, cashmere, oltre a non tessuti come le gonne di carta.

ultrachic paratore

Photo Credits: Giovanni Paratore

– Diego Dossola, è un brand giovane Ultràchic che però sicuramente sta facendo passi da gigante…

“È vero, stiamo facendo la nostra strada con passi ponderati, ma adesso stiamo...

Read More

Sleek deco stile anni ’20 per l’a/i di Genny

L’allure passionale ed esuberante di Joséphine Baker, protagonista della Parigi notturna e sfrontata dei ruggenti Anni Venti, si combina con l’attitudine forte e sensuale della fotografia di Helmut Newton nella collezione Genny Autunno/Inverno 2016.

genny paratore

Photo credits: Giovanni Paratore

I colori, le texture e gli effetti luminosi dei frizzanti e opulenti costumi delle ballerine di Charleston si sposano nella collezione an un grafismo dallo spirito iper moderno. Le silhouette sono morbide. Ampi cappotti in un soffice tessuto mohair rivelano all’interno una seconda anima argento iridescente di Lurex che crea un sofisticato gioco di luce, mentre gli eleganti tailleur hanno linee fluide con spalle dolcemente couture e con pantaloni a vita alta che scendono ampi e svasati.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Soggetto iconico dell’Art Deco, che trova il suo periodo di massimo splendore negli anni Venti, la piuma e graficamente riprodotta ad intarsio su una femminile jumpsuite monospalla in cady stretch bicolore bianco e nero. La silhouette della creatura regale è stampata su un cappotto in cavallino stretto in vita con una cintura in vernice e dettaglio gioiello e anche su un abito con scollo profondo in chiffon e lurex con effetto specchio.

Read More