tagged posts

Pirelli The Cal 2017 con gli scatti di Peter Lindbergh

Presentato a Parigi il Calendario Pirelli 2017 realizzato da Peter Lindbergh, uno dei più affermati fotografi a livello internazionale. Con l’edizione 2017, che segue quella firmata da Annie Leibovitz nel 2016, il maestro tedesco diventa l’unico fotografo a essere stato chiamato a realizzare il Calendario Pirelli per la terza volta, dopo il 1996 scattato in California nel deserto di El Mirage e il 2002 realizzato negli Studios della Paramount Pictures a Los Angeles. Nel 2014, inoltre, era stato sempre Lindbergh, insieme a Patrick Demarchelier, a realizzare gli scatti celebrativi dei 50 anni del Calendario che, nato nel 1964, è giunto quest’anno alla sua quarantaquattresima edizione (tenuto conto di alcune pause nella sua pubblicazione).

peter_lindbergh_by_stefan_rappo_2015A spiegare il filo conduttore del Calendario Pirelli 2017 è lo stesso fotografo: “In un’epoca in cui le donne sono rappresentate dai media e ovunque come ambasciatrici di perfezione e bellezza, ho pensato fosse importante ricordare a tutti che c’è una bellezza diversa, più reale, autentica e non manipolata dalla pubblicità o da altro. Una bellezza che parla di individualità, del coraggio di essere se stessi e di sensibilità”. Il titolo “Emotional” scelto da Lindbergh vuole quindi sottolineare come l’intento dei suoi scatti sia stato quello “di realizzare un Calendario non sui corpi perfetti, ma sulla sensibilità e sull’emozione, spogliando l’anima dei soggetti, che diventano quindi più nudi del nudo”.

Per rappresentare la sua idea di naturale bellezza e femminilità Lindbergh ha ritratto 14 attrici di fama internazionale: Jessica Chastain, Penelope Cruz, Nicole Kidman, Rooney Mara, Helen Mirren, Julianne Moore, Lupita Nyong’o, Charlotte Rampling, Lea Seydoux, Uma Thurman, Alicia Vikander, Kate Winslet, Robin Wright, Zhang Ziyi. Alle attrici ha inoltre affiancato Anastasia Ignatova, docente di Teoria Politica presso la MGIMO, l’Università Statale di Mosca per le Relazioni Internazionali.

Scelte che testimoniano, ancora una volta, l’amore di Lindbergh per il cinema e che hanno reso la ‘Cité du Cinéma’ di Saint Denis, uno degli studio di produzione cinematografica più importanti d’Europa, la location naturale per la tradizionale cena di gala in cui viene presentato il nuovo Calendario.

“L’ob...

Read More

La leggerezza di Stella McCartney per l’estate 2017

La collezione estate 2017 di Stella McCartney cattura lo spirito della vita e dell’amore con la leggerezza dell’estate. La diversità nelle forme, che s’incontrano e completano tra di loro, creano morbidezza e serenità in movimento.
Corsetti intarsiati di puro cotone. Spalle dal taglio sartoriale e maniche a palloncino vengono arricchite da pantaloni e gonne arricciati in vita.
All in one e pantaloni in ultra-suede, eco-friendly beige e marroni fanno eco ad un sentimento di libertà in linea con la filosofia cruelty free del brand.

Tessuti organici in mussola di cotone lavato, nelle tonalità naturali di cedro e kaki, formano volumi ricchi su abiti asimmetrici e ampi pantaloni accompagnati da cinture con ...

Read More

One city, one girl: Calu Rivero sulle rues de Paris in Stella McCartney

S16_OCOG_STELLASW_4_72_RGBCalu Rivero -attrice, DJ e attivista argentina – è la protagonista dell’ultimo capitolo della serie One City One Girl . Calu indossa gli abiti della collezione Summer 2016 di Stella McCartney a Parigi, città che ama: “Passeggiare per le strade, sedermi e osservare le persone è la cosa che qui più adoro fare -racconta- come anche visitare il negozio di libri Shakespeare and Company in Rue de la Bûcherie, dove potrei passarc delle ore. Qui è un trionfo dell’arte. Sarebbe un peccato, per chi viene, non vedere poi le esposizioni al Palais de Tokyo e al Louvre, i bellissimi Jardin des Tuileries e ovviamente il Pompidou!”

Donna dal molteplice talento, ha scelto di diventare vegana: “Recitare mi regala tante soddisfazioni -spiega-. Interpretare un personaggio che poi prende vita è davv...

Read More

Sleek deco stile anni ’20 per l’a/i di Genny

L’allure passionale ed esuberante di Joséphine Baker, protagonista della Parigi notturna e sfrontata dei ruggenti Anni Venti, si combina con l’attitudine forte e sensuale della fotografia di Helmut Newton nella collezione Genny Autunno/Inverno 2016.

genny paratore

Photo credits: Giovanni Paratore

I colori, le texture e gli effetti luminosi dei frizzanti e opulenti costumi delle ballerine di Charleston si sposano nella collezione an un grafismo dallo spirito iper moderno. Le silhouette sono morbide. Ampi cappotti in un soffice tessuto mohair rivelano all’interno una seconda anima argento iridescente di Lurex che crea un sofisticato gioco di luce, mentre gli eleganti tailleur hanno linee fluide con spalle dolcemente couture e con pantaloni a vita alta che scendono ampi e svasati.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Soggetto iconico dell’Art Deco, che trova il suo periodo di massimo splendore negli anni Venti, la piuma e graficamente riprodotta ad intarsio su una femminile jumpsuite monospalla in cady stretch bicolore bianco e nero. La silhouette della creatura regale è stampata su un cappotto in cavallino stretto in vita con una cintura in vernice e dettaglio gioiello e anche su un abito con scollo profondo in chiffon e lurex con effetto specchio.

Read More

“Vestire il corpo come fosse una nuvola”. Re Giorgio Armani sceglie il color malva.

100019196-01832a81-0889-4066-8cb0-4cb27e48a5daMonocromatica, soave, elegante. Immersi nella tonalità del lilla o dir si voglia glicine, color malva per l’esattezza. Con un’unica evasione concessa qua e là, il nero. Questa la collezione d’alta moda pensata da “Re Giorgio” Armani e presentata a Parigi sotto gli occhi di Juliette Binoche, Charlotte Rampling e Isabelle Huppert, così come del sindaco di Milano Giuliano Pisapia.

Le brune in lilla di Armani sfilano a _ - http___www.rainews.it_dl_rainews_m

“Vestire il corpo come ci fosse una nuvola” il concetto espresso dallo stilista: “Ho sempre amato vestire le persone con un solo colore” –racconta-  “Ieri era il caso del grigio, del blu, del greige. Oggi è la volta del malva. È un tono idilliaco, dolce, che sta bene quasi a tutte. Ha un’aria rassicurante e allo stesso tempo molto ricercata”. Organza, seta, cristalli, paillettes...

Read More

Al Silmo di Parigi 2015 ITALIA INDEPENDENT presenta il programma “Tailor-Made” e la collezione Superstar

Italia Independent al Silmo di Parigi presenta il suo esclusivo programma “Tailor-Made”, la linea I•I EYEWEAR per bambini e la collezione Superstar autunno/inverno di adidas Originals.

3D Effect

“La presenza di Italia Independent al Silmo è funzionale alla crescita del nostro business in Francia e nel resto dell’Europa, dove si trovano i nostri mercati chiave. Abbiamo aperto da poco due punti vendita monomarca a Parigi e Saint Tropez, pronti a sostenere il Brand in due città dalla clientela base sofisticata, sia francese che internazionale, ” ha dichiarato Andrea Tessitore, Co-fondatore e Amministratore delegato di Italia Independent.

GA, AT E LE

Giovanni Accongiagioco, Andrea Tessitore e Lapo Elkann

“La nuova gamma di prodotti presentata a Parigi, che comprende nuove forme e trattamenti rifiniti a mano, è rappresentativa di tutte le caratteristiche peculiari che distinguono il nostro Brand e lo rendono attraente a livello globale. Il nostro stand sarà incentrato sul programma “Tailor-Made” che offre ai clienti un numero illimitato di combinazioni per le specifiche esigenze nell’eyewear, sia per le montature degli occhiali da sole sia per quelli da vista. Inoltre, la seconda edizione della collezione Superstar di adidas Originals, alla quale è dedicato ampio spazio nel nostro stand, preannuncia le novità che introdurremo nel mercato il prossimo anno, come annunciato all’inizio del corrente mese”, ha commentato Giovanni Accongiagioco, Co-fondatore e Managing Director di Italia Independent.

Elementi moderni uniti ad abilità e...

Read More

EXPO, lo style viaggia nel tempo

Se Milano, la capitale della moda italiana, accoglie l’EXPO, è facile intuire che all’evento legato al tema portante “Nutrire il pianeta” si collegherà inevitabilmente il nuovo style che contraddistinguerà i visitatori attesi da ogni parte del mondo. In fondo lo insegna già la storia dell’Expo stessa, dal 1851 a oggi, raccolta nei cataloghi di Getty Images (e riproposta in questi giorni anche dal sito italiano de La Repubblica). Questo un viaggio nel tempo fatto di immagini:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Read More

A’alcantara, bag icone del lusso Made in Italy

All’origine c’è un materiale dalla formula magica e misteriosa, Alcantara! Un nome che nell’etimologia araba significa “il ponte” e offre spunto di commento al presidente dell’azienda, Andrea Boragno: “Un ponte tra il lusso tradizionale e il lusso inteso come ricerca di nuove forme di bello”.

alcantara 3

Ed in effetti è quanto si individua nelle bag Alcantara, l’accessorio più cool, presentato nell’ambito della recente rassegna Milano Moda Donna, che ha incantato buyer e stampa. Borse esclusive, con il marchio A’alcantara, nate dall’estro creativo del designer Bruno Laurenzano alacantara 4e realizzate nell’omonimo materiale, che rompono  con gli schemi del passato regalando nuove sensazioni visive e tattili pur ispirandosi, ma in chiave moderna, alla couture italiana anni ’50 e ’60.

Tre nuove forme iconiche, una clutch, una tracolla ed una shopping, caratterizzate da fluttuanti piume di struzzo e grossi cristalli, che si alternano a dettagli metallici e macramè nero.  Stampe floreali dal gusto rétro, broderies delicatissime e occhielli d’ispirazione rock suggeriscono nuovi temi evocanti un incessante “reloaded”, combinazione inedita della più avanzata avanguardia tecnologica con la sofisticata artigianalità tipica del Made in Italy.

Read More