tagged posts

Taomoda: tutti i premiati con i Tao Awards 2018

Violante Placido e Alessio Boni gli attori che saranno insigniti dei Tao Awards 2018 domani sera, 21 luglio, in occasione del Gala di Taomoda, in programma al Teatro Antico di Taormina, evento presentato da Cinzia Malvini giornalista de La 7 e Angelo Mellone capostruttura di Rai 1.

A comunicarlo, ieri, il presidente di Taomoda Agata Patrizia Saccone durante il Caffè Letterario, appuntamento nel calendario della Taomoda Week: “Mi sono voluta riservare l’annuncio di questi due premiati, come avevo anticipato in conferenza stampa, per aggiungere una sorpresa in più a quest’edizione denominata gold che ha regalato una settimana di eventi esclusivi a Taormina. Moda, design, formazione, arte, cultura e sana nutrizione hanno coinvolto ogni giorno un pubblico numeroso e di grande richiamo sono state le mostre Contemporary Fashion & Design e la special exibition #saveBorsalino (di cui la stampa ha parlato fino in Brasile) allestite nello storico Palazzo Duchi di Santo Stefano. Sabato 21 luglio il Gala conclusivo con ospiti di prestigio e un parterre d’eccezione, l’apice di una manifestazione, Taomoda, di grande richiamo turistico, sin dal partecipato opening con il taglio del nastro dell’assessore regionale Turismo, Sport e Spettacolo Sandro Pappalardo e dal presidente della Camera Italiana Buyer Moda Mario Dell’Oglio”.

Sul palcoscenico del Teatro Antico, oltre al Gala della moda che vedrà sfilare le collezioni fw 2018/19 di maison internazionali, saranno insigniti dei Tao Awards, oltre agli attori Violante Placido e Alessio Boni per il cinema e la tv, per la moda Sara Cavazza Facchini per Genny, Capucci, Piccione Piccione, Cividini, Les Copains; per il design, Ferruccio Laviani direttore creativo di Kartell; per il giornalismo della moda Patrizia Vacalebri dell’ANSA, per la cultura della moda e dello spettacolo Fabiana Giacomotti; per la medicina il prof.Riccardo Masetti; per la fotografia e il sociale, Stefano Guindani; premio Excellent al cav. Nardo Filippetti, presidente di Eden Viaggi e di Astoi Confindustria; riconoscimento inoltre alla Città di Alessandria e alla giornalista Valentina Frezzato de La Stampa per l’ideazione della mostra #saveBorsalino; e ancora, la scrittrice Manuela Diliberto e per la musica il cantautore Giovanni Caccamo reduce dal successo sanremese e che si esibirà durante la serata.

Ouver...

Read More

DAL 14 AL 21 LUGLIO TAOMODA 2018. A TAORMINA ANCHE L’ESCLUSIVA MOSTRA #SAVEBORSALINO. GALA DEI TAO AWARDS IL 21 LUGLIO AL TEATRO ANTICO

A Taormina, dal 14 al 21 luglio, riflettori puntati sull’attesa TaoModa Week 2018, la kermesse con eco internazionale che alla moda coniuga design, turismo, cultura e sana nutrizione. Serata culminante sabato 21 luglio al Teatro Antico con il tradizionale Gala per la consegna dei prestigiosi e ambiti Tao Awards, assegnati a personaggi del mondo della moda, del design, della televisione, della cultura, dello spettacolo, della scienza, della musica.

Quella di quest’anno sarà l’edizione gold della rassegna diretta dalla giornalista Agata Patrizia Saccone, fondeur di Taomoda – evento patrocinato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana – e che si pregia della presidenza onoraria del Cav.Mario Boselli.

Una settimana densa di appuntamenti, che saranno presentati in occasione della conferenza stampa dell’11 luglio alle ore 10.30 nei saloni di Palazzo Calanna-La Baronessa a Taormina, quando saranno annunciati anche i vincitori dei Tao Awards 2018.

L’opening è fissato per sabato 14 luglio nel trecentesco Palazzo Duchi di Santo Stefano di Taormina – un capolavoro dell’arte gotica siciliana con elementi caratteristici di epoca araba e normanna sito proprio nel cuore della cittadina – dove, oltre alla mostra Contemporary Fashion Design, sarà allestita l’esclusiva mostra #SaveBorsalino, che per la prima volta lascia la città di Alessandria per celebrare l’edizione gold di Taomoda. Le due mostre saranno aperte al pubblico sino al 21 luglio.

TaoModa Awards fo...

Read More

Turismo: un nuovo resort a Modica, un angolo di Eden nel mare di Montalbano

I luoghi sono quelli di Montalbano. Compresi il mare e la spiaggia. E quei paesaggi che conservano ancora l’aspetto di un angolo incontaminato di Paradiso. Siamo a Marina di Modica, a Sud della Sicilia: è qui che nasce un nuovo hotel di charme, un resort 4 stelle, il Modica Beach Resort, con il suo design ricercato che subito denota una spiccata identità.

L’apertura del Modica Beach Resort rappresenta un nuovo, importante tassello nella strategia di ampliamento del portfolio di hotel sul territorio, ciascuno con una propria individualità e personalità ben definita – ha dichiarato il Cav. Lav. Nardo Filippetti, Presidente Eden Hotels + Resorts – “Con questo nuovo progetto, che mira a riattualizzare i valori della tradizione italiana dell’ospitalità, desideriamo offrire ai turisti italiani e internazionali un soggiorno con alti standard qualitativi e servizi d’eccellenza, valorizzando il legame con un territorio ricco di cultura e di bellezze naturali”

Non è un caso che sia stata scelta Modica, una delle più belle località turistiche siciliane, come location per questo nuovo hotel: un luogo in cui la ricchezza culturale e paesaggistica si unisce al fascino di una zona dell’isola che profuma ancora di autenticità. Senza contare la crescita dei flussi turistici dall’estero e la forte presenza di turisti italiani, che rendono questa porzione di territorio la meta ideale per chi è alla ricerca di destinazioni poco inflazionate ma allo stesso tempo capaci di offrire un soggiorno ricco di stimoli e di attrattive naturali” ha sottolineato Daniela Matino Director of Operations di Sicilia Convention and Visitors Bureau.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Modica Beach Resort si pone come punto di riferimento per i visitatori di questa suggestiva area della Sicilia, un mix straordinario che regala ai suoi ospiti la possibilità di evadere dalla realtà quotidiana pur sentendosi a casa.

“Abbiamo fin da subito...

Read More

Un nuovo singolo per Giovanni Caccamo e una clip nata grazie a un contest

Dopo “Eterno” presentato a Sanremo, ecco “Bisogno di tutto”, nuovo singolo del cantautore siciliano Giovanni Caccamo.

Con videoclip frutto di un innovativo format: “Sì, nasce da un contest web in cui ho voluto offrire un ruolo da protagonista ai miei fans. Così ognuno di loro ha inviato un playback filmandolo in un posto significativo della propria vita. Credo che sia la prima volta che in Italia si realizzi un prodotto musicale in questo modo. Oggi interagire direttamente con il pubblico, anche attraverso i social, è fondamentale, consente di parlare a tutti, annulla le distanze e il rapporto diventa anche più confidenziale. E’ pure vero che con i social viene meno quell’alone di mistero che un tempo possedevano gli artisti, oggi è tutto a portata di mano. Resta comunque un’ottima opportunità per creare un link diretto con il pubblico”.

Parliamo di questo tuo recente brano, dal titolo “Bisogno di tutto”: in che senso?

“Costituisce una sorta di elenco di tutte le cose di cui pensiamo di aver bisogno, ma che in realtà invece rappresentano la futilità. Queste ci allontanano dall’essenza dell’animo facendoci perdere il significato di una quotidianità fatta di emozioni, di parole, di sguardi. Il punto è che spesso siamo distratti da molte cose che ci portano lontano dalle persone che amiamo”.

Read More

Alessio Boni: “Ho scelto di fare l’attore, recito in molti thriller e adoro i set dove la natura che mi circonda è protagonista”

di AGATA PATRIZIA SACCONE

Nei thriller Alessio Boni si rivela sempre straordinario interprete, da appassionato lettore di libri gialli. E il successo riscosso di recente al cinema con “La ragazza nella nebbia”, tratto dal romanzo di Donato Carrisi, al fianco di Toni Servillo e Jean Reno, conferma il suo spessore di attore che entra nel personaggio e ammalia il pubblico. Nel film è stato il professore che, trasferitosi ad Avechot con moglie e figlia, finisce nella lista dei sospettati. In televisione invece è stato Fausto Morra, protagonista dell’intrigante fiction “La strada di casa”, che potrebbe tornare con una seconda serie su Rai 1 per il riscontro avuto di critica e di ascolti. Sul grande e piccolo schermo comtemporaneamente a fine 2017, sempre al cinema è arrivato in coincidenza anche “Agadah”, pellicola storica ambientata nel Regno di Napoli.

Adesso Boni è sul set per altri thriller, “Non sono un assassino” e “Tutte le mie notti”. Un momento esaltante per l’attore di Sarnico, un paese in provincia di Bergamo, formatosi all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico: “Si è verificata questa favorevole congiuntura che mi riempie di gioia perché rappresenta un riconoscimento al mio lavoro. Vivo il momento con grande serenità e soddisfazione, mi piace il rapporto con la gente, e ora mi appresto a portare avanti i progetti del 2018”.

– Quali, se vogliamo citarne alcuni?

“Int...

Read More

I luoghi di Montalbano, trend in Sicilia

In Sicilia è record di presenze turistiche nei luoghi del commissario Montalbano. La fiction figlia dei romanzi scritti dalla penna di Andrea Camilleri, ha fatto conoscere borghi, spiagge, paesini della Sicilia carichi di fascino che tutti ormai, visitatori stranieri e locali, vogliono ammirare. A confermarlo i numeri del sistema aeroportuale del sud-est Sicilia: i passeggeri di Catania e Comiso sono passati dai 5 milioni del 2014 ai 6,4 milioni del 2017 (+28%). Nelle strutture ricettive della provincia di Ragusa sono stati superati gli 1,2 milioni di pernottamenti e le prenotazioni sono in crescita. Le scene principali della fiction hanno fatto emergere le bellezze di Ragusa Ibla, Scicli e Modica. Uno dei posti più visitati è la frazione di Santa Croce Camerina, Punta Secca, dove si trova la casa del commissario Montalbano. Si affaccia sul mare e ora è un bed&breakfast dove provare l’ebbrezza di dormire nelle stanze in cui vive il commissario più famoso d’Italia.

Intanto il ragusano, con la regia di Alberto Sironi e protagonista Luca Zingaretti, si trasforma di nuovo set per le nuove puntate del COMMISSARIO MONTALBANO.

IMG_7761

A Scicli il set è approntato nella piazza del Municipio, dove il palazzo comunale nell’occasione si trasforma, in esterno, nel commissariato di Polizia di Vigata. Qui, nei pressi, Salvo Montalbano parcheggia la sua inconfondibile Fiat Tipo

Scopriamo così Vigata, la cittadina siciliana nata dalla fantasia di Andrea Camilleri dove vive e lavora MONTALBANO. Nell’idea dello scrittore, Vigata è una proiezione di Porto Empedocle, sua città natale; nella ricostuzione televisiva è invece un mix di luoghi della Sicilia meridionale, tra chiese barocche, pietre bianche, palazzi storici, quartieri arabi, rigogliosi giardini e spiagge lunghe e sabbiose. Ma Vigata è soprattutto il cuore barocco patrimonio dell’Unesco, da Scicli -appunto- alla splendida Ragusa Ibla. E’ questo l’universo in cui agisce il più famoso dei commissari (in tv interpretato da Luca Zingaretti, ormai vero volto di Salvo Montalbano, o nella versione giovane da Michele Riondino).

La casa di Marinella abitata da Montalbano in realtà si trova a Punta Secca, frazione di Santa Croce Camerina: quando non vi è allestito il set, è un bed & breakfast con al primo piano la terrazza che si affaccia sul mare. Nella piazzetta limitrofa, vicino al faro, un’insegna indica, inoltre, che a pochi passi si possono gustare gli “arancini di Montalbano”: non saranno quelli famosi del libro, ma la trasposizione è fonte di business.

Il turismo ha tratto vantaggi notevol...

Read More

Manuela Ventura con Sergio Castellitto nel film tv Rai che ricorda il giudice Rocco Chinnici

(di AGATA PATRIZIA SACCONE)

“In un momento così particolare poiché ci avviamo a una fase di cambiamento per il nostro Paese, quello che possiamo augurarci è di ritrovarci ognuno nel quotidiano, creare relazioni sia tra gli adulti che tra i bambini e in particolare –come diceva Rocco Chinnici- riconoscere quell’importante valore che rappresentano le nuove generazioni, avide di sapere per cui hanno bisogno di questi momenti di confronto e di consapevolezza. Se si può, come si deve fare, sperare nel cambiamento, bisogna puntare sui giovani”.

Manuela Ventura, l’attrice che interpreta Tina Chinnici nel film Tv Rai “E’ così lieve il tuo bacio sulla fronte” (prodotto dalla Casanova di Luca Barbareschi per la regia di Michele Soavi e tratto dal romanzo biografico di Caterina Chinnici) è convinta che il futuro va guardato puntando sui giovani. Coloro che non hanno vissuto gli anni drammatici di una Sicilia macchiata di sangue e che ha avuto veri eroi pronti a sacrificare le proprie vite. Uno di questi, proprio il giudice Rocco Chinnici, l’ispiratore del pool antimafia.

Manuela come hai vissuto il tuo ruolo impegnativo di Tina Chinnici accanto a Sergio Castellitto?

“Quando mi hanno comunicato della scelta di assegnare a me quel ruolo, ho provato una forte emozione, ma anche senso di responsabilità per il personaggio che avrei dovuto interpretare. L’idea di recitare accanto a Sergio Castellitto, poi, non nascondo che mi ha creato aspettative e allo stesso modo ansia. Sin da subito comunque con lui si è istaurato un feeling professionale. Tra noi abbiamo avuto modo di poterci confrontare e soprattutto mi ha dato diversi consigli. Stavo sul set a seguire Castellitto anche quando non avevo scene da girare con lui. Per me era importante capire al meglio la linea che stava tracciando. Ciò mi ha consentito, in una storia cosi delicata e forte, di rasserenarmi e di ricoprire al meglio il ruolo”.

Read More

Moak, i 50 anni della coffee company made in Modica

Regalità, imprenditorialità e cultura sono i tre elementi che contraddistinguono il 50° anniversario di Caffè Moak. Una voglia di ritorno alle radici per l’azienda che dal 1967, anno in cui venne fondata da Giovanni Spadola, fino a oggi ha raggiunto importanti traguardi diventando una coffee company tra le più rilevanti in Europa.

Un compleanno celebrato da nord a sud, dalla capitale meneghina in occasione di HOST -la fiera internazionale del caffè- a Modica (città dove è nata e ha sede l’azienda) con la nuova edizione di Caffè Letterario Moak.

Livia e Giovanni Spadola con i figli Alessandro e Annalisa per il taglio della torta del 50° anniversario

Giovanni Spadola, 50 anni costituiscono un importante traguardo. Facendo un excursus cosa cambierebbe o riconfermerebbe del suo percorso professionale?

“Nel bene e nel male ripercorrerei tutto quello che ho fatto in questi cinquant’anni. Ho sempre cercato di allineare l’azienda ai tempi che oggi rispetto ad allora sono certamente assai diversi. Ho perorato il rinnovo delle risorse umane all’interno dell’azienda ed è per questo che ho trasferito parte del testimone ai miei figli”.

Come vede i giovani imprenditori di oggi?

“Sicuramente vedo molta più professionalità rispetto a 40 anni fa. Allora la chiave del successo era data dall’intuito, personalmente ho sempre cercato di anticipare i tempi facendo delle programmazioni pluriennali. Allora ci si poteva permettere anche di sbagliare, oggi il mercato non lo consente”.

Moak è un’azienda all’avanguardia, che ha scelto di festeggiare il 50° anniversario tra Milano e Modica…

“Sì, abbiamo voluto celebrare il nostro anniversario a Milano in concomitanza con la fiera internazionale Host cogliendo così l’occasione per coinvolgere anche nostri importatori esteri e i diversi concessionari italiani. A Modica, invece, abbiamo voluto coniugare i festeggiamenti dell’importante anniversario con la cultura grazie a Caffè Letterario Moak, che negli anni è diventato uno dei festival letterari italiani più rilevanti”.

Alessandro, Giovanni e Annalisa Spadola

L’es...

Read More