Ballando con Milly

carlucciSi chiude il sipario sulla nona edizione di BALLANDO CON LE STELLE, in una stagione del programma che certamente sarà ricordato anche per le polemiche legate al caso Oxa. Anche in questo caso, però, secondo la padrona di casa Milly Carlucci, tutto fa parte del “bello della diretta”: “La peculiarità della  diretta è che succedono anche delle cose inaspettate, che ciò poi crei qualche polemica lo considero sempre collegato ad  un fatto. L’infortunio al ginocchio della Oxa non si poteva ad esempio certo prevederlo tant’è,  che a dispetto di ogni polemica la concorrente si è dovuta ritirare dalla gara”.

Il Codacons ha attaccato il programma sostenendo che si sarebbe dovuto trasmettere la pubblicità poco dopo l’incidente della Oxa …

“Non è nemmeno una prassi, noi eravamo appena rientrati dalla pubblicità. La Sipra, che stabilisce i regolamenti della pubblicità, non mette mai due pubblicità consecutive. Basti pensare  al campionato  di calcio, di tennis o di qualsiasi altra disciplina,  se un giocatore si infortuna non mandano in onda certo la pubblicità”.

Tra gli insegnanti di ballo abbiamo ritrovato ancora il siciliano Raimondo Todaro, un ballerino che lei ha visto crescere sia anagraficamente che professionalmente…

“Ormai è un uomo ed è appena diventato papà. Ricordo ancora il suo primo provino, il ragazzino altissimo con la canotta bianca.  Notammo  subito Raimondo, spiccava per la sua vivacità, intelligenza  e per la giusta dose di reattività”.

Tra i vostri competitor della nona edizione c’è stato “Italian’s go talent”…

“In realtà noi non abbiamo mai considerato il programma un nostro competitor, ognuno ha fatto la propria strada. I veri competitor sono all’interno della stessa azienda, quando Rai 2 e Rai 3 hanno dei programmi forti Rai 1 naturalmente soffre, anche se ritengo che il grande competitor di Ballando con le stelle sia stato il calcio”.

La tv di oggi offre un pacchetto ampio di proposte televisive, il pubblico di Ballando con le stelle è rimasto fedele in termini di ascolto?

“Alla grande offerta televisiva, si aggiunge un’economia che soffre sempre più e che di conseguenza si riflette sui prodotti televisivi. La televisione generalista ha ceduto una parte dei suoi spettatori ad altri, il pubblico di telespettatori viene sottratto anche dai canali settoriali. Non sono più i tempi degli anni sessanta in cui si puntavano tutte le risorse in un unico programma”.

Eppure Rosario Fiorello ha tratto moltissimo dal format dei varietà degli anni sessanta riscuotendo grande successo di ascolti…

“Fiorello è un personaggio talmente speciale che con la sua grinta conquisterebbe chiunque. Lui è format di se stesso”.

Se oggi dovessero proporle la conduzione di un programma tipo DOMENICA IN o comunque un programma di fascia pomeridiana tipo LA VITA IN DIRETTA accetterebbe?

“L’idea di occuparmi di ballo e di musica mi entusiasma proprio perché sin da ragazzina è stata una mia grande passione. Io ho sempre condotto programmi in prima serata e di intrattenimento, non mi sono mai potuta cimentare in cose lunghissime perché ho avuto dei figli da seguire e da crescere. Io cerco degli impegni professionali che mi permettono di seguire la mia famiglia”.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.