Category

Simone Susinna, dalla passerella sogna il cinema

Mentre cavalca l’onda del sogno appena realizzato, il modello catanese Simone Susinna, richiestissimo dagli stilisti più importanti tra cui Giorgio Armani che lo ha tenuto a battesimo sulle passerelle milanesi, si accinge a realizzare un nuovo progetto quello di diventare attore e recitare accanto a Monica Bellucci. Intanto all’ultima fashion week milanese fw 2015/16 ha sfilato per Dolce & Gabbana, John Richmond, Ermanno Scervino.

A soli ventuno anni, alto un metro e ottantotto, occhi azzurri come il mare di Sicilia, Simone Susinna da commesso in poco meno di un anno diviene uno dei modelli più richiesti del panorama nazionale. “Non avevo alcuna intenzione di lasciare Catania perché sono troppo legato alla mia terra e alla mia famiglia – afferma Simone– cosicchè per otto mesi ho fatto da spola tra Catania e Milano sino a quando lo scorso settembre insieme alla mia ragazza abbiamo deciso di trasferirci e andare a vivere nella capitale meneghina”.

imageSimone il sogno diventa realtà, da commesso in un negozio di abbigliamento oggi sfila per i grandi nomi della moda, come inizia il suo percorso professionale nell’universo fashion?

Tutto ebbe inizio due estati fa in una discoteca di Taormina dove un booker mi propose di partecipare ai casting di alcune agenzie di  Milano ed entrare quindi a far parte dell’universo moda. Non nego che all’inizio ero molto perplesso perché non mi andava di lasciare la mia terra, i miei affetti, insomma il mio mondo. Lo scorso gennaio,  grazie all’incoraggiamento dei miei genitori e della mia ragazza, presi la decisione di partire per partecipare ai casting della Milan Fashion Week e da li è stato tutto un crescendo poiché sono stato tenuto a battesimo per la mia carriera di modello dal grande Giorgio Armani  che mi ha scelto per sfilare la collezione della linea Emporio Armani. Naturalmente avendo sfilato per Re Giorgio a seguire, nel settore,  mi si sono prospettate  tante nuove opportunità di lavoro cosicchè ho deciso anche di cambiare agenzia passando alla D’management che è la tra le più importanti in Italia.

Dopo la Milan fashion week dello scorso gennaio che ti ha tenuto a battesimo per la tua carriera di modello, quali sono stati gli step successivi?

Ho lavorato con importanti maison sfilando per Dolce & Gabbana, John Richmond, Diesel, facendo anche da testimonial per diverse campagne pubblicitarie. Posso affermare  che dallo scorso gennaio la mia vita è cambiata!

E parlando appunto del pre-Milan fashion week, come si svolgeva la tua vita prima dello scorso gennaio?

Non avendo una particolare predilezione per lo studio, subito dopo il diploma ho lavorato all’interno di una boutique di abbigliamento  in Sicilia e poi davo spazio ai miei hobby, la palestra e il calcio, ritengo che la cura del fisico sia importante!

Quali sono gli accorgimenti cui un indossatore deve prestare attenzione per mantenere un fisico in perfetta forma?

Innanzitutto è fondament...

Read More

IL DEBUTTO DI LEITMOTIV A MILANO MODA DONNA

Leitmotiv RS15 4358“Debuttare nella kermesse milanese accanto ai grandi nomi della moda è un’opportunità importantissima per noi giovani creativi e rappresenta una nuova affermazione del nostro brand, in un’avventura che è una crescita continua”  hanno dichiarato i due designer di LEITMOTIV Fabio Sasso e Juan Caro, che vantano entrambi una formazione e un passato professionale nell’arte e che cominciano l’avventura di Leitmotiv nel 2006 con una mostra a Bologna.
Leitmotiv RS15 3813Leitmotiv, ovvero “motivo conduttore”: questo il significato del nome del brand, che unisce arte e moda in un percorso ideale e che rappresenta le due personalità dei designer, l’amore per la sartorialità e cura del dettaglio di Fabio Sasso e la passione per l’arte e la continua ricerca di Juan Caro.
Una moda che, grazie agli abiti, racconta una fiaba, giocando con lo spazio e con il tempo, scoprendo nuove e colorate dimensioni, simili a un immaginario fantastico, rese tangibili da stampe digitali e da tessuti indossabili nel quotidiano, ma curati con finish sofisticati. Una vera e propria arte applicata alla moda, in cui forme e volumi sono simili a tele dipinte ma da indossare nel quotidiano: una magia declinata
in collezioni femminili e maschili che ora è pronta a presentarsi in grande stile al pubblico milanese.
Uno stile inimitabile e unico che, fin dal suo esordio, ha conquistato l’attenzione di Camera Nazionale della Moda che ha creduto nel talento dei due stilisti accompagnandoli lungo il loro percorso di crescita, che ha avuto il suo primo e importante step con la partecipazione come finalisti a Who is on Next, nel 2008.

Read More

AIGNER festeggia i suoi 50 anni alla Milan Fashion Week con l’ICONIC collection

AIGNER SS15.5MILANO – La maison tedesca Aigner celebra il suo 50° Anniversario alla Milan Fashion Week con un’emozionante collezione Primavera/Estate 2015. Il tema principale della ICONIC Collection sono appunto le Icone, leggende, figure di culto. Hanno glamour e carisma, suscitano entusiasmo e desiderio. Una fusione tra tradizione e moda contemporanea, stile, ricercatezza e avanguardia. Mai prima d’ora Christian Beck, l’Head Designer, aveva studiato tanto a fondo l’archivio aziendale, entrando nel “sacro scrigno” della Maison alla ricerca di ispirazione. Tutto ciò ha dato vita ad abiti estremamente femminili e sexy, modelli aderenti e svasati con trasparenze. Le silhouette sono slim e modellate con un occhio allo stile degli anni ’70.

AIGNER SS15.2Abiti dal taglio classico con stampa logo e modelli con scollo a V, tema presente anche negli splendidi abiti da sera in seta, georgette e crêpe di chiffon con stampa logo; tessuti impalpabili e il ricamo svizzero come leitmotiv realizzato in varie nuance. I modelli sono per lo più monocromatici, molti nelle sfumature del bianco, pelle viola ambrosia, mandorla, oro, pitone nella tonalità cioccolato-ciliegia per un look moderno, essenziale e iconico. I gioielli creati, come gli anelli a sfera o con una romantica rosa, le collane che prendono ispirazione dai rosari e i bracciali e le visiere in maglia metallica e cristalli Swarovski, arricchiscono perfettamente gli outfit. Ogni look è completato da scarpe come stivaletti estivi, sandali o scarpe aperte sul retro in tonalità bianco con tacchi dorati o in giallo, cioccolato-ciliegia e viola ambrosia. AIGNER SS15.4Il make-up è il tocco contemporaneo di uno stile lussuoso, elegante, ma anche fresco e naturale. Incarnato impeccabile, un sottile tratto di eyeliner bianco sulle palpebre e cipria illuminante segnano la tendenza.
Con i suoi modelli, la Maison di Monaco di Baviera celebra anche le proprie borse come icone, reinterpretandole in maniera nuova ed accattivante, tenendo sempre presente l’inconfondibile DNA Aigner e gli elevati standard di qualità e funzionalità. A volte essenziali, a volte sorprendenti, tutti gli highlight, come la Cybill Bag, Aurora, Genoveva, Maddalena, Scacchi e Enchanted, saranno presentati con delle silhouette estremamente lussuose.

Rilie...

Read More

NEW YORK: LA MODA NELLA “GRANDE MELA” & LA NOVITA’ HI TECH DELLA “MELA”

apple_iphone_6_6plus_iwatch_primary-100413398-large.idgeLa settimana della moda di NEW YORK e l’evento hi-tech più atteso dell’anno negli Stati Uniti (ovverosia il lancio, da parte di Apple, dell’iPhone6 e della novità Apple Watch) coincidono. Quasi naturale, pertanto, prevedere sfilate hi tech, con i gadget tecnologici parte integrante dei look, che siano smartwatch o braccialetti per il fitness.

Dicevamo dell’Apple Watch: è la vera news di questo 2014 e per quanto tendenzialmente trendy a qualcuno fa storcere il naso. “Non piace il design, è troppo freddo ma soprattutto ancora troppo maschile” affermano i criticoni… Ma, di fatto, è tecnologia da indossare, destinata a cambiare ancora una volta il modo di essere e le abitudini di ognuno. Sarà il business del futuro, primo step di valutazione il 2020...

Read More

Passione jeans, denim nonsoloBlu…


Public domain image, royalty free stock photo from www.public-domain-image.com
Capo immortale, il jeans, com’è comunemente chiamato quel pantalone con taglio a cinque tasche, con le due posteriori cucite sopra lo stesso tessuto (il celebre cotone denim trattato con oli essenziali ricavati dalla frutta) solitamente apprezzato di colore blu. Inciso d’obbligo perché ecco intanto spiegato il motivo per cui il blue jeans poi è diventato in breve jeans. Un evergreen dell’abbigliamento unisex, che oggi piace più invecchiato che mai. Anzi, più è vintage, più è trend.

141084dd4e34_ROY_ROGERS_2011_015Se ci rifacciamo ai brand più famosi del genere, la Roy Rogers ha escogitato il jeans vintage invecchiato con trattamento naturale, facendo indossare il capo per sei mesi a veri carpentieri, pittori e operai...

Read More

TAOMODA, il fashion su un palcoscenico d’eccezione. Ed è magia.

10550934_1456950197889017_7247445134619870132_n

Il suggestivo panorama di Taormina, una parata di vip con nomi e volti noti dell’alta moda italiana, del piccolo e grande schermo, della stampa e della musica, della cultura e dell’imprenditoria che eccelle: questi gli ingredienti del Gala di TaoModa, che ieri sera al Teatro Antico ha visto la partecipazione di oltre 4mila persone.
Una scommessa vinta quella di Agata Patrizia Saccone – direttore artistico della rassegna organizzata dall’Associazione Talenti & Dintorni – che dopo anni ha riportato il fascino della moda tra le iniziative di “Taormina Arte”, con il patrocinio della Camera Nazionale della Moda Italiana. Un’intuizione che si è concretizzata nei premi internazionali “Tao Awards 2014” – rappresentati dalla pietra lavica dell’Etna, un frammento di Patrimonio Mondiale dell’Umanità, su cui si incastra un disco di argento – consegnati durante la kermesse che ha visto scendere in passerella Scervino, Byblos, Genny, Maurizio Pecoraro, Manila Grace.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oltre loro, i gioielli di Mariateresa Montalbano (Premio Fashion Jewellery) e le acconciature firmate dal pool di hair stylist: Alfredo Maccarone, Domenico Motta, Cinzia Budigna, Salvo Vinciguerra, Salvo Di Maria, Davide Pantano, Daniele La Mela, Michele Capizzi, Gianni Schilirò, Rosario D’Anna, Giuseppe Finocchiaro, Mario Ricciardi.

Durante la serata condotta da Cinzia Malvini e Francesco Lamiani con il direttore artistico Agata Patrizia Saccone sono stati: Ermanno Scervino (Premio Moda Made in Italy in the World) – per lui ha ritirato il Tao Awards Tony Scervino premiato dal presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana cav. Mario Boselli – Manuel Facchini “Byblos” (Premio Fashion Future), Sara Cavazza Facchini “Genny” (Premio Fashion Style), Maurizio Pecoraro (Premio Moda Elegance), Maurizio Setti “Manila Grace” (Premio Imprenditoria) – cha ha ritirato anche il Premio Creatività assegnato ad Alessia Santi “Manila Grace” – Massimiliano Bizzi, presidente White Milano (Premio Excellence), Beppe Angiolini, presidente Camera Italiana Buyer Moda (Premio Networking), Antonio Gallo, responsabile Progetto Pirelli Pzero (Premio Comunicazione), Diego Dalla Palma (Premio Arte Della Bellezza), Paolo Veronesi, presidente Fondazione Umberto Veronesi (Premio Scienza), Il Volo (Premio Musica), Michele Torpedine (Premio Produttori Musicali), Denovo (Premio Speciale Alla Carriera), Simona Atzori (Premio Danza), Candida Morvillo (Premio Giornalismo Cronaca Rosa), Emma D’Aquino (Premio Giornalismo Televisivo), Antonio Catania (Premio Cinema), Manuela Ventura (Premio Attrici Fiction Tv), Ninni Bruschetta (Premio Attori Fiction Tv), Mario Opinato (Premio Attori Italiani All’estero), Taormina Arte (Premio Cultura).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Parole d’elogio per l’organizzazione e il Direttore artistico della manifestazione Agata Patrizia Saccone da parte del Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, cav.Mario Boselli, come si può ascoltare nell’intervista video rilasciata:


«Il Premio vuole sim...

Read More