Category

La grande bellezza dai tesori botanici

FOTO DELAROM 3La grande bellezza è il culto che caratterizza sempre più  la società odierna. Oggi più che mai per mantenere una perfetta forma fisica ed una pelle sempre giovane si è disposti ad affrontare ogni sacrificio, dalla palestra alle diete più drastiche, dai lifting anti-age alla chirurgia plastica. L’argomento abbraccia indistintamente tutti a prescindere dal sesso o dall’ètà proprio  perché, come affermava Stendhal, la bellezza non è altro che una promessa di felicità!

In tal senso il mercato è sempre più esigente, il consumatore  non si accontenta più del tradizionale prodotto cosmetico propinato dalle campagne pubblicitarie. Rispetto a qualche anno fa, infatti, vi è una sorta di controtendenza che mira sempre più alla ricerca di prodotti cosmetici innovativi ma allo stesso tempo naturali. Tra le aziende cosmetiche che da oltre quarant’anni svolgono approfonditi studi di ricerca, attingendo ingredienti e profumi dai tesori botanici del bacino mediterraneo, c’è Delarom Paris, che grazie alla sua equipe di ingegneri chimici ha messo a punto dei preparati cosmetici dalle formule naturali ed innovative, dalla texture originali e dai profumi delicati.

“Il nostro obiettivo principale – afferma Daniele Rossaro Amministratore Delegato di Delarom Italia – è quello di creare prodotti il più possibile ipoallergenici,  tra gli ingredienti attivi unici naturali da noi utilizzati per la preparazione vi sono l’arancio, il sesamo, l’albicocca, l’hamamelis, il tiglio, l’olivo e la lavanda”.

Read More

Passione jeans, denim nonsoloBlu…


Public domain image, royalty free stock photo from www.public-domain-image.com
Capo immortale, il jeans, com’è comunemente chiamato quel pantalone con taglio a cinque tasche, con le due posteriori cucite sopra lo stesso tessuto (il celebre cotone denim trattato con oli essenziali ricavati dalla frutta) solitamente apprezzato di colore blu. Inciso d’obbligo perché ecco intanto spiegato il motivo per cui il blue jeans poi è diventato in breve jeans. Un evergreen dell’abbigliamento unisex, che oggi piace più invecchiato che mai. Anzi, più è vintage, più è trend.

141084dd4e34_ROY_ROGERS_2011_015Se ci rifacciamo ai brand più famosi del genere, la Roy Rogers ha escogitato il jeans vintage invecchiato con trattamento naturale, facendo indossare il capo per sei mesi a veri carpentieri, pittori e operai...

Read More

Lapo Elkann e la sua Italia Independent

intervista a lapo 3blogHa una predisposizione naturale alla comunicazione, abituato a stare sotto i riflettori. Sarà perché Lapo Elkann ha intuito già da tempo come questa sia la principale forza trainante per un brand, giacché il successo passa attraverso chi lo rappresenta. Acuto osservatore dei tempi moderni, ha saputo tuttavia guardare al passato quando ha colto l’idea di cavalcare l’onda della nostalgia e puntare sul vintage. Lo ha fatto con il logo Fiat o ripensando alla storica 500. Ma il suo universo imprenditoriale ruota oggi soprattutto attorno alla moda e a ciò che fa tendenza. Il suo marchio trend,”Italia Independent”, fondato con Andrea Tessitore e Giovanni Accongiagioco, coniuga fashion e design.

cartello vetrina 2Chi della creatività fa impresa quali consigli riserva ai giovani siciliani che sognano di scomme...

Read More

Luca Parmitano, l’astronauta catanese supereroe: missione spaziale compiuta!

Luca Parmitano

Luca Parmitano

E’ rientrato sulla Terra dopo 166 giorni passati in orbita a bordo della navicella Soyuz, Luca Parmitano, l’astronauta catanese impegnato per oltre cinque mesi nella missione spaziale “Volare”. Con le sue immagini postate quotidianamente sulla pagina ufficiale Facebook ha coinvolto il popolo della rete, che virtualmente ha condiviso con lui questa entuasiasmante esperienza in un filo diretto costante.

1401368_217920575048510_944079561_oPerciò –e non soltanto per gli scatti che vi riproproniamo- è diventato il SuperMan d’Italia, il tifoso del Catania più famoso del mondo, per la torcia olimpica il tedoforo più illustre, il siciliano più innamorato della sua terra e del suo vulcano Etna che sovrasta la città in cui è cresciuto e dove ha studiato (per la cronaca, al Liceo Scientifico Galileo Galilei).

Sempre sorridente il nostro Luca: prima di partire alle soglie dell’estate, durante il suo viaggio tra le stelle, appena atterrato nel giorno di San Martino nella steppa del Kazakistan assieme ai suoi compagni di viaggio, invece appena più provati.

Parmitano è il primo astronauta italiano ad effettuare due passeggiate spaziali, anche se la seconda attività extraveicolare è stata interrotta per la presenza di acqua nel casco. E ha condotto oltre 30 esperimenti scientifici.

Appena arrivato ha dichiarato che lassù ha “sentito soprattutto la mancanza della famiglia, del caffè espresso e della doccia”, ma adesso, dopo un breve momento di riadattamento alla forza di gravità, riabbraccerà la moglie Kathy (la quale ha seguito il suo rientro dalla base della Nasa a Houston) e le figlie Sara e Maya, mentre mamma e papà li reincontrerà presto perché a Catania trascorrerà con loro le vacanze di Natale. Mentre Catenanuova, paese dell’ennese di cui è originaria mamma Cettina, gli conferirà la cittadinanza onoraria.

1402363_216184241888810_443119462_o

La Sicilia Luca Parmitano l’ha cullata da lontano con foto eccezionali che rimarranno nell’album dei ricordi. Persino l’ultimo scatto prima di rientrare è stato riservato alla “sua” Isola e all’Etna fumante, che sembra averlo così voluto riaccogliere.

La prima intervista è frutto di una videoconferenza a Houston (vi proponiamo stralcio scritto e link video).

L'astronauta catanese Luca Parmitano

L’astronauta catanese Luca Parmitano

Ha riferito della sua esperienza tra le stelle, a partire dalle prime (ritrovate) sensazioni e dall’abbraccio con i propri cari: “Appena sono arrivato a Houston mia moglie è venuta a salutarmi sull’aereo, mentre le bambine dormivano. Una volta sceso, sono andato a svegliare le bambine e l’espressione che ho visto nei loro occhi resterà con me per il resto della vita. Era come se stessero continuando a sognare. Questo mi ha riempito il cuore”. Sara e Maia non gli hanno ancora fatto nessuna domanda sulla sua permanenza nello spazio: “Hanno voluto subito giocare con me, proprio come facevamo prima che io andassi nello spazio. La cosa splendida dei bambini è che per loro il tempo passa velocemente”.

Quindi il racconto del giorno dopo: “Questa mattina mi sono alzato presto e ho visto l’alba. L’alba vista da qui è diversa dalle sedici albe che ogni giorno vedevo dalla stazione spaziale e adesso mi sto ancora godendo questa riscoperta della Terra. Il primo odore a colpirmi è stato invece quello della terra bagnata. Sono felice di essere di nuovo sulla Terra, ma tornerei immediatamente tra le stelle. Vivere nello spazio  è meraviglioso”.

1004464_174767522697149_339293188_n“Investire in tecnologia può aprire nuov...

Read More

La famiglia Fiorello raccontata da Catena

foto3 catena fiorelloFOTO 2 CATENA FIORELLOLa storia della famiglia Fiorello attraverso aneddoti e ricordi della scrittrice di casa, Catena. Scorre facile la lettura dell’ultimo libro, appena presentato, “Dacci oggi il nostro pane quotidiano” (edito da Rizzoli), ricco di foto, racconti, emozioni, nostalgia che fanno la storia di una stirpe di artisti, amatissimi dal grande pubblico, generati dall’amore di papà Nicola e mamma Sara.

“Questo è un libro diverso da tutti gli altri – afferma Catena Fiorello – è non a caso un atto d’amore mio nei confronti dei miei lettori e di quelli nuovi che vorranno acquistarlo...

Read More