Category

Le note di Paolo Buonvino e la voce di Skin per il film tv “I Medici”

foto-paolo-buonvinoPaolo Buonvino firma la colonna sonora del film per la tv “I medici” prodotto dalla Rai. Il brano principale è scritto e cantato da Skin, le note sono del maestro siciliano: “Sin dal primo momento che mi hanno commissionato la colonna sonora del film ho pensato subito a lei -afferma Buonvino- e così da questa collaborazione è nato il brano Renaissance. La sinergia con Skin è stata un’esperienza molto intensa, è un”artista  disponibile e di grande talento, una persona straordinaria!”

foto-skin-e-paolo-buonvino

Che sia cinema o tv, la colonna sonora di un film per l’autore delle musiche è un lavoro impegnativo…

“L’intensità è uguale, cambia il tempo impiegato...

Read More

Mario Dell’Oglio, la cultura dello stile

11-Mario-Delloglio“Gentiluomo senza cappello” è il titolo del libro d’esordio di Mario Dell’Oglio, palermitano, da un anno e mezzo presidente nazionale di Camera Italiana Buyer Moda, profondo conoscitore dello stile che contraddistingue il vestire di ognuno. In copertina, nel volume edito da Leima, Clark Gable, un’icona senza tempo:

“L’immagine l’ha scelta la casa editrice –spiega- io l’ho condivisa perché ritengo quest’attore simbolicamente un signore del Sud che si esprime con la sua eleganza. La mia prospettiva è sempre siciliana, è da qui che io guardo il mondo. Ho scritto il libro nel 2014, una stesura dietro l’altra per sottoporla alle casi editrici, poi è arrivata la Leima ed ecco pubblicato il libro”.

– Da quattro generazioni nel settore moda, oggi da presidente di Cam...

Read More

One city, one girl: Calu Rivero sulle rues de Paris in Stella McCartney

S16_OCOG_STELLASW_4_72_RGBCalu Rivero -attrice, DJ e attivista argentina – è la protagonista dell’ultimo capitolo della serie One City One Girl . Calu indossa gli abiti della collezione Summer 2016 di Stella McCartney a Parigi, città che ama: “Passeggiare per le strade, sedermi e osservare le persone è la cosa che qui più adoro fare -racconta- come anche visitare il negozio di libri Shakespeare and Company in Rue de la Bûcherie, dove potrei passarc delle ore. Qui è un trionfo dell’arte. Sarebbe un peccato, per chi viene, non vedere poi le esposizioni al Palais de Tokyo e al Louvre, i bellissimi Jardin des Tuileries e ovviamente il Pompidou!”

Donna dal molteplice talento, ha scelto di diventare vegana: “Recitare mi regala tante soddisfazioni -spiega-. Interpretare un personaggio che poi prende vita è davv...

Read More

Francesco Cafiso: “Il sax ha scelto me”

Francesco Cafiso - photo © rosellina garbo.

Francesco Cafiso – photo © rosellina garbo.

“Non sono io che ho scelto il sax, ma il sax che ha scelto me”. Lo dice e addirittura lo scrive nel cofanetto cd il jazzista Francesco Cafiso, che ha inserito tra le tappe del tour la sua Sicilia per presentare 3, un’ opera composta appunto da ben tre dischi, Contemplation, La Banda, 20 Cents per note.

“Anch’io come Gesualdo Bufalino desidero regalare al mio pubblico sedici minuti di felicità, io con il nuovo brano Sixteen minutes of happinnes”. In realtà i minuti di felicità che l’artista omaggia con la sua imponente e coraggiosa produzione musicale sono ben più di 16 e costituiscono il lavoro di 3 anni: uno di arrangiamenti e registrazioni e due di preparazione...

Read More

Luca Vullo, ambasciatore della gestualità italiana nel mondo

E’ l’America il punto di partenza di Luca Vullo in questo 2016. Il regista siciliano, da anni trapiantato a Londra, in California da circa due mesi per le riprese a Los Angeles di un documentario made USA, presenterà il suo docufilm “La voce del corpo” seguito da workshop in italiano e inglese in diverse Università tra California, Kansas e Mississippi. Le università americane ed europee sono sempre più interessate alle lezioni didattiche di Vullo, che, già noto filmaker, si è trasformato in insegnante nel mondo del gergo italico per gesti. Per la genialità italiana non ci sono confini…

IMG_1011

“Quando cresci in una società dove la filosofia predominante è l’arte di arrangiarsi, sviluppi una grande creatività ed una straordinaria flessibilità che ti aiutano a cercare sempre vie alternative e originali per raggiungere i tuoi obiettivi.  Io mi sento un guerriero ninja culturale e dopo aver vissuto e lavorato per diversi anni in Italia  mi sento in grado di sopravvivere con le mie passioni in ogni tipologia di giungla. In tutto ciò, non posso omettere il fatto che sono figlio di una donna estremamente creativa, ingegnosa e determinata che di certo mi ha lasciato in eredità queste doti e di un padre con grandi capacità nell’intrattenere un pubblico e con una spiccatissima gestualità. Inoltre alla genialità deve essere sempre collegata la mia grande perseveranza e il duro lavoro di squadra. Senza l’aiuto di mia sorella non sarei arrivato dove sono adesso”.

– Ma è vero, quindi, che gli ...

Read More

Marco Liorni, l’uomo del pomeriggio in tv

foto marco liorni 2E’ il volto maschile televisivo oggi più amato dagli italiani. I record di ascolti per il programma televisivo da lui condotto “La vita in diretta” in onda ogni pomeriggio su RAI UNO lo consacrano conduttore dell’anno. Classe 1965, di origini siciliane (la nonna era di Favignana), Marco Liorni vanta un ricco bagaglio professionale che spazia dalla televisione alla radio. “La radio – tiene a sottolineare Liorni – è la mia più grande passione sin da quando ero ragazzino!”.

Padre di tre figli e compagno della sua adorata Giovanna, Marco Liorni si porge sempre con grande discrezione e cordialità, anche nei confronti dei colleghi. Non ama i conflitti e al massimo regala solo dei bei sorrisi, talvolta celati –se ne accorge chi lo conosce meglio- da un alone di timidezza.

Marc...

Read More