Category

Il made in Italy visto da Santo Versace

Foto santo versaceUn imprenditore di fama mondiale che continua a mantenere insieme la concretezza e la semplicità del ragazzo calabrese che, alcuni anni dopo la laurea in economia-  conseguita a Messina- si è trasferito a Milano dove insieme al fratello Gianni costituiscono la GIANNI VERSACE S.P.A. Un uomo con una marcia in più! Assolutamente poliedrico, tra i suoi impegni pure la politica senza mai trascurare il sociale. Santo Versace  non ha mai dimenticato la sua terra d’origine anzi, tra ricordi e aneddoti, ne fortifica ogni giorno il legame cogliendo le occasioni propizie per promuovere la capacità dei meridionali che tanto gli stanno a cuore. Tant’è che ogni volta che fa tappa nell’isola suole dire “evviva la Sicilia…dopo la Calabria!”.

La Milan Fashion Week ha sfidato la concomit...

Read More

Lapo Elkann e la sua Italia Independent

intervista a lapo 3blogHa una predisposizione naturale alla comunicazione, abituato a stare sotto i riflettori. Sarà perché Lapo Elkann ha intuito già da tempo come questa sia la principale forza trainante per un brand, giacché il successo passa attraverso chi lo rappresenta. Acuto osservatore dei tempi moderni, ha saputo tuttavia guardare al passato quando ha colto l’idea di cavalcare l’onda della nostalgia e puntare sul vintage. Lo ha fatto con il logo Fiat o ripensando alla storica 500. Ma il suo universo imprenditoriale ruota oggi soprattutto attorno alla moda e a ciò che fa tendenza. Il suo marchio trend,”Italia Independent”, fondato con Andrea Tessitore e Giovanni Accongiagioco, coniuga fashion e design.

cartello vetrina 2Chi della creatività fa impresa quali consigli riserva ai giovani siciliani che sognano di scomme...

Read More

Eleonora Abbagnato, mamma étoile

imageQuando fa tappa in Sicilia non la si può considerare un’ospite qualsiasi. Anche perché “Lei” di fatto ospite non è, bensì una sorta di padrona di casa, ovunque si sposti nell’isola. Per quanto la “Lei” in questione sia Eleonora Abbagnato, l’etoile dell’Opera di Parigi. 
“Sono sempre felice di tornare ad esibirmi qui, nella mia terra, aprendo nella circostanza un Festival intitolato a Bellini che si inaugura proprio con la danza. Lo considero pure un buon segnale, in questo periodo difficile per il nostro mondo…”
– Effettivamente qui c’è un filo diretto che lega la storia artistica della Sicilia a Parigi, il nome del grande maestro Vincenzo Bellini, anche lui trascorse molti anni della sua vita nella capitale francese…
“Certo. Lui era catanese, io sono palermitana, ma al di là di qualsiasi campanilismo io sono profondamente legata alla Sicilia, indistintamente. Catania ha uno splendido Teatro Massimo, a Taormina mi legano ricordi importanti, Palermo appunto è la mia città…”
– Accennavamo alle difficoltà economiche e i tagli che in Italia penalizzano tanto anche la cultura&...

Read More

Raimondo Todaro, il ballerino che fa trionfare le Stelle

todaro2Con Elisa Di Francisca ha vinto “Ballando con le Stelle”, per la seconda volta.  A soli 26 anni Raimondo Todaro, neo papà, è il ballerino catanese più famoso d’Italia. Un’artista assolutamente ecclettico che sogna di riuscire un giorno ad interpretare, come protagonista, il ruolo di un ballerino in un film. E del resto non poteva che essere questo il sogno nel cassetto di un ballerino che già sin dall’età di 9 anni ha portato i primi successi a casa vincendo  il campionato italiano di ballo e conquistando contestualmente ben cinque finali di campionati mondiali. Un bambino prodigio allora, oggi bravo ballerino, esigente insegnante di ballo e, ormai dopo le numerose partecipazioni, possiamo pure definirlo perfetto padrone di casa, insieme a Milly Carlucci, del programma televisivo in onda il sabato sera su RAI 1 BALLANDO CON LE STELLE. “Il ballo è tutta la mia vita – afferma Todaro -. E’ il mio lavoro, il mio futuro, il mio modo di comunicare con le persone, il mio sfogo”. Dopo il ballo, la sua più grande passione è il calcio. Grande tifoso, infatti, della squadra rossoazzurra non perde mai una partita del Catania che spesso segue anche nella veste di inviato del programma televisivo di Rai 2 “ QUELLI CHE…”.

Raimondo tu hai partecipato a BALLANDO già dall’età di 17 anni, Milly Carlucci ti ha visto crescere non solo professionalmente ma pure anagraficamente. Dopo dieci anni avrete certamente instaurato un feeling professionale…

Con Milly c’è una grande intesa, lei conosce molto bene il mio carattere e  ci  si capisce già solo con lo sguardo, del resto mi ha visto crescere ed ha seguito le fasi più importanti dela mia vita compresa quella della mia neo paternità”.

A proposito...

Read More

Ballando con Milly

carlucciSi chiude il sipario sulla nona edizione di BALLANDO CON LE STELLE, in una stagione del programma che certamente sarà ricordato anche per le polemiche legate al caso Oxa. Anche in questo caso, però, secondo la padrona di casa Milly Carlucci, tutto fa parte del “bello della diretta”: “La peculiarità della  diretta è che succedono anche delle cose inaspettate, che ciò poi crei qualche polemica lo considero sempre collegato ad  un fatto. L’infortunio al ginocchio della Oxa non si poteva ad esempio certo prevederlo tant’è,  che a dispetto di ogni polemica la concorrente si è dovuta ritirare dalla gara”.

Il Codacons ha attaccato il programma sostenendo che si sarebbe dovuto trasmettere la pubblicità poco dopo l’incidente della Oxa …

“Non è nemmeno una prassi, noi eravamo appena rientrati dalla pubblicità. La Sipra, che stabilisce i regolamenti della pubblicità, non mette mai due pubblicità consecutive. Basti pensare  al campionato  di calcio, di tennis o di qualsiasi altra disciplina,  se un giocatore si infortuna non mandano in onda certo la pubblicità”.

Read More

Canta e balla…Tale & Quale…ad Amadeus!

amadeusamadeus-sandy-marton-tale-e-quale-2-600x336Per tutti è semplicemente Amadeus, tranne per l’anagrafe di Ravenna (città in cui è nato quasi per caso, date le sue origini siciliane) dove i genitori palermitani non si  sono fatti mancare nulla per numero di nomi e fantasia ed hanno registrato Amedeo Umberto Rita, cognome Sebastiani. E lui, per divertirsi a mutare quasi identità oggi fa divertire a sua volta i telespettatori di Rai 1, imitando cantanti illustri nel programma di successo Tale e Quale Show. Insomma, dismessi per l’occasione i panni del conduttore, il camaleontico Amadeus rivela quella parte di sé che ne esalta le doti artistiche e canore.

amadeus-renzo-arbore-tale-e-quale-1-600x336“Mi sto divertendo moltissimo” –confessa- “e pensare che quando ho fatto il provino ero molto scettico non essendo in verità né un cantante né un imitatore. Fortunatamente sta andando meglio di quanto potessi immaginare. La partecipazione a Tale & Quale Show è una full immersion dello spettacolo, un talent comunque non lontano dal mio ambiente professionale. Certamente un presentatore deve innanzitutto saper condurre,  se poi sa  pure ballare e recitare che ben venga”.

Sembrerebbe che i  programmi di intrattenimento televisivo oggi siano in crisi. Secondo te è un problema di format o di eccessiva offerta?

Tale-e-Quale-Show-Amadeus-Caparezza“Credo che non sia un problema di format. Oggi c’è un’ampia scelta ma se un programma è ben curato il pubblico lo percepisce e lo premia con gli ascolti. Ad esempio Tale & Quale Show cosi come l’Eredità sono dei format che vanno in onda anche in altri paesi, il segreto del successo  sta nel saper adattare il programma. Ormai il pubblico è molto esigente e competente per cui si accorge se un prodotto televisivo è ben confezionato”.

Dai tempi di Radio Deejay e Deejay Television (con Fiorello e Baldini, tra gli altri) ad oggi di acqua sotto i ponti, in termini di esperienze, ne è passata tanta. Hai ancora qualche sogno da realizzare in ambito professionale?

“Di sogni ne ho tanti, sono in perenne fermento e continuo a pensare a nuovi progetti.  Il mondo dei quiz mi è sempre piaciuto. In giro per il mondo ci sono format molto validi, le aziende dovrebbero avere il coraggio di importarli in Italia e mandarli in onda”.

Hai presentato diversi programmi televisivi legati alla musica, ne manca però ancora uno: il Festival di Sanremo…

“Il Festival di Sanremo è una vetrina importante e prestigiosa. Se mi dovessero proporre la conduzione accetterei a condizione di avere accanto a me Rosario Fiorello”.

L’idea ...

Read More