Category

76esima Mostra del Cinema di Venezia: Leone d’Oro a ‘Joker’, Coppa Volpi agli attori Luca Marinelli e Ariane Ascaride. Premi giuria a Polanski e Maresco.

Subito dopo la proiezione era dato per vincitore e il film ha rispettato a quel punto i pronostici. A Venezia il Leone d’Oro è per ‘Joker del regista Todd Philips. Con lui, lo straordinario protagonista, Joaquin Phoenix, che ha interpretato l’antagonista più famoso di Batman, il clown di feste killer seriale, raccontandone le origini.

photocredits La Presse

Altro protagonista (pur assente) di questa 76edizione edizione della Mostra del Cinema di Venezia è stato Roman Polanski, con il suo ‘J’accuse’ sul caso Dreyfus, che gli è valso il Gran Premio della giuria, ritirato dalla moglie Emmanuelle Seigner, e dal coproduttore Luca Barbareschi, poiché il regista non può lasciare la Francia per la condanna del tribunale USA.

Migliore regia al discusso film About Endlessness” dello svedese Roy Andersson

Coppa Volpi: migliore attore è l’italiano Luca Marinelli (che ha dedicato il premio a chi salva vite in mare) per ‘Martin Eden’, il marinaio mezzo analfabeta del romanzo di Jack London; migliore attrice è, in “Gloria Mundi”Ariane Ascaride (anche lei, poiché figlia di migranti, come ha tenuto a sottolineare, ha voluto fare una dedica a «tutti coloro che dormono nel fondo del Mediterraneo»). 

La giuria h...

Read More

Buon 60esimo compleanno, Barbie! La bambola icona presto sul grande schermo.

60 anni e non sentirli. Forse per la spiccata personalità, forse perché sempre al passo con i tempi, forse perché non si è mai…sposata. Di certo è icona –anche di stile- dal 1959, praticamente da quando è nata. Stiamo parlando di Barbara Millicent Roberts! Chi è?

Ma Barbie!!!!

E’ la bambola per antonomasia, nata mora ma diventata presto bionda, la più grande intuizione della Mattel, creata da Ruth Handler, moglie del fondatore della Mattel, che si immaginò un personaggio pin-up che potesse superare la tedesca Lilli Doll.

Ed è diventato un successo senza tempo, un mito ed eroina per bimbe e ragazzine…

Questo slideshow richiede JavaScript.

… poi consacrata nella pop art da Andy Warhol; divenuta successivamente modella per i grandi della moda, da Karl Lagerfeld a Giorgio Armani influenzando Moschino, che hanno disegnato vestiti per lei.

Del resto, chi non sa...

Read More

L’INTERVISTA: Alessio Boni protagonista su Rai1 nella fiction “La Compagnia del Cigno”

Alessio Boni, premiato con il Tao Award a Taomoda 2018, intervistato a Taormina.

Riproponiamo la clip in occasione della messa in onda su Rai1 della nuova fiction che lo vede protagonista, “La compagnia del cigno”.

 

 

 

Read More

Taomoda: tutti i premiati con i Tao Awards 2018

Violante Placido e Alessio Boni gli attori  insigniti dei Tao Awards 2018 in occasione del Gala di Taomoda, in programma al Teatro Antico di Taormina il 21 luglio, evento presentato da Cinzia Malvini giornalista de La 7 e Angelo Mellone capostruttura di Rai 1.

A comunicarlo, il presidente di Taomoda Agata Patrizia Saccone durante il Caffè Letterario, appuntamento nel calendario della Taomoda Week: “Mi sono voluta riservare l’annuncio di questi due premiati, come avevo anticipato in conferenza stampa, per aggiungere una sorpresa in più a quest’edizione denominata gold che ha regalato una settimana di eventi esclusivi a Taormina. Moda, design, formazione, arte, cultura e sana nutrizione hanno coinvolto ogni giorno un pubblico numeroso e di grande richiamo sono state le mostre Contemporary Fashion & Design e la special exibition #saveBorsalino (di cui la stampa ha parlato fino in Brasile) allestite nello storico Palazzo Duchi di Santo Stefano. Sabato 21 luglio il Gala conclusivo con ospiti di prestigio e un parterre d’eccezione, l’apice di una manifestazione, Taomoda, di grande richiamo turistico, sin dal partecipato opening con il taglio del nastro dell’assessore regionale Turismo, Sport e Spettacolo Sandro Pappalardo e dal presidente della Camera Italiana Buyer Moda Mario Dell’Oglio”.

Sul palcoscenico del Teatro Antico, oltre al Gala della moda con le collezioni fw 2018/19 di maison internazionali, insigniti dei Tao Awards, oltre agli attori Violante Placido e Alessio Boni per il cinema e la tv, per la moda Sara Cavazza Facchini per Genny, Capucci, Piccione Piccione, Cividini, Les Copains; per il design, Ferruccio Laviani direttore creativo di Kartell; per il giornalismo della moda Patrizia Vacalebri dell’ANSA, per la cultura della moda e dello spettacolo Fabiana Giacomotti; per la medicina il prof.Riccardo Masetti; per la fotografia e il sociale, Stefano Guindani; premio Excellent al cav. Nardo Filippetti, presidente di Eden Viaggi e di Astoi Confindustria; riconoscimento inoltre alla Città di Alessandria e alla giornalista Valentina Frezzato de La Stampa per l’ideazione della mostra #saveBorsalino; e ancora, la scrittrice Manuela Diliberto e per la musica il cantautore Giovanni Caccamo reduce dal successo sanremese e che si esibirà durante la serata.

Read More

Omaggio a un’icona: Raffaella Carrà. Una mostra sullo stile Raffa allestita nella capitale nei giorni di AltaRoma

A Roma, il Teatro Uno si trasforma in una galleria che rende omaggio a una vera e propria icona della televisione italiana, Raffaella Carrà, 75 anni appena compiuti, ineguagliabile nel suo essere sempre un simbolo. Lei, prima e unica vera donna della tv, che ha lanciato mode, stili, modelli, slang, ma che ha mantenuto una costante, il suo caschetto biondo, frangia o non frangia, riga o non riga, i capelli della Carrà sono un segno distintivo. E allora via alla mostra, curata da Fabiana Giacomotti, con i disegni, i bozzetti di costumisti televisivi e cinematografici, le simbologie nascoste in abiti, accessori, oggetti, video, foto.

Così, mentre la Raffa –a quanto pare- è intenta a incidere un nuovo disco e forse tornare a sorpresa nel piccolo schermo, la capitale la celebra nei giorni di AltaRoma.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Read More

71esimo Festival di Cannes: vince il Giappone, ma anche l’Italia

‘Da piccolo quando ero a casa mia e pioveva sopra le lamiere chiudevo gli occhi e mi sembrava di sentire gli applausi, adesso è vero ed è come essere in famiglia. Il cinema oggi è la mia famiglia e ogni granello della sabbia di Cannes è una meraviglia. Grazie a Matteo ”. Queste parole, di Marcello Fonte, sono quelle più forti e rappresentative, soprattutto per Italia, registrate al 71esimo Festival di Cannes. Fonte ha vinto il premio come miglior attore per il film ‘Dogman’ del regista Matteo Garrone, cui l’attore ha rivolto il ringraziamento mentre riceveva il premio da Roberto Benigni. Il film, ispirato liberamente alla vicenda del Canaro della Magliana, racconta un’Italia diventata terra di nessuno con abbrutimento culturale e sociale. L’uomo-simbolo di quel degrado è un bullo locale, l’ex pugile Simone, che intimidisce, taglieggia e umilia i negozianti del quartiere. 

Alla Croisette, altro riconoscimento al cinema italiano per la migliore sceneggiatura anche ad Alice Rohrwacher, per il film ‘Lazzaro felice’.

La Palma d’oro più prestigiosa è per il film “Un af...

Read More