Giorgio Parisi premio Nobel per la Fisica. Lo scienziato, all’Università La Sapienza: “E’ fondamentale lavorare per essere generosi con gli studenti con cui si lavora”

Al fisico italiano Giorgio Parisi assegnato il Premio Nobel per la Fisica.

L’Università La Sapienza di Roma, dove lo scienziato si è laurato nel 1970, ha celebrato, all’interno dell’aula Magna, il premio Nobel: “L’Università La Sapienza è l’università  dove mi sono iscritto nel lontano 1966. Sono stato fortunato ad arrivare fin qui e ad essere stato supportato da giganti come, tra gli altri, il mio grande maestro Nicola Cabibbo”.

Così il fisico Premio Nobel si è rivolto sul palco, introdotto dalla Rettrice Antonella Polimeni che con grande emozione ha parlato del loro Professore emerito.

Il settantatreenne fisico italiano, nato a Roma, che ha studiato il caos e i sistemi complessi ed è stato premiato per la scoperta dell’interazione tra il disordine e le fluttuazioni nei sistemi fisici dal livello atomico alla scala planetaria, ha diviso il Nobel con lo scienziato americano di origini giapponesi Syukuro Manabe, 90 anni, ed il tedesco Klaus Hasselmann, entrambi climatologi premiati per la modellazione fisica del clima della Terra, che ne quantifica la variabilità e prevede in modo affidabile il riscaldamento globale.

“Uno certe cose le fa e le porta avanti da solo, altre invece le fa in collaborazione con altri e proprio in occasione dei miei 70 anni mi è stato ricordato che ho avuto ben 217 collaboratori”.

Era dal 1984 che l’Italia non si aggiudicava il Nobel per la Fisica. Giorgio Parisi, da sempre dispiaciuto del fatto che il suo maestro Cabibbo non aveva ricevuto il Nobel, è il sesto italiano dopo Guglielmo Marconi, Enrico Fermi, Emilio Gino Segrè, Carlo Rubbia, Riccardo Giacconi ad essersi aggiudicato il Nobel.

Un appello lanciato dallo scenziato Parisi dopo l’Assegnazione del Premio: “È chiaro che per la generazione futura dobbiamo agire ora in modo molto rapido contro i cambiamenti climatici”. 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.