HERNO, una lunga storia tra le righe

Celati “tra le righe” ci sono per HERNO i quasi 70 anni di storia, l’essenza, gli elementi, i codici e il successo di un brand che volutamente ha deciso di comunicare il suo mondo facendolo oscillare appeso ad un gancio, simbolo di una scelta ben chiara e audace: la capacità di creare un capo riconoscibile pur senza un logo visibile; di un’attenzione all’alta qualità che non ha bisogno di spiegazioni e non suggerisce idee di stile, ma fa parlare il prodotto.

Tra effetti scenici e digitali, il racconto di Herno è affidato all’occhio visionario e al linguaggio estetico di 3 giovani registi, a confermare la vocazione del brand a sostenere i talenti del futuro: Marco De Giorgi, Angelo Stamerra Grassi, Marco Bertani.

3 video legati dalla colonna sonora di Andro, Andrea Mariano dei Negramaro, interpretano i temi più affini al brand.

“Tra le righe” di trame, di tessuti e di stampe, Herno svela gli intrecci dei suoi prodotti, in una storia che parla di continuità, di forte legame con il territorio, di made in Italy, di ispirazioni artistiche, di ricerca, di evoluzione, di passione, di tecnologia, di innovazione ed espansione.

La stampa fantasia della collezione estiva 2017, nel suo susseguirsi di righe, fiori e colori diventa quindi occasione per svelare la collezione e spunto per sussurrare Herno in un gioco a ritroso e nel presente.

I modelli favoriti sono i cocktail coat che si vivacizzano per un tripudio di stampe in un mix di colori e fantasie creati ad hoc e con furbizia.
Ecco allora altalenarsi di righe di differenti tinte e colori, irrinunciabile must primaverile, per il caban doppiopetto e il cappotto girocollo; foglie jungle con spruzzi di acceso giallo neon per la giacca e il soprabito dalle maniche a 3/4; fiori rampicanti tra le righe mini e maxi dai toni naturali per il robe manteau con cintura in gros-grain che sottolinea la vita.

Tripudio di colori: gialli, verdi, azzurri e rossi in varie sfumature e in giochi di lucido/opaco caratterizzano i piumini, gli impermeabili e i soprabiti.
In particolare esplodono su uno dei capisaldi del brand: il trench della classica Rain Collection, la capsule dedicata al mondo pioggia, abitualmente declinato nei colori più neutri, si rifà il look e diventa technicolor.

La nuova Rain Color è destinata a rompere la monotonia della pioggia.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.