NEW YORK: LA MODA NELLA “GRANDE MELA” & LA NOVITA’ HI TECH DELLA “MELA”

apple_iphone_6_6plus_iwatch_primary-100413398-large.idgeLa settimana della moda di NEW YORK e l’evento hi-tech più atteso dell’anno negli Stati Uniti (ovverosia il lancio, da parte di Apple, dell’iPhone6 e della novità Apple Watch) coincidono. Quasi naturale, pertanto, prevedere sfilate hi tech, con i gadget tecnologici parte integrante dei look, che siano smartwatch o braccialetti per il fitness.

Dicevamo dell’Apple Watch: è la vera news di questo 2014 e per quanto tendenzialmente trendy a qualcuno fa storcere il naso. “Non piace il design, è troppo freddo ma soprattutto ancora troppo maschile” affermano i criticoni… Ma, di fatto, è tecnologia da indossare, destinata a cambiare ancora una volta il modo di essere e le abitudini di ognuno. Sarà il business del futuro, primo step di valutazione il 2020. Apple, come sempre, dà il “la” e così il fenomeno si allarga. Dall’America si vedono in passerella persino pochette per videocamere firmate Rag & Bone.

Ma cos’altro ha regalato di particolare New York, questo settembre, per la prossima primavera-estate?

Nel carnet appuntiamo la linea di lingerie di Britney Spears. La collezione di intimo di Britney Spears si compone di kimono, bustini e set biancheria; i pezzi prendono nomi di fiori.

Marc 54932-362edbfd-ce7f-4ace-926e-2e95b5a0d1b5Poi, la seconda linea di Marc Jacobs, Marc by Marc, delle due direttrici creative Luella Bartley e Katie Hillier che reinventano il ‘cool & trendy’ con un guardaroba di pezzi essenziali: pois ovunque a grande stampa, top e giacchini super corti, ampi pantaloni leggeri, t-shirts oversize, tute e impermeabili a felpa con cappuccio per una collezione giovane e cittadina.

20140910_78139_vera_wang_primavera_2015_mini_dress_ricaVera Wang gioca sul tema “Boyish Boudoir and Baby Bohemien” all’insegna del romanticismo. La stilista gioca con l’idea di opposizione: lo show comincia con il total black dei tailleur pantalone e prosegue con miniabiti ricamati e coperti di gioielli e gonne in tulle e chiffon a stampe floreali.

La nuova collezione Primavera/Estate di “Diesel Black Gold” svela l’ultimo trend Rock Chic cha ha come interprete una ragazza rockabilly, fine anni Settanta e inizi Ottanta. Il direttore creativo Andreas Melbostad ha preparato una collezione con un sacco di dettagli in pelle, borchie e lacci, definito un inno alla giocosità.

Tory Burch invece ha proposto un guardaroba semplice da indossare, con jacquard, tweed lavorato a rafia, esperimenti di maglia.

Narciso Rodriguez ha presentato la donna chic per eccellenza. Non stoffe di lusso ma la novità del tessuto scuba, motto “l’eleganza della semplicità”.

Tommy Hilfinger si tuffa nel mondo musicale degli anni Sessanta e Settanta: i tailleur pantalone svasati a righe si portano coi baschi e le sciarpe al vento, stelle e fiori sono stampati o ricamati in un tripudio di colori, indispensabili anche la giacca o il cappotto in pelliccia ecologica.

Toni pastello sul rosa, verde e giallo accompagnano la collezione di Monique Lhuillier.

Brown BxGJHGzCMAAsz73Thom Browne presenta la sua favola che narra di sei sorelle alle prese con i loro armadi che riempiono di colori, stampe e fiori, enormi e dappertutto. Portati come appliques su vestiti rigorosi o in versione maxi come esagerati cappelli. E proprio sui copricapo che lo stilista osa di più fino a proporne uno modellato a forma di borsa

Lacoste apre la settimana della moda newyorkese portando in passerella un universo ispirato al mondo della Vela e del Mare dal look deciso, che consiste in sovrapposizioni e mix di tessuti.

Il designer Philipp Plein punta a un piano di crescita dinamica negli Stati Uniti. Dopo l’inaugurazione di uno showroom in un lussuoso attico con vista sul Central Park e l’apertura del primo flagship di PHILIPP PLEIN a Miami, il marchio continua ad espandersi fino al 2014. Settembre segnerà l’introduzione del marchio in Madison Avenue, New York City.

A.P.S.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.