tagged posts

L’avvolgente abbraccio delle sciarpe della maison Claudio Cutuli

claudio-cutuli
Claudio Cutuli

di AGATA PATRIZIA SACCONE  Leader mondiale nella produzione di sciarpe e stole, dopo il successo di THE CRAFT FUTURE curato dell’indimenticata Franca Sozzani lo scorso settembre al Mudec di Milano, la maison Claudio Cutuli presenta il 14 Gennaio, in occasione della Milan fashion week, la preview della collezione fall winter di COUTU, il nuovo marchio disegnato da Francesca Vaccaro.

Intuizione, innovazione, creatività coniugati all’utilizzo di tessuti e tinture naturali sono gli elementi che caratterizzano da ben 178 anni il brand che con i suoi accessori “avvolge” non solo le celebrities più affermate ma anche gli uomini più potenti del pianeta.

Di origine calabrese, l’esteta (come lui stesso ama definirsi) e imprenditore Claudio Cutuli circa trent’anni fa decide di dare una svolta all’azienda di famiglia trasferendola in Umbria, luogo per lui rivelatosi di grande ispirazione.

“Claudio Cutuli è un brand che coniuga sociale, cultura e fashion. Creiamo le nostre sciarpe non come un semplice accessorio di abbigliamento ma pensando all’eleganza sensuale, un’onda di tessuto che accarezzi e avvolga amabilmente una parte sensibile e significativa del nostro corpo”.

claudio-e-maria-grazia
Claudio e Maria Grazia Cutuli

Suo alter ego è la moglie Maria Grazia, che lo sostiene in ogni progetto, vedi quello legato al sociale che ha visto la maison supporter dell’Associazione ONLUS IL PELLICANO.

“Mariagrazia per me è un centro di gravità, la famiglia sta alla base dei grandi progetti. afferma Claudio Cutuli –Abbiamo voluto sostenere l’Associazione Il Pellicano poiché sin da subito la loro mission mi ha catturato. Poter offrire, attraverso il nostro sostegno professional,e la possibilità di guarire a coloro che sono affetti da disturbi alimentari credo costituisca la gratificazione più grande. Nel 2016 abbiamo supportato il sogno/progetto di Marianna Spagnoli, una delle pazienti del centro che grazie al nostro aiuto, attraverso il lavoro di fashion designer, non solo è riuscita a guarire dalla malattia ma ha anche realizzato il suo sogno di diventare stilista disegnando delle sciarpe dedicate che abbiamo deciso di produrre in filato di ortica, pianta nobile scelta non casualmente quale simbolo di vita e di speranza”.

Il proget...

Read More

Francesco Cafiso: “Il sax ha scelto me”

Francesco Cafiso - photo © rosellina garbo.

Francesco Cafiso – photo © rosellina garbo.

“Non sono io che ho scelto il sax, ma il sax che ha scelto me”. Lo dice e addirittura lo scrive nel cofanetto cd il jazzista Francesco Cafiso, che ha inserito tra le tappe del tour la sua Sicilia per presentare 3, un’ opera composta appunto da ben tre dischi, Contemplation, La Banda, 20 Cents per note.

“Anch’io come Gesualdo Bufalino desidero regalare al mio pubblico sedici minuti di felicità, io con il nuovo brano Sixteen minutes of happinnes”. In realtà i minuti di felicità che l’artista omaggia con la sua imponente e coraggiosa produzione musicale sono ben più di 16 e costituiscono il lavoro di 3 anni: uno di arrangiamenti e registrazioni e due di preparazione...

Read More

Luca Vullo, ambasciatore della gestualità italiana nel mondo

E’ l’America il punto di partenza di Luca Vullo in questo 2016. Il regista siciliano, da anni trapiantato a Londra, in California da circa due mesi per le riprese a Los Angeles di un documentario made USA, presenterà il suo docufilm “La voce del corpo” seguito da workshop in italiano e inglese in diverse Università tra California, Kansas e Mississippi. Le università americane ed europee sono sempre più interessate alle lezioni didattiche di Vullo, che, già noto filmaker, si è trasformato in insegnante nel mondo del gergo italico per gesti. Per la genialità italiana non ci sono confini…

IMG_1011

“Quando cresci in una società dove la filosofia predominante è l’arte di arrangiarsi, sviluppi una grande creatività ed una straordinaria flessibilità che ti aiutano a cercare sempre vie alternative e originali per raggiungere i tuoi obiettivi.  Io mi sento un guerriero ninja culturale e dopo aver vissuto e lavorato per diversi anni in Italia  mi sento in grado di sopravvivere con le mie passioni in ogni tipologia di giungla. In tutto ciò, non posso omettere il fatto che sono figlio di una donna estremamente creativa, ingegnosa e determinata che di certo mi ha lasciato in eredità queste doti e di un padre con grandi capacità nell’intrattenere un pubblico e con una spiccatissima gestualità. Inoltre alla genialità deve essere sempre collegata la mia grande perseveranza e il duro lavoro di squadra. Senza l’aiuto di mia sorella non sarei arrivato dove sono adesso”.

– Ma è vero, quindi, che gli ...

Read More

Il lifestyle Luisa Beccaria…di madre in figlia

luisa e lucillaLuisa Beccaria e Lucilla Bonaccorsi, mamma e figlia. Sono loro le vere icone della Maison di Brera riconosciuta per il suo stile glamour e raffinato, in grado di far sognare le donne di tutto il mondo, tra cui Madonna, Anne Hathaway, Sarah Jessica Parker, Jennifer Gardner, Halle Berry, Nicole Kidman, Kate Winslet, Angelina Jolie. Luisa, la stilista madre di questa fashion dinasty, e la sua famiglia vivono a Milano ma spesso si rifugiano nella loro tenuta siciliana “Borgo del Castelluccio”, un castello del 18° secolo recentemente restaurato e ristrutturato, dove oggi prende vita il “lifestyle Luisa Beccaria”. La Beccaria è sposata infatti con con l’aristocratico siciliano Lucio Bonaccorsi dei Principi di Reburdone,  con cui ha avuto cinque figli, Lucilla, Lucrezia, Ludovico, Luna e Luchino, che sin da bambini è riuscita ad integrare nel proprio universo fashion.

LuisaBeccariaNata a Milano,  Luisa Beccaria ha presentato la sua prima collezione appena ventenne, in una galleria d’arte. Da allora ha continuato a sfilare in luoghi non convenzionali.  Il background culturale e artistico di Luisa Beccaria emerge in tutto il suo percorso creativo. Natura, viaggi e arte sono costante ispirazione per le sue collezioni. Una grande passione per la sua professione che è riuscita a trasferire in particolare alla sua primogenita Lucilla che dal 2006, a soli 23 anni, ha iniziato a seguire la direzione creativa del brand portando un nuovo sguardo ed un confronto generazionale in grado di potenziare la freschezza tipica del brand e rendere la proposta sempre più innovativa e trasversale per età e uso.

“Lucilla è stata una rivelazione -confessa Luisa Beccaria-. La mia musa, il mio braccio destro”.

Il ma...

Read More