tagged posts

Investimenti, creatività, entusiasmo: idee e presenze al 58esimo Salone del Mobile di Milano

La 58a edizione del Salone del Mobile.Milano si conclude con un risultato molto positivo, sia in termini di affluenza sia di qualità delle relazioni commerciali, a conferma della forza attrattiva e della grande capacità di coinvolgimento della Manifestazione. Le 386.236 presenze, in 6 giorni, provenienti da 181 paesi fanno registrare un incremento del +12% rispetto all’edizione 2017, che proponeva Euroluce e Workplace3.0

“Chiudiamo questa edizione del Salone del Mobile con un bilancio molto positivo...

Read More

Milano e il Fuorisalone 2019

Con l’edizione 2019 del Fuorisalone, dall’8 al 14 aprile, nasce un nuovo modello di distretto: non più legato ad un territorio specifico ma diffuso in diverse zone della città e orientato alla riqualificazione di spazi dimenticati, mai aperti al pubblico nella storia della Milan Design Week. Il progetto DOS, Design Open’ Spaces, realizzato dagli studi Re.rurban e Emilio Lonardo in collaborazione con il Comune di Milano – Area Valorizzazione Sociale Spazi e con il patrocinio del Politecnico di Milano – Scuola del Design, vede sette spazi dislocati in sei zone diverse “ri-conosciuti” e restituiti alla città con una nuova veste e nuove funzioni, tra interventi di ristrutturazione, esposizioni e installazioni di design, un fitto calendario di eventi diurni e serali spaziando dalla musica live ai dj set, percorsi degustativi e incontri culturali.

L’impegno di DOS prenderà vita in Brera, Porta Genova, Bovisa, Tortona, Isola e Sarpi. Il “quartier generale” del distretto diffuso sarà il Dazio Art Cafè, uno dei caselli daziari della Darsena. Durante il Fuorisalone ospiterà numerose iniziative: una collettiva di giovani designer emergenti, un’area coworking e media, un Bookstore temporaneo, live shooting, spazi esterni dedicati al food e una programmazione di eventi serali con le migliori crew milanesi.

***

In Piazza Città di Lombardia, dall’9 al 14 aprile, esposizione accompagnata dal seminario di apertura SHAPING TEXTILE FOR ARCHITECTURE con l’istallazione del prototipo SenseKnit, presentato per la prima volta presso Made Expo 2019, un padiglione sensoriale che unisce in un unico progetto tradizione, innovazione e cultura digitale, elementi chiave nella trasformazione del progettare e del costruire. Il progetto è il risultato di una ricerca interdisciplinare svolta al Politecnico di Milano dal gruppo Material Balance Research, il laboratorio SAPERLab e i l laboratorio TextilesHUB del Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle costruzioni e Ambiente costruito e il laboratorio di maglieria del Dipartimento di Design. Le macchine di maglieria Stoll e la collaborazione con l’impresa Kn-Hit, realtà dinamica e innovativa nel settore tessile, ha permesso di realizzare l’ intero rivestimento del padiglione con tessuti a maglia, ottimizzati con la tecnologia del digital knitting. Questa permette di variare le prestazioni ambientali delle maglie, con finalità performative, e ridare vita ad una maestria del passato in prospettiva futura.

Il padiglione SenseKnit si articola in quattro aree che offrono diversi scenari di comfort sensoriale, grazie all’azione che ogni maglia esercita sullo spazio. Le aree offrono diverse performance, acustica, strutturale, climatica e visiva, pensate come risposta ad alcune delle esigenze emergenti dello spazio contemporaneo, che si evolve a velocità sempre più elevata.

Il comfort acustico è un requisito ormai indispensabile nei contesti, sempre più diffusi, di spazi condivisi e affollati. L’esigenza di efficienza strutturale sposta la ricerca su maglie a sezione variabile, che permettono di ottenere strutture resistenti ma, allo stesso tempo, leggere. Dal punto di vista climatico i tessuti a maglia vengono utilizzati per il controllo del flusso d’aria, al fine di operare una sua distribuzione diffusa. Dal punto di vista ottico, la porosità della maglia aiuta nel controllo del comfort luminoso, ma anche nella creazione di nuovi effetti visivi, filtrando la luce in diversi modi e intensità.

***

Diret...

Read More

57° Salone del Mobile: Milano capitale del design

Edizione numero 57 del Salone del Mobile di Milano, che accoglie 2000 espositori in oltre 200mila metri quadrati. Sei giorni che trasformano la capitale meneghina. L’edizione 2018 abbraccia il Salone Internazionale del Mobile e il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, EuroCucina, il Salone Internazionale del Bagno, il SaloneSatellite (dedicato alle giovani promesse nel campo del design) e poi il Fuorisalone, con moltissimi eventi, installazioni e novità dislocate in tutta la città.

“Non esiste Milano senza Salone e non ci può essere un Salone del Mobile senza Milano” recita (non a caso) il Manifesto del Salone. Quanto citato nel Manifesto è “Milano al centro“, la capitale meneghina che diventa caputale del design per quasi una settimana.

Le sezioni

EuroCuc...

Read More

Il FuoriSalone di una Milano da vivere

La settimana del design, a Milano, significa anche vivere la città con gli innumerevoli eventi fuori Salone. Contest compresi. 

Schermata 2017-04-05 alle 20.30.01

immagini.quotidiano.netAd aggiudicarsi la settima edizione di Milano Design Award, tra quaranta installazioni candidate, stato Lg con l’opera S.F. Senses of the Future di Tokujin per la capacità di coinvolgere lo spettatore e conciliare gli aspetti concettuali, tecnologici e narrativi in un unico progetto. La cerimonia di premiazione si è svolta alla Triennale.

superstudio-768x510Un’agenda fittissima, poi, per i visitatori alla scoperta della Milano immersa nello stile del design. Cuore degli eventi FuoriSalone, la zona di Tortona, dove tutto ebbe inizio con Superstudiopiù. Da allora ecco il Mudec, il Silos di Armani, gli spazi espositivi Base. Proprio allo spazio Base, in via Bergognone, organizzato Design Nomade, con le idee dei designer per architetture pensate per essere spostate. Nei paraggi, sempre in via Tortona: SuperDesignShow 2017, tema Time to Color; la mostra della rivista Domus dedicata alla città di Milano; Design Surface e Cabana Magazine propongono un viaggio multiculturale con allestimenti scenografici.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Brera un pullulare di eventi ed esposizioni nei numerosi showroom tra via Solferino, via Palermo e corso Garibaldi. In via Palermo alla Pelota, le creazioni di Hermès; in via San Carpoforo 9, un immaginario hotel di Miami in stile liberty con la spettacolare installazione “Fritz Hotel”. Notte bianca venerdì 7 aprile.

brera-2-768x442

In zona corso Co...

Read More

OROLAVICO debutta al Salone del Mobile di Milano

OROLAVICO, la maison del design che reinterpreta le pietre con nuove argomentazioni tecnico-estetiche, nata dalla visione creativa e manageriale dell’imprenditore Roberto Pravatà, debutta in occasione dell’appuntamento di settore più atteso, il Salone Internazionale del Mobile di Milano, il 14 aprile con una mostra dedicata all’interno dello show room PNR Italian Design in Piazza Cavour n°2. Durante l’evento sarà presentato alla stampa e agli addetti al settore il progetto della maison coordinato e prodotto da Giancarlo Rosano.

OROLAVICO sceglie le pietre tra le più interessanti, provenienti da una sola area geografica, la Sicilia. Nel rispetto della loro natura, della tradizione e introducendo nuove tecniche di lavorazione, oltre alla Pietra Lavica dell’Etna, la maison ha voluto focalizzare la propria produzione avvalendosi anche della Pietra Pece, Grigio Billiemi, Pietra di Comiso e Pietra di Modica. Le pietre siciliane, protagoniste dell’arte barocca dell’isola, attenzionate anche da registi di fiction come “Il Commissario Montalbano”, vengono riproposte dalla maison OROLOLAVICO con un binomio glamour e luxury: l’oro si fonde alla pietra divenendo un tutt’uno, fantasie che caratterizzano l’universo fashion vengono trasferite nella pietra che diventa così l’elemento esclusivo nell’arredo di ambienti interni ed esterni.

Marchio-Logotipo Orolavico B-N-01

Anche Heineken, il colosso mondiale della birra, affiancherà la maison di design OROLAVICO in occasione della presentazione ufficiale del prossimo 14 aprile a Milano con un esclusivo cocktail party.

Agata Patrizia Saccone

Read More

Tortona cuore di Milano per la Design Week

Un incremento di visitatori del 30%, ben rapportato al numero di eventi organizzati, 200 al cospetto di 150.000 ospiti.  Venti i  paesi rappresentati: questo il bilancio Tortona Design Week 2016, che ha segnato il tutto esaurito anche per gli spazi espositivi, zona simbolo del Fuorisalone grazie al progetto di comunicazione integrata realizzato da Associazione Tortona Area Lab, BASE Milano, Magna Pars, Milano Space Makers, Tortona Locations, Tortona 37 in collaborazione con Superstudio Group, con il patrocinio del Comune di Milano.

LR_8

Una edizione in crescita che ha visto la partecipazione di nomi importati fra designer Maarten Baas, Stefano Boeri, Mario Cucinella Architects, Formafantasma, Naoto Fukasawa, Setsu Ito, Paola Navone, Karim Rashid, Marcel Wanders, e aziende e progetti di qualità Asus (che ha creduto anche quest’anno nella zona rinnovando l’impegno di Main Partner), Barovier&Toso, Citizen, Lexus Italia, Miele, Moleskine, Red Star Macalline e tanti altri. Quattro i progetti del distretto Tortona selezionati per il Milano Design Award fra cui Aisin, vincitore nella categoria “Best Engagement” con il progetto Imagine new days.

Richiesta oltre le attese per gli Architours del distretto organizzati dall’Associazione Tortona Area Lab in collaborazione con AIM – Associazione Interessi Metropolitani, che hanno raccolto l’interesse del pubblico verso una zona si sta trasformando sempre di più in un vero e proprio hub di innovazione, di produzione culturale e di confronto aperto al pubblico e alla città, anche grazie alla presenza di prestigiose realtà culturali come l’Armani/Silos, il Mudec – Museo delle Culture e BASE Milano, il nuovo progetto integrato per la cultura e la creatività, che ha fatto rinascere gli storici spazi dell’ex Ansaldo. Questi ultimi, in particolare, scelti fra le principali sedi ufficiali della XXI Triennale di Milano per ospitare mostre e partecipazioni internazionali.

“Siamo molto soddisfatti di...

Read More