tagged posts

ELEVENTY apre a Catania alla vigilia della Milan Fashion Week

Il Gruppo Eleventy apre  in Sicilia e inaugura a Catania, in Corso Italia 48-50, il primo monomarca per uomo e donna, in collaborazione con Claudio Miceli. La nuova boutique a Catania, nella via della moda, accoglie le collezioni uomo, donna e home su una superficie di centocinquanta metri quadri. Eleventy e Miceli si incontrano uniti dallo stesso obiettivo: “Vogliamo salvaguardare la manifattura italiana, sartoriale attraverso un concetto di lusso responsabile e fare sentire bene chi indossa i nostri capi in qualsiasi momento della giornata”.

Eleventy promuove da sempre il concetto di un neo-lusso responsabile; l’azienda Claudio Miceli nasce nel  1981 con un progetto preciso: portare in Sicilia, la qualità e l’esclusività dei marchi di alta moda nazionale ed internazionale.

14344708_10209250019921672_5148181698504133510_n

Eleventy si distingue attraverso il concetto di un neo-lusso responsabile, con una proposta ampia di look per l’uomo e per la donna (75% – 25%), che include anche accessori e piccola pelletteria.

Il brand è stato fondato nel 2007 da Marco Baldassari, amministratore delegato e direttore creativo collezione uomo; Paolo Zuntini, ceo-fondatore e responsabile vendite e direttore creativo collezione donna; Andrea Scuderi, ceo-fondatore e responsabile di logistica e produzione. Nel dicembre 2014, nella sua compagine azionaria è entrato Vei Capital, operatore di private equity a cui attualmente fanno capo il 51% delle quote.

Il risultato raggiunto, in soli 9 anni,  premia la scelta strategica dell’azienda che, in controtendenza, ha investito su un sistema produttivo outsourcing con l’obiettivo di  salvaguardare e valorizzare le eccellenze locali, attive in settori specifici, creando un network di 94 micro imprese selezionate, dalla Puglia al Veneto, secondo specializzazioni e mestieri.

schermata-2016-09-14-alle-11-25-21

E’ recente...

Read More

L’etnicità colorata di STELLA JEAN per l’a/i 2016-17

Stella Jean torna con la sua etnicità, stavolta eclettica. Cappotti con stampe di uomini in uniforme, ripresi su alcuni pantaloni decisamente stravaganti. Il taglio è sempre a palazzo con decori e stampe tribali mixate al denim. Sfilano mantelle extra large, gonne fluide accostate a camicie a quadri e cardigan in lana, nonchè longuette con applicazioni multicolor. Camicie e tute hanno le ruches. Non mancano giacche in pelle e sovrapposizioni di gonne e pantaloni che fanno molta scena.

Colori: Blu, nero, rosso, giallo. Must Have: Longuette e stampe tribali. Accessori: Tracolla con frange, occhiali tondi, borsa a mano con stampe, sandali in plastica trasparente, sandalo con piume, anelli vistosi, bracciali rigidi in oro e rame.

FullSizeRender

Il coro gospel e la sfilata fw 2016/17 di Stella Jean all...

Read More

The Apartment, la proposta a/i ULTRACHIC

La nuova collezione autunno-inverno 2016-2017, “The Apartment” di Ultràchic, per la prima volta nel calendario ufficilale della Camera Nazionale della Moda Italiana, racconta le atmosfere di una casa ricca di colori e memorie. L’ispirazione è tratta da oggetti di tutti i giorni presenti nelle nostre case, che prendono vita in stampe, jaquard e ricami. Carte da parati, accessori dalla cucina alla camera da letto, raccolte di dischi vintage, lampadine, boccette di profumo animano tessuti preziosi come seta, viscosa, cotone, cashmere, oltre a non tessuti come le gonne di carta.

ultrachic paratore

Photo Credits: Giovanni Paratore

– Diego Dossola, è un brand giovane Ultràchic che però sicuramente sta facendo passi da gigante…

“È vero, stiamo facendo la nostra strada con passi ponderati, ma adesso stiamo...

Read More

Sleek deco stile anni ’20 per l’a/i di Genny

L’allure passionale ed esuberante di Joséphine Baker, protagonista della Parigi notturna e sfrontata dei ruggenti Anni Venti, si combina con l’attitudine forte e sensuale della fotografia di Helmut Newton nella collezione Genny Autunno/Inverno 2016.

genny paratore

Photo credits: Giovanni Paratore

I colori, le texture e gli effetti luminosi dei frizzanti e opulenti costumi delle ballerine di Charleston si sposano nella collezione an un grafismo dallo spirito iper moderno. Le silhouette sono morbide. Ampi cappotti in un soffice tessuto mohair rivelano all’interno una seconda anima argento iridescente di Lurex che crea un sofisticato gioco di luce, mentre gli eleganti tailleur hanno linee fluide con spalle dolcemente couture e con pantaloni a vita alta che scendono ampi e svasati.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Soggetto iconico dell’Art Deco, che trova il suo periodo di massimo splendore negli anni Venti, la piuma e graficamente riprodotta ad intarsio su una femminile jumpsuite monospalla in cady stretch bicolore bianco e nero. La silhouette della creatura regale è stampata su un cappotto in cavallino stretto in vita con una cintura in vernice e dettaglio gioiello e anche su un abito con scollo profondo in chiffon e lurex con effetto specchio.

Read More

Mfw: Ermanno Scervino guarda all’arte per il prossimo autunno inverno

Per il prossimo autunno/inverno, la visione couture di Ermanno Scervino -presentata alla Milan Fashion Week– irrompe nel quotidiano, esprimendo un’estetica che guarda al mondo delle Arti.

image

“Piacere e piacersi in ogni momento, che sia una mamma o un capitano d’industria, io amo le donne che si guardano allo specchio e si curano per i mariti o per i figli e per loro stesse”, afferma Ermanno Scervino.

Maschile e femminile dialogano, senza confondersi: la donna sceglie una nuova uniforme per sottolineare la propria femminilità. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’handcraftsmanship è protagonista assoluto della collezione. Suggestioni pittoriche per il macramè petit-damier, cesellato e sovrapposto...

Read More

La sofisticata modernità di Giada immaginata per l’a/i da Colangelo

C’è un che di intimo e di raccolto nell’estetica che permea la collezione GIADA per l’Autunno/Inverno 2016. La sofisticata modernità teorizzata dal Direttore Creativo Gabriele Colangelo è sempre presente, limpida ed evidente, ma stavolta gli angoli appaiono smussati, le atmosfere più soffuse, e le forme più che scolpire sembrano avvolgere il corpo...

Read More