tagged posts

Nei saloni di Palazzo Reale, a Milano, in mostra la camicia bianca di Ferré

Concepita con l’intento di mettere in luce la poetica sartoriale e creativa dell’ architetto della moda, Gianfranco Ferré, la mostra organizzata a Milano a Palazzo Reale riscopre ed esalta la camicia bianca, vero e proprio paradigma dello stile Ferré. Presenza costante che corre come un fil rouge lungo tutta la sua carriera, la camicia bianca è stata definita dallo stesso stilista “segno del mio stile”, oppure “lessico contemporaneo dell’eleganza”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Elemento di continuità e capo eletto ad icona dello stile, della cultura progettuale e della creatività di Gianfranco Ferré, artefice indiscusso del Made in Italy la camicia rappresenta il capo su cui l’autore concentra l’attitudine a trasformare e innovare il linguaggio e l’estetica della moda.

Read More

Una nuova strada di ricerca per VIC MATIE’

di AGATA PATRIZIA SACCONE

Il tema della definizione del genere, che oggi percorre tutte le forme espressive underground, è stato ed è, per VIC MATIÉ il punto di partenza della narrazione e il modo per saldare l’identità del brand con una nuova strada di ricerca espressiva. Intensità, contraddizione, sensualità, determinazione, oscurità, sono alcune delle parole chiave su cui Silvia Curzi, anima creativa del marchio, ha riflettuto nel tentativo di disegnare una collezione che resista agli stereotipi. Il confronto tra maschile e femminile, tra geometrico e arrotondato, tra liscio e ruvido, tra bianco e nero restituiscono l’impossibilità di creare un racconto lineare e la convinzione che non sia più necessario armonizzare gli opposti. Femminile, glamour, sensuale ma anche aggressivo, dinamico, urbano.

nenella-impiglia-Per Nenella Impiglia Curzi, fondatrice del marchio VIC MATIE’,  “la moda passa, lo stile resta” . E’ il motto (preso in prestito da Coco Chanel). Lungimirante e vulcanica, dietro la sua (apparente) corazza si cela un cuore grande!  Imprenditrice marchigiana assolutante poliedrica, protagonista lo scorso Febbraio del programma televisivo  di Rai 2 “BOSS IN INCOGNITO”, si racconta ai nostri microfoni in occasione della recente Milan Fashion Week,  durante l’evento di presentazione della collezione Fall-Winter 15.16 del brand made in Italy.

VIC MATIE' _ FW 15-16 02Per la collezione Fall-Winter 15.16 avete puntato  sul design assai singolare dei  tacchi…

Il requisito più importante che è sempre stato attribuito a Vic Matiè è la comodità anche nei tacchi alti. Le celebrities mi hanno sempre detto che i tacchi delle nostre calzature sono non solo fashion ma anche di alta qualità e comodità. Del resto non è bello vedere una donna seduta che sotto il tavolo nasconde i piedi nudi senza scarpe. Vic matiè è un marchio di ricerca, noi siamo molto propositivi e sperimentiamo tantissimo i materiali costruendoli quasi in ditta manualmente provando le pelli, abrasivandole dando degli strati di metallo cosi come abbiamo fatto per la collezione del prossimo autunno/inverno 15.16. Il tacco in metallo forgiato a mano nella nuova collezione è la nostra interpretazione di elegante ben lontana dagli swarosky.

Una grande ...

Read More

La “Gioconda” ricreata da Warhol nella boutique GHERARDINI di Milano

gherardini _ boutique firenzeDopo Firenze, sarà Milano ad ospitare l’evento artistico che lega Gherardini, la più antica maison della pelletteria italiana, alla versione pop, realizzata da Andy Warhol, del quadro più famoso del mondo, la Gioconda di Leonardo Da Vinci. GHERARDINI_BELLINA.ghbellina_millerighe citrineIn occasione della settimana della moda, dal 25 febbraio al 2 marzo, la boutique milanese della maison, in via della Spiga 5 a Milano, accoglierà la tela “Mona Lisa” che è già stata esposta, il mese scorso, in occasione di Pitti Uomo a Firenze.

Continua così la serie di iniziative collegate all’arte moderna e contemporanea organizzate per celebrare i 130 anni di Gherardini, maison di fama internazionale e ambasciatrice del made in Italy nel mondo, nata nel 1885 a Firenze e dal 2007 parte del gruppo Braccialini.

Un fil rouge curioso lega poi il cel...

Read More

Simone Susinna, dalla passerella sogna il cinema

Mentre cavalca l’onda del sogno appena realizzato, il modello catanese Simone Susinna, richiestissimo dagli stilisti più importanti tra cui Giorgio Armani che lo ha tenuto a battesimo sulle passerelle milanesi, si accinge a realizzare un nuovo progetto quello di diventare attore e recitare accanto a Monica Bellucci. Intanto all’ultima fashion week milanese fw 2015/16 ha sfilato per Dolce & Gabbana, John Richmond, Ermanno Scervino.

A soli ventuno anni, alto un metro e ottantotto, occhi azzurri come il mare di Sicilia, Simone Susinna da commesso in poco meno di un anno diviene uno dei modelli più richiesti del panorama nazionale. “Non avevo alcuna intenzione di lasciare Catania perché sono troppo legato alla mia terra e alla mia famiglia – afferma Simone– cosicchè per otto mesi ho fatto da spola tra Catania e Milano sino a quando lo scorso settembre insieme alla mia ragazza abbiamo deciso di trasferirci e andare a vivere nella capitale meneghina”.

imageSimone il sogno diventa realtà, da commesso in un negozio di abbigliamento oggi sfila per i grandi nomi della moda, come inizia il suo percorso professionale nell’universo fashion?

Tutto ebbe inizio due estati fa in una discoteca di Taormina dove un booker mi propose di partecipare ai casting di alcune agenzie di  Milano ed entrare quindi a far parte dell’universo moda. Non nego che all’inizio ero molto perplesso perché non mi andava di lasciare la mia terra, i miei affetti, insomma il mio mondo. Lo scorso gennaio,  grazie all’incoraggiamento dei miei genitori e della mia ragazza, presi la decisione di partire per partecipare ai casting della Milan Fashion Week e da li è stato tutto un crescendo poiché sono stato tenuto a battesimo per la mia carriera di modello dal grande Giorgio Armani  che mi ha scelto per sfilare la collezione della linea Emporio Armani. Naturalmente avendo sfilato per Re Giorgio a seguire, nel settore,  mi si sono prospettate  tante nuove opportunità di lavoro cosicchè ho deciso anche di cambiare agenzia passando alla D’management che è la tra le più importanti in Italia.

Dopo la Milan fashion week dello scorso gennaio che ti ha tenuto a battesimo per la tua carriera di modello, quali sono stati gli step successivi?

Ho lavorato con importanti maison sfilando per Dolce & Gabbana, John Richmond, Diesel, facendo anche da testimonial per diverse campagne pubblicitarie. Posso affermare  che dallo scorso gennaio la mia vita è cambiata!

E parlando appunto del pre-Milan fashion week, come si svolgeva la tua vita prima dello scorso gennaio?

Non avendo una particolare predilezione per lo studio, subito dopo il diploma ho lavorato all’interno di una boutique di abbigliamento  in Sicilia e poi davo spazio ai miei hobby, la palestra e il calcio, ritengo che la cura del fisico sia importante!

Quali sono gli accorgimenti cui un indossatore deve prestare attenzione per mantenere un fisico in perfetta forma?

Innanzitutto è fondament...

Read More

IL DEBUTTO DI LEITMOTIV A MILANO MODA DONNA

Leitmotiv RS15 4358“Debuttare nella kermesse milanese accanto ai grandi nomi della moda è un’opportunità importantissima per noi giovani creativi e rappresenta una nuova affermazione del nostro brand, in un’avventura che è una crescita continua”  hanno dichiarato i due designer di LEITMOTIV Fabio Sasso e Juan Caro, che vantano entrambi una formazione e un passato professionale nell’arte e che cominciano l’avventura di Leitmotiv nel 2006 con una mostra a Bologna.
Leitmotiv RS15 3813Leitmotiv, ovvero “motivo conduttore”: questo il significato del nome del brand, che unisce arte e moda in un percorso ideale e che rappresenta le due personalità dei designer, l’amore per la sartorialità e cura del dettaglio di Fabio Sasso e la passione per l’arte e la continua ricerca di Juan Caro.
Una moda che, grazie agli abiti, racconta una fiaba, giocando con lo spazio e con il tempo, scoprendo nuove e colorate dimensioni, simili a un immaginario fantastico, rese tangibili da stampe digitali e da tessuti indossabili nel quotidiano, ma curati con finish sofisticati. Una vera e propria arte applicata alla moda, in cui forme e volumi sono simili a tele dipinte ma da indossare nel quotidiano: una magia declinata
in collezioni femminili e maschili che ora è pronta a presentarsi in grande stile al pubblico milanese.
Uno stile inimitabile e unico che, fin dal suo esordio, ha conquistato l’attenzione di Camera Nazionale della Moda che ha creduto nel talento dei due stilisti accompagnandoli lungo il loro percorso di crescita, che ha avuto il suo primo e importante step con la partecipazione come finalisti a Who is on Next, nel 2008.

Read More

NearMe, partita dalla Sicilia l’app per trovare il mondo

Cerchi ristoranti, bar, musei, hotel, farmacie o quant’altro? Basta cliccare sull’icona di NearMe, l’app che spopola per iPhone, iPad, iPod Touch per trovarle. Ad inventare questa applicazione di grande successo, già votata «Top Travel App», cioè tra le migliori app da viaggio, sono stati due due ingegneri catanesi  Antonio Virzì e Dario Briguglio. NearMe, tra le apps più scaricate in assoluto, gratuita, cresce sempre più  ed è tra le startup selezionate  al Web Summit di Dublino, il più importante meeting europeo dedicato all’innovazione digitale, a cui partecipano aziende come Google, Microsoft, Facebook, Twitter e Amazon.

NearMe-WebSummit

Il CEO di NearMe AntonioVirzìIl Web Summit sarà un’ottima occasione – spiega il CEO di NearMe Antonio Virzì  (nella foto) – per far conoscere le tante novità a cui stiamo lavo...

Read More