tagged posts

50 anni di Etro in mostra al Mudec di Milano. Un viaggio che prende origine dal Paisley

50 anni di Etro, festeggiati a Milano con una mostra allestita al Mudec che celebra la lunga storia del brand caratterizzata, già alla nascita, dal motivo Paisley, il germoglio della palma di dattero, di origine mesopotamica, riconosciuto come simbolo di fertilità e lunga vita. E non a caso ha dato origine alla favola di una fashion dinasty del made in Italy. Inaugurata il 23 settembre, la mostra sarà fruibile gratuitamente fino al 14 ottobre.

Per i visitatori l’esperienza di un percorso in cinque stanze, non pensato in ordine cronologico, bensì con ogni ambiente che racchiude un pezzo di memoria Etro: la famiglia e i tessuti, la comunicazione, le collezioni, gli accessori e le ispirazioni. Sparsi una cinquantina di look. I patchwork di tessuti rivestono dalle pareti alle sedute.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Esposta anche la capsule collection Etro 50, realizzata da Kean e Veronica Etro, rispettivamente direttori creativi delle linee uomo e donna: un viaggio nel tempo dagli anni Sessanta tra T-shirt, felpe, maglie, foulard in seta e cashmere, accessori. Il motivo paisley qui si incrocia con la scritta Faithful to Love and Beauty.

Read More

Lourdes Leon e Selena Gomez in passerella alla New York Fashion Week

La NY Fashion Week chiude con un bilancio più che positivo. Un calendario fitto di eventi, di debutti ma anche di colpi di scena! Del resto si sa, l’universo glamour spesso costituisce uno strumento non solo per raccontare le tendenze moda, ma per esprimere anche altre tematiche e la città della Grande Mela in tal senso è certamente terreno assai fertile. Un messaggio forte è stato lanciato dallo stilista Jeremy Scott  attraverso la t-shirt indossata in coda al suo show che indicava il numero per chiamare il proprio senatore locale per opporsi alla scelta che sposterebbe gli equilibri della Corte Suprema su temi come il possesso delle armi, l’aborto, i diritti delle donne e della comunità LGBT. Una collezione, quella del designer americano, che invita alla rivolta e alla resistenza culminata con l’appello ai suoi connazionali.

Sul fronte debutti in passerella a New York, quello di Lourdes Leon, primogenita della pop star Madonna, che proprio nella corrente fashion week ha scelto di sfilare  sulla passerella SS19 di Gyspy Sport, il brand dallo stile unconventional.

Non da meno è stata Selena Gomez, la cantante e attrice statunitense che da spettatrice del fashion show Coach a un certo punto diventa diventa protagonista del catwalk (seppur per una breve apparizione) indossato un mini abito in stile cowgirl di pelle dorata con frange e pietre, le maniche e il colletto invece di chiffon nero. I capelli raccolti in una coda bassa e un make up smoky eye bronzo e labbra nude.

Read More

La notte dei Tao Awards momento culminante di Taomoda in una week di fashion, design, arte, turismo, mangiar sano e charity

Non si può parlare di Taomoda se non raccontando di un’intera settimana di eventi, perché la manifestazione principale oggi di Taormina, che in cinque anni nella Perla dello Jonio (dopo quattordici ‘vissuti’ a Catania) si è imposta all’attenzione dei media e domina per affluenza di pubblico, è più che mai un contenitore di appuntamenti di indubbia rilevanza artistica e culturale e di forte richiamo turistico. La moda come fil rouge di una week che ingloba anche design, arte, turismo, mangiar sano, charity e formazione, con le masterclass rivolte ai più giovani.

Con una chicca, quest’anno: la mostra #saveBorsalino allestita nello storico Palazzo Duchi di Santo Stefano dal 14 al 21 luglio, stessa location di una doppia esposizione, la Contemporary Fashion & Design, con, tra l’altro, le creazioni sartoriali di 9 brand tra i 50 selezionati dei 560 made in Italy che attualmente costituiscono il nuovo board del comparto moda in Italia. A Taomoda, Maria Sapio (nella foto in basso, premiata con il Tao Award dedicato alla categoria), La Cles, Raffaela D’Angelo, Valentina Poltronieri, Femme, Fabiana Ferri, Ivan Bellanova, Roberto Intorre, Suprema e Le Monde de Cuir. Special guest Orange Fiber, la start up che ha brevettato il tessuto ricavato dalle bucce d’arancia. 

Così -tra mostre, spettacoli classici, masterclass, convegni, presentazioni di libri – si è arrivati all’apice della Taomoda Week, ovvero l’esclusivo Gala -nello scenario unico del Teatro Antico di Taormina- per la notte dei Tao Awards, sabato 21 luglio, evento nell’evento.

Uno spettacolo elegante e ricco di ospiti, presentato dalla giornalista de La 7 Cinzia Malvini e dal capostruttura di Rai 1 Angelo Mellone, che ha coinvolto oltre 4000 spettatori.

I riflettori per l’edizione gold si sono accesi sulle note dei Queen e per il prologo del Contemporary Fashion. Il Tao Award, come detto, è andato a Maria Sapio, scelta dalla commissione dei giornalisti e premiata dal cav.Mario Boselli, presidente onorario della Camera Nazionale della Moda (che patrocina l’esclusivo evento taorminese diretto dalla giornalista Agata Patrizia Saccone) nonché di Taomoda.

A seguire, sul palcoscenico trasformato in passerella, cornice meravigliosa per abiti da sogno della collezione fall winter 2018/19, con le acconciature curate da Wella e il make up dall’accademia Menea, hanno sfilato le creazioni proposte da Genny (presente la stilista Sarah Cavazza Facchini, insignita del Tao Award brandizzato Moak), Cividini, Salvatore Piccione per Piccione Piccione, Les Copains, Capucci. Singolare inoltre l’esordio del brand Le Monde de Cuir, con dei pantaloni sagomati indossati durante la performance dai ballerini della compagnia Elevation Dance in una coreografia di Fia Di Stefano. Storia nella storia, la danza di Moussà, un giovane arrivato su un barcone in Sicilia e ora stella del corpo di ballo. 

Premiati di spicco anche in questa edizione: gli attori, Alessio Boni e Violante Placido; il cantautore Giovanni Caccamo (che ha ricevuto il TaoAward brandizzato Bruno Euronics), l’imprenditore cav.Nardo Filippetti, presidente Eden Group e Astoi Confindustria (premio Excellent), il fotografo Stefano Guindani, le giornaliste Patrizia Vacalebri e Fabiana Giacomotti (per la cultura della moda), la scrittrice Manuela Diliberto, il designer Ferruccio Laviani di Kartell (sezione design assegnato dagli architetti anche il Talent a Pierluigi Piu), il prof.Riccardo Masetti per la medicina. Premio speciale, infine, alla Città di Alessandria –presente il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco– e alla giornalista de La Stampa Valentina Frezzato per il progetto e la mostra #saveBorsalino, allestita per una settimana nello storico edificio trecentesco dagli architetti Claudio Grasso e Federica Miranda.

Taomoda Week -con il suppor...

Read More

DAL 14 AL 21 LUGLIO TAOMODA 2018. A TAORMINA ANCHE L’ESCLUSIVA MOSTRA #SAVEBORSALINO. GALA DEI TAO AWARDS IL 21 LUGLIO AL TEATRO ANTICO

A Taormina, dal 14 al 21 luglio, riflettori puntati sull’attesa TaoModa Week 2018, la kermesse con eco internazionale che alla moda coniuga design, turismo, cultura e sana nutrizione. Serata culminante sabato 21 luglio al Teatro Antico con il tradizionale Gala per la consegna dei prestigiosi e ambiti Tao Awards, assegnati a personaggi del mondo della moda, del design, della televisione, della cultura, dello spettacolo, della scienza, della musica.

Quella di quest’anno sarà l’edizione gold della rassegna diretta dalla giornalista Agata Patrizia Saccone, fondeur di Taomoda – evento patrocinato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana – e che si pregia della presidenza onoraria del Cav.Mario Boselli.

Una settimana densa di appuntamenti, che saranno presentati in occasione della conferenza stampa dell’11 luglio alle ore 10.30 nei saloni di Palazzo Calanna-La Baronessa a Taormina, quando saranno annunciati anche i vincitori dei Tao Awards 2018.

L’opening è fissato per sabato 14 luglio nel trecentesco Palazzo Duchi di Santo Stefano di Taormina – un capolavoro dell’arte gotica siciliana con elementi caratteristici di epoca araba e normanna sito proprio nel cuore della cittadina – dove, oltre alla mostra Contemporary Fashion Design, sarà allestita l’esclusiva mostra #SaveBorsalino, che per la prima volta lascia la città di Alessandria per celebrare l’edizione gold di Taomoda. Le due mostre saranno aperte al pubblico sino al 21 luglio.

TaoModa Awards fo...

Read More

Omaggio a un’icona: Raffaella Carrà. Una mostra sullo stile Raffa allestita nella capitale nei giorni di AltaRoma

A Roma, il Teatro Uno si trasforma in una galleria che rende omaggio a una vera e propria icona della televisione italiana, Raffaella Carrà, 75 anni appena compiuti, ineguagliabile nel suo essere sempre un simbolo. Lei, prima e unica vera donna della tv, che ha lanciato mode, stili, modelli, slang, ma che ha mantenuto una costante, il suo caschetto biondo, frangia o non frangia, riga o non riga, i capelli della Carrà sono un segno distintivo. E allora via alla mostra, curata da Fabiana Giacomotti, con i disegni, i bozzetti di costumisti televisivi e cinematografici, le simbologie nascoste in abiti, accessori, oggetti, video, foto.

Così, mentre la Raffa –a quanto pare- è intenta a incidere un nuovo disco e forse tornare a sorpresa nel piccolo schermo, la capitale la celebra nei giorni di AltaRoma.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Read More

Trent’anni di moda italiana in mostra a Milano

Inaugurata a Palazzo Reale, a Milano, la mostra “L’Italia vista dalla moda 1971-2001”, visitabile fino al 6 maggio prossimo.

Una retrospettiva su una stagione particolarmente florida per il made in Italy, un trentennio che ha caratterizzato un percorso unico del comparto manufatturiero affidato alla maestria di grandi stilisti. La mostra – curata da Maria Luisa Frisa con Stefano Tonchi  e prodotta dal Comune di Milano, da Palazzo Reale e dalla Camera Nazionale della Moda Italiana nei 60 anni della CNMI, con il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico e dell’Agenzia Ice-  si articola in una costellazione di temi (Identità, Democrazia, In forma di logo, Diorama, Project Room, Bazar, Postproduzione, Glocal, L’Italia degli oggetti), in  nove stanze, una diversa da...

Read More

I look dei presentatori del Festival di Sanremo 2018

Armani Privé alla prima serata e Armani Privé anche nella serata conclusiva per la presentatrice del 68esimo Festival di Sanremo, Michelle Hunziker. Nel corso delle altre serate, la Hunziker invece ha indossato Alberta Ferretti, Trussardi e Moschino (di quest’ultimo l’abito ‘petaloso’ nella foto).

Ermanno Scervino ha vestito Claudio Baglioni nella serata di venerdì. Tre i look: il primo consisteva in uno smoking spezzato con giacca bianca impreziosita da chiusura gemello, abbinata a camicia ricamata e pantaloni neri. Per il duetto che lo ha visto protagonista sul palco con Gianna Nannini ha scelto invece un completo grigio metallizzato con giacca che richiama le marsine del cadetti impreziosita da ricami neri. Per l’ultima parte della serata, infine, Claudio Baglioni ha indossato un completo grigio con giacca caratterizzata da ricami cordonetto sulle maniche.

Pierfrancesco Favino ha optato per Ermenegildo Zegna Couture. In occasione della terza serata del Festival di Sanremo, l’attore ha indossato due smoking della griffe biellese disegnati in esclusiva per lui da Alessandro Sartori, direttore artistico Zegna: uno smoking monopetto a un bottone in misto lana/seta bordeaux scuro, la giacca ha il rever sciallato in seta nera a contrasto, pantaloni flat front con dettagli laterali in seta nera. La camicia ha abbottonatura nascosta in finissimo popeline di cotone bianco, papillon e fascia da smoking in seta nera e scarpa stringata in morbida pelle di vitello nera. Il secondo abito, sempre monopetto, in jacquard di lana e mohair blu scuro. 

...Read More

ALL’UNIVERSITA LA SAPIENZA IL NUOVO MASTER IN COMUNICAZIONE ED EVENTI PER LA MODA. SPECIALE PARTNERSHIP DI FORMAZIONE CON LA RASSEGNA INTERNAZIONALE TAOMODA

Grande interesse desta il nuovo Master di I livello in “Teoria e strategie della moda. Comunicazione, eventi e valorizzazione culturale della moda e del made in Italy” CEV/Moda a La Sapienza di Roma, il cui inizio delle lezioni è in programma a fine febbraio 2018.

Il master è stato presentato nella Sala del Museo dell’Arte Classica, all’interno della Facoltà di Lettere e Filosofia, dal Presidente della Fondazione LA SAPIENZA Prof. Antonello Folco Biagini.

“L’università ha un ruolo fondamentale nel processo di sviluppo e valorizzazione delle competenze, potenziare la formazione di qualità è il punto di partenza della filiera italiana del tessile-moda”: è quanto hanno sottolineato i relatori Marco Nardella Romagnoli, Fashion Industry Delegate del Ministero dello Sviluppo Economico, e lo stilista Antonio Grimaldi, intervenuti alla cerimonia ufficiale di presentazione.

Il nuovo programma è stato elaborato in tandem accademico-professionale dal professor Andrea Carteny, direttore del Master in Teoria e Strategie della Moda, e da Fabiana Giacomotti, giornalista e docente di linguaggi della moda in Sapienza e direttore scientifico del nuovo Master. L’obiettivo è preparare i neo-laureati delle varie discipline -in particolare in Scienze della Moda e del Costume, Storia dell’Arte e Spettacolo, Editoria, Economia- ad affrontare il mondo del lavoro offrendo loro un percorso innovativo. Saranno approfonditi temi nei quali la Sapienza vanta una competenza specifica, vedi l’archivistica digitale, l’editoria/old e new media, la semiotica. Parteciperanno professionisti di fama internazionale, inoltre si svolgeranno corsi, laboratori e attività pratiche nell’area degli eventi, del videomaking, dello storytelling e delle attività social per la moda e la valorizzazione del territorio.

Read More