tagged posts

Il prezioso progetto del brand made in Italy AU197SM pronto a conquistare il Medio Oriente

Metalli preziosi, pluriball, materiali da riciclo, tessuti naturali lavorati con macchinari a ultrasuoni costituiscono per il brand made in Italy AU197SM, fondato dall’imprenditore Stefano Maccagnani con la direzione creativa di Paola Monachesi, un mix d’avanguardia per raccontare una nuova pagina della moda. Dopo la presentazione alle fashion week di Parigi e Milano, AU197SM di prepara a conquistare l’Oriente.

   Stefano Maccagnani e Paola Monachesi con Jo Squillo

“E’ stato Stefano a scoprire che c’era in preparazione una nuova tecnologia di applicazione dell’oro puro e metalli preziosi su qualsiasi tipologia di materiale -racconta Paola Monachesi. Dopo esserci conosciuti abbiamo deciso di portare insieme a termine gli studi  fatti su questa applicazione e di farlo diventare un brevetto internazionale abbinandone degli altri, così come per esempio le cuciture ad ultrasuoni. La nostra collezione è basata su elementi e trattamenti tecnologici,  l’applicazione di metalli preziosi quali oro, argento, platino vengono applicati manualmente in tre passaggi attraverso delle macchine. Un brevetto internazionale che prevede anche dei miscugli chimici affinchè i metalli preziosi presenti nei capi resistano anche ai lavaggi. I capi AU197SM vanno infatti regolarmente lavati in acqua a 30 gradi rigirati naturalmente con la consapevolezza e la cura di proteggere un capo di lusso prezioso”.

Lei poi è riuscita a inventarsi anche l’impiego dei macchinari a ultrasuoni per la realizzazione delle collezioni…

“Beh si, frutto della mia curiosità. Un giorno infatti mi trovavo in azienda da Stefano e vidi quel macchinario a ultrasuoni che appunto generalmente viene utilizzato in tutt’altro settore e proprio in quel momento ho capito che era il macchinario giusto per poter lavorare i miei materiali. Gli ultrasuoni infatti intrecciano tra loro alcuni materiali che più o meno hanno delle composizioni particolari rendendoli così unici”.

Quando avete presentato ufficialmente la prima ...

Read More

L’etnicità colorata di STELLA JEAN per l’a/i 2016-17

Stella Jean torna con la sua etnicità, stavolta eclettica. Cappotti con stampe di uomini in uniforme, ripresi su alcuni pantaloni decisamente stravaganti. Il taglio è sempre a palazzo con decori e stampe tribali mixate al denim. Sfilano mantelle extra large, gonne fluide accostate a camicie a quadri e cardigan in lana, nonchè longuette con applicazioni multicolor. Camicie e tute hanno le ruches. Non mancano giacche in pelle e sovrapposizioni di gonne e pantaloni che fanno molta scena.

Colori: Blu, nero, rosso, giallo. Must Have: Longuette e stampe tribali. Accessori: Tracolla con frange, occhiali tondi, borsa a mano con stampe, sandali in plastica trasparente, sandalo con piume, anelli vistosi, bracciali rigidi in oro e rame.

FullSizeRender

Il coro gospel e la sfilata fw 2016/17 di Stella Jean all...

Read More

Moderna Cinderella, la donna di LUISA BECCARIA

Femminile e risoluta, sognante e concreta, perduta nella bellezza di nuove geometrie tra città e natura. La collezione Luisa Beccaria Autunno – Inverno 2015 / 2016 è una ricerca di armonia nella contraddizione, di sintesi tra forma e materia.

Per il giorno i tessuti tipici del guardaroba maschile, come il loden, il pied de poule e la vigogna, si impreziosiscono con leggeri ricami e applicazioni tridimensionali. Morbide bluse dalla stampa grafica e abiti in organza fil coupé si abbinano a tweed motivo Vichy o a righe. Le linee si aprono e diventano geometrie di foglie, che ricamano il velluto e si stagliano su morbide gonne dal taglio svasato o a matita. Anche il fiore, must della maison, si declina in un pattern più geometrico su abiti da ballo e delicati chemisier a portafoglio, abbinati a giacche e cappotti in tweed con inserti in camoscio. Il grafismo si traduce in drappeggi dall’ispirazione quasi astratta che danno dinamicità a tutti i capi della collezione.

Quando cala la sera, la donna Luisa Beccaria la accende, incedendo sognante, come una moderna Cinderella, in abiti talvolta con rouches dalle mille sfumature, talvolta più fascianti e sensuali. La palette cromatica percorre diverse sfumature del blu, dal notte all’ottanio acceso, con intervalli di verde loden, antracite e panna.

Read More