salone tagged posts

I numeri del SALONE DEL MOBILE 2015

Con una presenza del 69% di operatori stranieri, il Salone del Mobile di Milano ha confermato, anche in questa edizione, una forte vocazione internazionale. 310.840 i visitatori, questo il bilancio della rassegna. Confortante il segnale della presenza dei russi, mentre si conferma primo mercato la Cina e secondo Paese di provenienza degli operatori del settore la Germania. Particolarmente significativa in questa edizione l’affluenza da Arabia Saudita, Libano ed Egitto. In crescita anche i visitatori da USA, UK e India.

Grande affluenza di pubblico pure al Salone Satellite, giunto alla 18esima edizione e dedicato quest’anno al tema “Pianeta Vita”, a cui hanno partecipato 700 giovani under 35.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Read More

Design ufficio al Salone 2015

h_44471_02

L’esigenza di vivere e lavorare in ambienti meno rumorosi, riducendo il fastidioso riverbero acustico, trova finalmente una risposta in una gamma di prodotti dal design ricercato, adatto a risolvere svariate esigenze sia domestiche che per il contract. President by Caimi è uno dei nuovi prodotti che rientrano nel progetto Snowsound®: una tecnologia brevettata che consente di ottenere una correzione acustica selettiva in modo semplice e rapido.

L’innovativa Tecnologia Snowsound® di Caimi Brevetti è stata premiata negli Stati Uniti, in occasione della fiera CES 2014 tenutasi a Las Vegas, con il premio ‘Innovation Design and Engineering Awards’. L’avveniristica manifestazione è la principale fiera a livello mondiale dedicata all’elettronica.

Philippe Nigro: ‘Il suono, così come l...

Read More

Il “Made in Florence” di Ermanno Scervino sbarca a Baku

!cid_1C017556B15E441DA0F5D1470B00A707@ict_corp_raiUno dei nomi del Made in Italy (o “Made in Florence” come lo stesso stilista ama affermare) più apprezzati al mondo. Un know how decisamente artigiale per Ermanno Scervino che, da buon architetto, svolge un lavoro certosino di continua ricerca per non deludere mai le aspettative di un mercato severo che oggi si presenta abbastanza saturo e che vive una fase di ritorno al passato. Un brand che oggi conta ben cinque linee: donna, uomo, Lingerie and Beachwear, Street, Junior.

Lo stilista, che ha ereditato e conservato l’amore per le eroine forti e appassionate, afferma che “Le donne non devono essere vittime dei loro abiti”. Sognando ancora abiti e costumi per una moderna “Signora delle Camelie”, veste le principesse urbane di oggi, critiche e contestatarie, eleganti e glamour. Un’eleganza che lui stesso definisce “rock couture”, espressa dalla gioventù londinese di oggi, che fa da eco all’energia newyorkese degli anni 80. Un po’ Kate Moss, un po’ Angelina Jolie, la donna di Ermanno Scervino è scontrosa e non esita a fare sfacciati abbinamenti, con lussuoso sfasamento. Tra le celebrities da lui vestite Elle Macpherson, Asia Argento, Kate Hudson, Dasha Zhukov, Sandra Bullock, Misha Burton. Allo stilista non piace che un vestito sia più forte della donna che lo indossa. Per lui, tutto parte da una seduzione cerebrale, da uno spirito impegnato, coinvolto nella vita, nelle cause, nelle battaglie.

L’esclusività, l’eccellenza e il gusto per l’architettura del corpo sono gli elementi che premiano il brand sempre più apprezzato sia in Italia che all’estero.

!cid_D68790203F5E45888ED7C33463A11B6D@ict_corp_raiProprio qualche ora fa la Maison ha celebrato l’apertura della prima boutique monomarca a Baku (con una sfilata di una selezione di look iconici Uomo e Donna, delle stagioni Autunno/Inverno 2013-2014 e Primavera/Estate 2014) l’unica all’interno dell’ hotel Four Seasons, cuore della luxury life della capitale azera confermando il trend positivo dello sviluppo retail internazionale. “Baku è tra i luoghi più antichi e suggestivi del Medio Oriente. Un ponte ideale tra Oriente e Occidente che ha profonde radici culturali, pur essendo una città proiettata nel futuro, che ama lo stile e il Made in Italy”, dichiara Ermanno Scervino, presente all’evento, e prosegue: “Il consenso del pubblico è un riconoscimento sempre emozionante, in passato ho già avuto il piacere di essere accolto favorevolmente dalla comunità Azera Internazionale, in occasione delle Olimpiadi di Londra”.

Per l’occasione abbiamo intervistato, in una nostra esclusiva, Toni Scervino ed Ermanno Scervino.

Read More