tagged posts

Il lifestyle Luisa Beccaria…di madre in figlia

luisa e lucillaLuisa Beccaria e Lucilla Bonaccorsi, mamma e figlia. Sono loro le vere icone della Maison di Brera riconosciuta per il suo stile glamour e raffinato, in grado di far sognare le donne di tutto il mondo, tra cui Madonna, Anne Hathaway, Sarah Jessica Parker, Jennifer Gardner, Halle Berry, Nicole Kidman, Kate Winslet, Angelina Jolie. Luisa, la stilista madre di questa fashion dinasty, e la sua famiglia vivono a Milano ma spesso si rifugiano nella loro tenuta siciliana “Borgo del Castelluccio”, un castello del 18° secolo recentemente restaurato e ristrutturato, dove oggi prende vita il “lifestyle Luisa Beccaria”. La Beccaria è sposata infatti con con l’aristocratico siciliano Lucio Bonaccorsi dei Principi di Reburdone,  con cui ha avuto cinque figli, Lucilla, Lucrezia, Ludovico, Luna e Luchino, che sin da bambini è riuscita ad integrare nel proprio universo fashion.

LuisaBeccariaNata a Milano,  Luisa Beccaria ha presentato la sua prima collezione appena ventenne, in una galleria d’arte. Da allora ha continuato a sfilare in luoghi non convenzionali.  Il background culturale e artistico di Luisa Beccaria emerge in tutto il suo percorso creativo. Natura, viaggi e arte sono costante ispirazione per le sue collezioni. Una grande passione per la sua professione che è riuscita a trasferire in particolare alla sua primogenita Lucilla che dal 2006, a soli 23 anni, ha iniziato a seguire la direzione creativa del brand portando un nuovo sguardo ed un confronto generazionale in grado di potenziare la freschezza tipica del brand e rendere la proposta sempre più innovativa e trasversale per età e uso.

“Lucilla è stata una rivelazione -confessa Luisa Beccaria-. La mia musa, il mio braccio destro”.

Il ma...

Read More

Luca Parmitano, l’astronauta catanese supereroe: missione spaziale compiuta!

Luca Parmitano

Luca Parmitano

E’ rientrato sulla Terra dopo 166 giorni passati in orbita a bordo della navicella Soyuz, Luca Parmitano, l’astronauta catanese impegnato per oltre cinque mesi nella missione spaziale “Volare”. Con le sue immagini postate quotidianamente sulla pagina ufficiale Facebook ha coinvolto il popolo della rete, che virtualmente ha condiviso con lui questa entuasiasmante esperienza in un filo diretto costante.

1401368_217920575048510_944079561_oPerciò –e non soltanto per gli scatti che vi riproproniamo- è diventato il SuperMan d’Italia, il tifoso del Catania più famoso del mondo, per la torcia olimpica il tedoforo più illustre, il siciliano più innamorato della sua terra e del suo vulcano Etna che sovrasta la città in cui è cresciuto e dove ha studiato (per la cronaca, al Liceo Scientifico Galileo Galilei).

Sempre sorridente il nostro Luca: prima di partire alle soglie dell’estate, durante il suo viaggio tra le stelle, appena atterrato nel giorno di San Martino nella steppa del Kazakistan assieme ai suoi compagni di viaggio, invece appena più provati.

Parmitano è il primo astronauta italiano ad effettuare due passeggiate spaziali, anche se la seconda attività extraveicolare è stata interrotta per la presenza di acqua nel casco. E ha condotto oltre 30 esperimenti scientifici.

Appena arrivato ha dichiarato che lassù ha “sentito soprattutto la mancanza della famiglia, del caffè espresso e della doccia”, ma adesso, dopo un breve momento di riadattamento alla forza di gravità, riabbraccerà la moglie Kathy (la quale ha seguito il suo rientro dalla base della Nasa a Houston) e le figlie Sara e Maya, mentre mamma e papà li reincontrerà presto perché a Catania trascorrerà con loro le vacanze di Natale. Mentre Catenanuova, paese dell’ennese di cui è originaria mamma Cettina, gli conferirà la cittadinanza onoraria.

1402363_216184241888810_443119462_o

La Sicilia Luca Parmitano l’ha cullata da lontano con foto eccezionali che rimarranno nell’album dei ricordi. Persino l’ultimo scatto prima di rientrare è stato riservato alla “sua” Isola e all’Etna fumante, che sembra averlo così voluto riaccogliere.

La prima intervista è frutto di una videoconferenza a Houston (vi proponiamo stralcio scritto e link video).

L'astronauta catanese Luca Parmitano

L’astronauta catanese Luca Parmitano

Ha riferito della sua esperienza tra le stelle, a partire dalle prime (ritrovate) sensazioni e dall’abbraccio con i propri cari: “Appena sono arrivato a Houston mia moglie è venuta a salutarmi sull’aereo, mentre le bambine dormivano. Una volta sceso, sono andato a svegliare le bambine e l’espressione che ho visto nei loro occhi resterà con me per il resto della vita. Era come se stessero continuando a sognare. Questo mi ha riempito il cuore”. Sara e Maia non gli hanno ancora fatto nessuna domanda sulla sua permanenza nello spazio: “Hanno voluto subito giocare con me, proprio come facevamo prima che io andassi nello spazio. La cosa splendida dei bambini è che per loro il tempo passa velocemente”.

Quindi il racconto del giorno dopo: “Questa mattina mi sono alzato presto e ho visto l’alba. L’alba vista da qui è diversa dalle sedici albe che ogni giorno vedevo dalla stazione spaziale e adesso mi sto ancora godendo questa riscoperta della Terra. Il primo odore a colpirmi è stato invece quello della terra bagnata. Sono felice di essere di nuovo sulla Terra, ma tornerei immediatamente tra le stelle. Vivere nello spazio  è meraviglioso”.

1004464_174767522697149_339293188_n“Investire in tecnologia può aprire nuov...

Read More

Il cuore siciliano dell’attrice Manuela Ventura

manuela ventura MNei panni di Teresa Strano l’ha conosciuta il grande pubblico della televisione grazie alla fiction di Rai 1 “Questo nostro amore”. Ma la formazione di Manuela Ventura, attrice catanese con studi all’Accademia di Arte Drammatica di Roma e cultura umanistica per la laurea in lettere, ha radici nel teatro, tanto che non le dispiacerebbe annoverare tra gli impegni in agenda più appuntamenti in calendario calcando i palcoscenici della propria città:  “Sono particolarmente legata alla mia terra – afferma – Soprattutto adoro la lingua siciliana, la considero nobile, importante,  è proprio una questione di musicalità dei suoni di certe parole che in italiano sono intraducibili. L’idea di lavorare più di frequente a Catania mi riempirebbe di gioia!”.

Il tu...

Read More

Granite per tutti i gusti

Come non esistono (più) le mezze stagioni, ebbene non sono (mai) esistite le mezze granite. E’ il momento di sfatare un mito, legato a quella che è la specialità regina estiva della Sicilia (orientale). La famosa indicazione della “mezza” granita risale alle origini, quando nel ghiaccio tritato o nella neve veniva spremuto mezzo limone (e non uno intero) con un po’ di zucchero, secondo le preferenze del consumatore. Il bicchiere, però, sempre pieno. Mai, con la granita, ci si abbandoni all’ottica del mezzo vuoto, tranne se la scelta è farlo poi trasbordare con una massiccia dose di panna. La vera granpistacchioita, dolce goduria per il palato nelle giornate di caldo afoso, da gustare abbinata alla morbida brioche (alias, bbioscia in dialetto siculo), è comunque una esclusiva di bar e ...

Read More

RICETTE DI SICILIA

SPAGHETTI ALLA NORMA

normaIngredienti:
•    gr. 400 vermicelli
•    gr. 300 melanzane
•    gr. 500 pomodori maturi
•    aglio
•    olio d’oliva
•    sale e pepe
•    ricotta salata grattugiata.
Procedimento:
sbucciate le melanzane, tagliatele a fette o a tocchi e tenetele sotto sale per mezz’ora. Fate rosolare in pentola in mezzo bicchiere d’olio due spicchi d’aglio tritati. Lavate le melanzane, asciugatele e friggetele in olio caldo.
Bollite i vermicelli in molta acqua salata, scolateli e uniteli alla salsa di pomodoro e alle fotte o tocchi di melanzana fritta, cospargete poi con ricotta salata

***

FARFALLE AL PISTACCHIO

farfalle pistacchioIngredienti per 4 persone:
350 g di farfalle, 100 g di pistacchi, 50 g di pancetta, 1 cipollina, 200 g di panna da cucina, parmig...

Read More