tagged posts

Il beachwear code per l’estate 2016

Un costume per tutte le ore. Quest’anno la moda mare si sbizzarisce, tra vintage, omaggio agli eroi del fumetto, atmosfere tropicali, sexy con pudore. C’è di tutto, le stampe spadroneggiano. Con immagini pop è Moschino, patchwork per Stella Jean, riflessi etnici per Dsquared2, amazzone in Custo Barcelona, scollato secondo Elisabetta Franchi. E così via, uno sprizzare di colori, da Verdissima a Calzedonia.

Insomma il beachwear code amplia la sua offerta, per chi ha il fisico perfetto, per le curvy, per chi vuole stupire. Così per gli animi retrò, grande ritorno degli slip a vita alta, balconcini, ruches e righe da marinaretto che ci riportano indietro nel tempo regalando tanta sensualità anche alle più in carne. Apprezzato anche il bikini in neoprene, consigliato per la sua vestibilità.

Anche il costume intero reclama la sua parte: fa guardaroba e sa rendere contemporaneamente audace il corpo di una donna, tanto quanto un bikini a triangolo o a fascia. Si spazia anche con i tessuti, dalla similpelle al poliestere, dalle frange al macramè, dal pizzo al cotone.

Attenzione, anche l’uomo vuole stupire e, con il ritorno del boxer, darà spazio alla sua goliardica voglia di mettersi in mostra.

L’oscar delle stampe più fantasiose a Hikkaduwa, tra i “must have” dell’estate 2016 (non fa mancare nemmeno le infradito!). Il personaggio scelto è Valentina, indimenticabile protagonista nata dalla matita di Guido Crepax. Stampe in bianco e nero su infradito e costumi per lei e per lui in omaggio al caschetto nero più sexy e amato dagli italiani da oltre 50 anni.

Read More

L’etnicità colorata di STELLA JEAN per l’a/i 2016-17

Stella Jean torna con la sua etnicità, stavolta eclettica. Cappotti con stampe di uomini in uniforme, ripresi su alcuni pantaloni decisamente stravaganti. Il taglio è sempre a palazzo con decori e stampe tribali mixate al denim. Sfilano mantelle extra large, gonne fluide accostate a camicie a quadri e cardigan in lana, nonchè longuette con applicazioni multicolor. Camicie e tute hanno le ruches. Non mancano giacche in pelle e sovrapposizioni di gonne e pantaloni che fanno molta scena.

Colori: Blu, nero, rosso, giallo. Must Have: Longuette e stampe tribali. Accessori: Tracolla con frange, occhiali tondi, borsa a mano con stampe, sandali in plastica trasparente, sandalo con piume, anelli vistosi, bracciali rigidi in oro e rame.

FullSizeRender

Il coro gospel e la sfilata fw 2016/17 di Stella Jean all...

Read More

Eclettismo e tradizione alla Milan Fashion Week (SS 2016)

Dopo New York e Londra, la Milan Fashion Week calamita l’interesse degli addetti ai lavori (e non solo) per i must della prossima primavera-estate, quella del 2016. C’è la ricerca dell’estetica, il gusto sfida tutto e il contrario di tutto, ma alla fine il mix partorito da contraddizioni razionalmente pensate è giungere all’elogio dei colori, delle linee, di una sensualità non necessariamente celata. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Entusiasma Ermanno Scervino, con pizzi, ajour e effetti lingerie: così sofisticato da trasmettere passione. 
Così si va dal caos geometrico di Prada a un Emilio Pucci rinnovato di tutto punto, dall’austerità di Fendi all’osare di Versace con i suoi riferimenti militari, dal romanticismo che accomuna (pur con le dovute e sostanziali differenze) B...

Read More

La magica notte dei Tao Awards a TaoModa 2015

Una parata di vip, in una splendida cornice e con quanto di più straordinario la moda potesse proporre sotto le stelle di Taormina, al Teatro Antico in versione glamour e gremito di pubblico per la serata di Gala dei Tao Awards assegnati in occasione della seconda edizione di Taomoda, la kermesse di moda, design, arte e cultura, organizzata dall’Associazione Talenti & Dintorni e diretta da Agata Patrizia Saccone con il patrocinio della Camera Nazionale della Moda Italiana e la sinergia con White Milano e Progetto Time.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In occasione del Gala – presentato da Cinzia Malvini e da Francesco Lamiani – lo storico palcoscenico taorminese si è tramutato in passerella ospitando esclusive creazioni di moda, dalla capsule di grande effetto proposta da Fausto Puglisi alle collezioni di Luisa Beccaria, Elisabetta Franchi e Stella Jean, della nuova linea di Ultrachic creata da Viola Baragiola e Diego Dossola, a cui si sono aggiunti i gioielli di Roberto Coin, l’eyewear Italia Independent, la fantasia dell’hair stylist Toni Pellegrino per le acconciature di Toni&Guy, sulle modelle truccate Menea, addirittura le uniformi di Meridiana, dalle sue origini ad oggi, al culmine di una performance di danza della coreografa Fia Di Stefano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Durante TaoModa si è segnata frattanto una tappa importante dell’industria della moda italiana, con l’annuncio della nascita in Sicilia del nuovo hub di Herno, leader nazionale e brand mondiale nella produzione di capispalla di lusso. È stato proprio l’amministratore delegato Claudio Marenzi, presidente anche di Sistema Moda Italia – premiato con il Tao Awards Imprenditoria – ad annunciare il compimento entro il 2015 del progetto siciliano, attraverso la sinergia con la San Lorenzo Confezioni di Filippo Miracula, a San Marco d’Alunzio (Me), che gestirà una rete di laboratori di ricerca e innovazione lungo la fascia del Parco dei Nebrodi. Un progetto con importanti ricadute occupazionali: 100 persone impegnate direttamente e circa 450 con l’indotto.

Sempre in ambito moda assegnati inoltre i preziosi Tao Awards (creati da Gi.Val su pietra lavica che rappresenta l’Etna su cui si erge un disco d’argento) al top model Simone Susinna, volto delle campagne Dolce & Gabbana e Tod’s; a Chiara Croce di Farfetch; al presidente della Russian Buyers Union Elena Bugranova. Per Italia Independent ha ritirato il riconoscimento uno dei tre fondatori del Gruppo, Andrea TessitoreSpeciale Premio Manager 2015 ad Antonella Bruno di Lancia.

Triade tutta al femminile per i Tao Awards Giornalismo, sul palco taorminese sono salite: per la Tv Maria Luisa Busi, caporedattore di Tv7 Rai1; per gli Autori Paola Cacianti, ideatrice del programma Rai “Top – Tutto quanto fa tendenza”; per l’Editoria Maria Elena Viola, direttore di «Gioia».

Il cinema è stato invece protagonista con il Tao Awards assegnato a Giorgio Pasotti, attore e regista alla sua opera prima con “Io, Arlecchino”. Altro regista, ma premiato per la carriera, Alberto Sironi, conosciuto per aver diretto tutti gli episodi della fiction “Il Commissario Montalbano”.

L’universo ...

Read More