tao award tagged posts

Oscar di Montigny, Antonio Grimaldi e Fabio Fulco: tre anticipazioni sui Tao Awards 2020

Lo scrittore, divulgatore e keynote speaker internazionale Oscar di Montigny, lo stilista Antonio Grimaldi e l’attore Fabio Fulco sono i primi tre vincitori del Tao Award 2020, anticipati dal Presidente di Taomoda Agata Patrizia Saccone. Saranno invece resi noti in conferenza stampa, a Taormina, martedì 8 settembre nel terrazzo attico dello storico Palazzo Calanna-La Baronessa, i nomi degli altri personaggi del mondo della moda, del giornalismo, del design, del cinema, della musica che verranno insigniti del prestigioso Premio durante il Gala di Taomoda in programma la sera del 12 settembre al Teatro Antico e presentata dalla giornalista de La7 Cinzia Malvini.

Oscar di Montigny, Tao Award per l’Innovazione, è Chief Innovation, Sustainability & Value Strategy Officer di Banca Mediolanum e Presidente di Flowe, società benefit del Gruppo Mediolanum. Nei suoi contributi coniuga business e management con filosofia, arte e scienza. Nel suo blog, “Riflessioni per il Terzo Millennio”, indaga i mega trend e i nuovi scenari sociali e di mercato. Nel 2016 ha pubblicato con Mondadori il best seller Il tempo dei nuovi eroi, mentre l’ultimo libro edito “Gratitudine – La rivoluzione necessaria” sarà presentato durante l’appuntamento in calendario Taomoda Caffè Letterario giovedì 10 settembre nella terrazza dell’hotel Miramare a Taormina.

Direttamente da Parigi l’haute couture sfilerà sul palcoscenico di TAOMODA nella notte dei TAO AWARDS con lo stilista Antonio Grimaldi, vincitore del Tao Award 2020 per la Moda Haute Couture, che farà sfilare la sua collezione Couture Autunno Inverno 2020-21 Ælektra, presentata lo scorso luglio sulla piattaforma digitale Fédération de la Haute Couture et de la Mode attraverso un fashion film interpretato e diretto da Asia Argento.

Fabio Fulco si aggiunge invece al novero degli attori insigniti negli anni del Tao Award dopo Alessio Boni, Antonio Catania, Giorgio Pasotti e le attrici Violante Placido, Anna Valle, Serena Autieri, Lina Sastri.

Un’edizione speciale, nell’inedita versione settembrina, per la Taomoda Week 2020, che si svolgerà dal 10 al 18 settembre a Taormina, tra i Grandi Eventi della Regione Siciliana -con il supporto dell’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, dell’Assessorato regionale alle Attività Produttive, dell’Assessorato regionale ai Beni Culturali, dell’Assessorato regionale alla Formazione- e con il rinnovato patrocinio della Camera Nazionale della Moda Italiana, del Comune di Taormina e del Comune di Venezia che da quest’anno ha inserito Taomoda tra gli eventi principali del calendario “Città in Festa”.

Read More

Claudio Cutuli: “La mia filosofia è l’ecosostenibile. Amo il profumo del capo e sentire il tessuto al tatto”

Claudio Cutuli, un brand storico, quello di un’azienda fondata nel 1838. Origini antiche di una tradizione familiare cominciata a Tropea, in Calabria, e continuata oggi in Umbria: “Sì, i miei nonni sono calabresi” –ci racconta il maestro tintore Claudio- “io sono trapiantato in Umbria da circa trent’anni, dove vivo con mia moglie e musa ispiratrice Maria Grazia (siciliana di Taormina -ndr) e i miei figli, e qui mantengo la stessa tradizione artigianale dei miei avi. Scusate la mia falsa modestia, ma forse siamo rimasti gli unici che tingono in modo neutrale, non utilizzando materiale di sintesi. La mia filosofia è l’ecosostenibile. Amo il profumo del capo, che ti colpisce anche al tatto quando lo tocchi”.

E’ stato insignito pure del Tao Award, qualche anno fa, per il suo ruolo imprenditoriale. Qual è la caratteristica del prodotto e quanto è importante l’impiego di materiali sostenibili nel campo della moda, considerata l’industria più inquinante?

“Purtroppo stiamo attraversando un periodo epocale. Soprattutto nel mondo della moda, si è andati troppo oltre, spesso involgarendo o invadendo tutto quello che era arte o manufatto. Adesso andrebbero fatti dei passi indietro e tornare verso tutto quello che era Made in Italy riconosciuto nel mondo”.

Le sciarpe e gli accessori, come le pashmine, firmate Claudio Cutuli sono state indossate dagli uomini più potenti della terra. Ma il brand è legato anche a iniziative benefiche e anche quest’anno il legame con Assisi è rinnovato, come abbiamo visto anche in diretta Rai1 insieme a Carlo Conti e Gianni Morandi…

“Un rapporto ormai più che decennale con i frati del Sacro Convento di Assisi. Piuttosto invito a donare con un sms al 45515. Per l’occasione, ciò che ho creato sulla pietra l’ho trasportato sulla tela: mi riferisco all’affresco di Giotto, che si trova all’interno della basilica e che descrive la guarigione da parte di San Francesco del malato. L’ho traslato e realizzato con un filato un po’ particolare, l’ortica, che in natura ha tanta forza e ostinazione nel rinascere, come la speranza che in questo momento non dobbiamo perdere. Si tratta di un filato di ortica tutto tamponato a mano, mantenendo fede nei colori ai pigmenti naturali di quel periodo. Utilizziamo come materia prima i colori naturali, con azoto liquido, veramente un lavoro francescano, certosino. Ogni nostro capo ha sicuramente un’anima. Io al fatturato antepongo l’arte, noi continuiamo a credere di essere un marchio di nicchia, di qualità, a me non interessa altro. Come punti vendita, invece, segnalo in apertura, anche per questioni affettive, quello di Maratea, in Basilicata”.

È quasi inevitabile ritornare ai vecchi mestieri, se parliamo di sostenibilità, ma bisogna prendere piena consapevolezza dell’importanza del nostro artigianato…

“Guai se perdiamo quello per cui siamo stati sempre apprezzati, la nostra creatività, la nostra manualità, con i giusti tempi, senza bruciare le tappe a tutti i costi, cosa di cui il mondo della moda deve rendersi conto”.

Read More

TAOMODA 2019: l’archistar Francesco Librizzi presiederà la giuria della sezione Design

Sarà Francesco Librizzi, archistar di fama internazionale, a presiedere la giuria del tavolo tecnico del Design alla Taomoda Week 2019

42 anni, laureato in architettura a Palermo, ha fondato il Francesco Librizzi Studio a Milano, dove sviluppa progetti di interni, allestimento e product design. Del suo lavoro hanno parlato le più importanti riviste di settore del mondo e vanta esposizioni al Louvre di Parigi, allo Storefront for Art and Architecture di New York, alla Triennale di Milano. 

Il design cuore pulsante anche durante l’opening della rassegna più rilevante del centro-sud Italia, che accende i riflettori sulle eccellenze del Made in Italy, sabato 13 luglio 2019 nello storico Palazzo Ciampoli di Taormina dove sarà allestita anche la Mostra CONTEMPORARY DESIGN dei progetti finalisti al contest TAO AWARD TALENT DESIGN 2019, che resterà aperta al pubblico fino a domenica 21 luglio. 

Read More

L’INTERVISTA: Alessio Boni protagonista su Rai1 nella fiction “La Compagnia del Cigno”

Alessio Boni, premiato con il Tao Award a Taomoda 2018, intervistato a Taormina.

Riproponiamo la clip in occasione della messa in onda su Rai1 della nuova fiction che lo vede protagonista, “La compagnia del cigno”.

 

 

 

Read More

Un nuovo singolo per Giovanni Caccamo e una clip nata grazie a un contest

Dopo “Eterno” presentato a Sanremo, ecco “Bisogno di tutto”, nuovo singolo del cantautore siciliano Giovanni Caccamo.

Con videoclip frutto di un innovativo format: “Sì, nasce da un contest web in cui ho voluto offrire un ruolo da protagonista ai miei fans. Così ognuno di loro ha inviato un playback filmandolo in un posto significativo della propria vita. Credo che sia la prima volta che in Italia si realizzi un prodotto musicale in questo modo. Oggi interagire direttamente con il pubblico, anche attraverso i social, è fondamentale, consente di parlare a tutti, annulla le distanze e il rapporto diventa anche più confidenziale. E’ pure vero che con i social viene meno quell’alone di mistero che un tempo possedevano gli artisti, oggi è tutto a portata di mano. Resta comunque un’ottima opportunità per creare un link diretto con il pubblico”.

Parliamo di questo tuo recente brano, dal titolo “Bisogno di tutto”: in che senso?

“Costituisce una sorta di elenco di tutte le cose di cui pensiamo di aver bisogno, ma che in realtà invece rappresentano la futilità. Queste ci allontanano dall’essenza dell’animo facendoci perdere il significato di una quotidianità fatta di emozioni, di parole, di sguardi. Il punto è che spesso siamo distratti da molte cose che ci portano lontano dalle persone che amiamo”.

Read More